Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

31 March 2006



In alcune parti del mondo la primavera é esplosa. Ora non vorrei, come gli inglesi, parlare sempre del tempo, però in genere si parla sempre di quello che non si ha ed a furia di stare qui, mi sono adeguata. L'argomento preferito degli inglesi è proprio quello. Ma per avere una buona conversazione sul tempo, bisogna conoscere le parole giuste, le definizioni giuste, anche se alla fine si dicono sempre le stesse cose. Misty, cloudy, windy, freezing, cold, sunny (quasi mai questa), snowing (anche questa quasi mai), lovely, great init?, oh beautiful, superb, e via dicendo.
Ieri per esempio ho incontrato la mia nuova vicina. La nostra conversazione é stata la seguente:

- Hi, how are you?
- Fine! Lovely weather today init? (aveva piovuto)
- Yeah, nice init? Much better than yesterday (anche ieri l'altro pioveva)
- I am sure tomorrow will be nicer (le previsioni danno ancora pioggia)

ZenzeroSe vivete in un posto piovoso come il mio o se amate le conversazioni un po' piú articolate davanti al caminetto, questa tisana allo zenzero fa per voi.
Suggerimento di Frank, che me l'ha inviata sapendo del mio raffreddore.

Sará stata la tisana, sará quel che sará, il raffreddore é passato. Grazie Frank!

Ingredienti
  • 2 cm circa di zenzero fresco
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 250ml di acqua
Riscaldate l'acqua con un bollitore oppure in un pentolino. Portate ad ebollizione e spegnete. Aggiungete lo zenzero grattuggiato e lasciate in infusione per 3 minuti. Aggiungete zucchero a piacere e bevete caldo. Se non vi piace molto lo zenzero all'interno della tisana, filtrate prima di bere.

SognandoSognando: sognare zenzero indica sicurezza ed agiatezza nella vostra vita.

NaturalmenteNaturalmente: Lo zenzero (Zingiber Officinale Roscoe) è una pianta originaria dell'India, diffusa nei secoli in tutto l'Estremo Oriente ma anche in Messico e nelle Antille. Della pianta si utilizza il rizoma (fusto sotterraneo) ricco di oli essenziali e altre sostanze che lo rendono un ottimo rimedio naturale in caso di indigestione e gas intestinali. Lo zenzero stimola la sudorazione e con le sue proprietà riscaldanti è un aiuto in caso di influenza, tosse e raffreddore. Stimola la circolazione e per questo è utile in caso di dolori reumatici o anche geloni. La tisana allo zenzero é anche utile dopo un pranzo abbondante per aiutare la digestione.

English please
Ginger tea



Ingredients
  • 2 cm fresh ginger
  • 1 tsp brown sugar
  • 250ml water
Bring the water to a boil. Add greated ginger and let it stand for 3 minutes. Add sugar and drink when it's still very warm. If you don't like how ginger tastes, filter the tea before drinking it.

30 March 2006

BBM Cookbook - Quattro Sberle in Padella

L'avevo dato per disperso e invece... Eccolo!! Il BBM Cookbook organizzato da Sandra é finalmente arrivato! E chi lo manda, chi lo manda? Ma lei! La Cuoca Petulante!

Sono particolarmente contenta di avere ricevuto questo BBM da Petula, perché lei é una veterana degli Euro Blogging by Mail, ed i suoi pacchetti sono sempre pieni di sfizioserie, come quelle che ha inviato a me. Non sono contenta solo per questo ovviamente.

Non c'é mai stata occasione di dirlo, ma sono doppiamente contenta e colgo la palla al balzo per ringraziare la Cuoca Petulante perché é stata la mia primissima fonte d'ispirazione per l'apertura del mio blog. Qualche mese fa, tra poco quasi un anno fa, stavo cercando una ricetta in rete, non ricordo bene quale. Conoscevo il mondo dei blog per altri motivi e per argomenti completamente diversi da quelli legati al cibo. Il blog di Petula mi é apparso come una visione. Una delle prime ricette che ho realizzato, é stata quella delle Girandole con arance e cioccolato, postata da Petula il giugno scorso e che riporta uno dei miei primi commenti. Quindi grazie per avermi ispirata, per avere continuato a farlo e per essere una di quelle belle persone che ho conosciuto attraverso questo mondo goloso.

Ma veniamo al libro, tema principale di questo BBM. Petula dice che é un libro da "vera petulante". A me é piaciuto subito il titolo "Quattro Sberle in Padella", sottotiloto "Come difendersi dall'inquinamento alimentare", prefazione di Beppe Grillo. Mi piace questo libro perché rafforza le mie convinzioni in fatto di alimenti buoni e cattivi, di quelli fatti con il cuore e di quelli fatti con il... senza. Ricorda ad esempio quella sana abitudine di leggere le etichette dei prodotti che compriamo, cosa che faccio da ormai molti anni. Parla di pesce d'allevamento, uova industriali, glutammato, radiazioni, latte, burro, dolcificanti, mortadella, carni biologiche e via dicendo. É uno di quei libricini tascabili da tenere sul comodino o in borsa, e sfogliare quando si hanno dubbi o incertezze su quello che abbiamo comprato o su quello che é meglio smettere di comprare. Ottima scelta, magari fossero tutti cosí petulanti!

Pomodorini Secchi - Cioccolato Italiano

Come se non bastasse, la cara Petula ha inviato anche quelle cosette sfiziose di cui sopra! Innanzitutto i famosi pomodorini secchi, quelli che mi hanno fatto venire l'acquolina in bocca piú volte e che ora ho potuto finalmente assaggiare! Nonostante il ritardo del pacco, sono giunti a me in ottime condizioni. La metá sono finiti mentre li fotografavo. Sono ottimi anche mangiati cosí! Ahh!! Tutto il sapore dell'Italia! :)
Dal salato si passa subito al dolce. Una piccola scatoletta nera che sembra la scatola di un prezioso. I cioccolatini di Guido Gobino, torinesi ne? Profumo di cacao intenso, irresistibili!

Alici in salsa piccante - Té bianco

Continuando, le alici in salsa piccante. Queste non le avevo mai assaggiate e Petula consiglia di spalmarle sui crostini o di utilizzarle per condire la pasta. Io dico "perché scegliere?". Mi sa che le provo in entrambe i modi! Mi piacciono molto le acciughe, quindi grazie mille!
Ho fotografato uno per tutti. Il té bianco Silver needle. Té bianco da meditazione. Non l'ho ancora provato, ma lo faró molto presto. Oltre a questo, Petula mi ha anche inviato il Blood orange, un'altro té coloratissimo con arancio, fiori di ibisco, rosa canina e mela. E per finire un té chiamato Pu ehr. Un té nero dello Yunnan, China. Petula dice "É un té quasi esoterico visto che ha un odore di terra molto pronunciato. Privo di caffeina (come piace a me), molto digestivo. Perfetto dopo cena". Ti faró sapere!

Last but not least, la maglietta con la quale correró la mia mezza maratona di giugno, qui a Torquay. Almeno se qualcuno mi rincorre per linciarmi posso sempre far finta di niente, tanto corrono tutti! La maglietta é quella che avete visto indossata dalla modella Sandra, ideata da Adriano Liloni. Ne posso avere una con dietro scritto "Fish & Chips" e davanti con la scritta "Preferisco la pasta...al dente!"? :)

Grazie infinite Chiara, il tuo pacchetto ha rallegrato la mia giornata uggiosa e mi ha ricordato quel detto che dice "la speranza é l'ultima a morire"!

28 March 2006

Zuppa di butternut squash, con funghi porcini e bacche di ginepro

La primavera, il sole, i fiori, il mare.. belle parole si, ma qui fa ancora freddo e il sole viene fuori un minuto si e 500 no. Per fortuna ci sono frutti naturali come questi che racchiudono tutto il colore del sole, che anche se non c'é, te lo puoi facilmente immaginare mentre mangi la zuppa. Il butternut squash fa parte della famiglia delle zucche, solo che invece di essere rotondetta, ha questa forma bizzarra, quasi fallica. Non che la forma fallica sia bizzarra, piuttosto é bizzarro che... va beh, lasciamo perdere!

Bacche di Ginepro e Butternut Squash

Il sapore di questa zucca é simile ad una zucca normale ma ricorda anche le patate dolci, mentre le bacche di ginepro sono uno di quelli ingredienti che compri senza sapere bene né cosa sono, né che cosa mai potrai fartene. Li ho annusati, sono come un cane in questo, annuso tutto, e ho pensato che forse non ci stavano male. Le bacche di ginepro ricordano molto il pepe e sono piccantine, in mancanza sono sostituibili con pepe nero.

Ingredienti: 1 butternut squash o 500kg di zucca, 50gr di funghi porcini secchi, 500ml di brodo vegetale, 500ml di acqua, 1 cipolla, 2 cucchiai d'olio, 1 cucchiaino di bacche di ginepro, sale, una manciata di formaggio grattuggiato

Mettete i funghi a mollo in mezzo litro di acqua calda per almeno 30 minuti. Pulite la zucca e tagliatela a pezzetti. Fate un soffritto con la cipolla tagliata grossolanamente, le bacche di ginepro e un po' d'olio. Aggiungete la zucca, il brodo vegetale, i funghi porcini e la loro acqua. Conservate qualche fungo per guarnire. Fate cuocere per 20 minuti circa o fino a quando la zucca non si sará cotta.
Passate nel mixer o nel frullatore, tenendo da parte un po' di brodo nel caso risultasse troppo liquida. Regolatevi a seconda dei gusti e della densitá che volete ottenere.
Riportate la zuppa nella pentola, riscaldate a fuoco basso ed aggiungete il formaggio grattuggiato. Controllate di sale e servite caldo. Guarnite con qualche fungo porcino e con erba cibollina.

SognandoSognando: sognare una zucca suggerisce apertura a nuove idee ed esperienze. La zucca è anche il simbolo della sessualità femminile. In alternativa ricorda la favola di Cenerentola, dove la carrozza si trasforma in zucca. In riferimento alla favola, il sogno vi ricorda che forse il tempo sta passando e dovete affrettarvi, proprio come nella storia.

NaturalmenteNaturalmente: Il ginepro (Juniperus Communis) è una pianta dalle mille virtù. La possiamo usare in modi diversi e ci può essere utile in molte occasioni. Di questo arbusto dalle foglie aghiformi si usano generalmente le bacche (o coccole). Il loro infuso, vino macerato o anche grappa, è di aiuto in caso di indigestioni, ha grandi proprietà diuretiche e carminative. L'olio essenziale di ginepro è ottimo per massaggi antireumatici e per stimolare la circolazione (2 o 3 gocce in una crema base). Usandolo per fumigazioni ha proprietà balsamiche in caso di tossi o raffreddori, inoltre ha proprietà antisettiche e astrigenti. Si possono aggiungere 4/5 gocce di olio essenziale al nostro bagnoschiuma (o miscelandole in un po' di miele) per ottenere un bagno purificante, balsamico e rivitalizzante. Nel caso in cui non si abbia l'olio essenziale si può preparare un infuso con una manciata di bacche pestate e poi aggiungerlo all'acqua della vasca.
Per chi volesse preparare la grappa al ginepro da offrire come aperitivo, basta lasciare macerare una manciata di bacche di ginepro in 1 litro di buona grappa (a piacere aggiungere 100gr di zucchero circa per renderlo più dolce) lasciare macerare per circa 1 mese agitando ogni tanto. Dopodiché filtrare e servirsene a piacere.

27 March 2006



Ma che sapore ha, una giornata uggiosa? Il weekend è stato piovosissimo, ed anche oggi non è da meno. Vento bufera e pioggia orizzontale che mi sporca tutti i vetri! Sabato però siamo usciti a fare due passi per le vie del centro cittadino e a visitare il mio spacciatore di tazze e tazzine preferito. Questa volta niente di buono, ma tra gli attrezzi da cucina ho finalmente trovato la pistola, quella per i biscotti. L'ho trovata ad un prezzo molto decente, e per questo sprovvista di ricettario. Ma di quello me ne sono resa conto solo quando sono arrivata a casa. Che c'è di meglio che spararsi due biscotti in una giornata così? Ho capito che il segreto per sparare meglio è che la pasta dev'essere morbida altrimenti i biscotti non escono nemmeno a cannonate. Mi sono ricordata che Roberta, ormai latitante da molti mesi, aveva sparato dei biscotti al burro qualche tempo fa. Ho lavorato con le dosi facendomi aiutare dal cervellone di casa e ho aggiunto un po' a caso, cacao e cardamomo.



Il risultato è quello che vedete. Ho usato la farina di riso al posto della "00" così li può mangiare anche Gaia, ed i frollini risultano ancora piú friabili. Anche Gus Gus si è divertito a sparare. All'inizio bisogna farci la mano, troppi spari potrebbero essere letali. Quando la pasta è ormai finita allora capisci come accidenti si usa. Di forme bizzarre ne sono venute fuori, anche quelle non previste dalla confezione!

Ingredienti
  • 300gr di farina di riso
  • 170gr di burro
  • 70gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di cardamomo in polvere
  • 1 pizzico di sale
Mettete il burro a temperatura ambiente nel mixer. Mixate per qualche secondo fino ad ottenere una crema morbida. Aggiungete a poco alla volta lo zucchero e continuate a mixare fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungete l'uovo, mixate. Poi la farina, un cucchiaio alla volta. Infine il cacao e il cardamomo o un'altra spezia a piacere. Prendete la pasta e schiacciatela un po' tra le mani per eliminare l'aria. A poco la volta mettetela nella pistola e sparate della forma che più vi aggrada. Cuocete in forno pre-riscaldato a 180 C per 15 minuti o fino a quando non si saranno dorati. Fate raffreddare bene prima di mangiare e serviteli con il vostro tè preferito.

SognandoSognando: sognare riso rappresenta successo, prosperitá, fortuna e fertilitá. Sognare riso crudo indica progre progressi con il lavoro; sognare riso cotto indica spirito brillante; seminare riso indica ottima salute; raccogliere riso indica superamento di ostacoli; comprare riso indica contrarietà momentanee; cuocere riso indica amore per la casa; mangiare riso indica malessere di un familiare; spargere riso indica pericolo di rotture.

NaturalmenteNaturalmente: Il cardamomo (Elettaria Cardamomum) è una pianta originaria dell'India, cresce nell'India Meridionale ed in Sri Lanka. In questi paesi il cardamomo è una spezia fondamentale per i piatti masala ed i curry. Anche nei paesi arabi è molto amato ed usato e viene regalato agli ospiti di rispetto. Di questa pianta si utilizzano i baccelli con all'interno numerosi semi neri dall'aroma intenso, questi hanno proprietà digestive e aperitive, carminative, stimolanti e sono ottimi contro l'alitosi. Per godere di questi benefici si possono aggiungere dei semini pestati al nostro tè o infonderli da soli. Da questa pianta aromatica si estrae anche l'olio essenziale, che oltre a possedere le stesse proprietà dei semi, é anche antisettico, stimolante e tonico. Per usufruire di questi effetti lo si può bruciare negli appositi fornelletti per aromatizzare la casa. Per un bagno tonico e rinvigorente potete aggiungere 5 o 6 gocce all'acqua del bagno diluendolo prima in un po' di panna o miele, usati come veicolanti poiché gli oli essenziali non sono idrosolubili. Ricordo brevemente che l'olio essenziale è l'essenza più "intima" e concentrata della pianta, del suo aroma e delle sue proprietà. Viene ricavato per distillazione in corrente di vapore o per spremitura dele bucce in caso di agrumi. Quando li comprate accertatevi sempre che siano puri al 100%, garantiti e che non siano solo le essenze profumate che vendono per profumare la casa o cose simili.

26 March 2006

Va bene, avevo detto niente piú MeMe e invece rieccomi qui. Maria Giovanna mi ha gentilmente invitata ed io non ho potuto deluderla, tanto piú che colgo l'occasione per darle il benvenuto nel mondo dei food blog! Grazie dell'invito Maria Giovanna, a buon rendere! :)

Dopo aver letto il suo invito, io e Gus Gus siamo andati a fare un giro nel piovoso centro cittadino, armati d'impermeabili come se fossimo in Amazzonia. Eravamo gli unici due vestiti. Cammina e cammina siamo incianpati nella vetrina di un nuovo ristorante. Ristorante di pesce, dice il cartello. In realtá é un remake del vecchio ristorante di pesce dove facevano il famoso "Fish & Chips". Ci siamo fermati a guardare il menu. Hai visto mai che oltre ai tavoli e alle tovaglie hanno anche cambiato chef? E invece no. Non ho potuto fare a meno di fotografare questo pezzo del menu. Il resto, ve lo risparmio.

Gus Gus si é volontariamente offerto di compilare questo MeMe, ed io gli ho ceduto volentieri la parola, ma la prima di queste dieci cose l'ho voluta proprio scrivere anche se 10 non bastano...

1.
Vorrei che nei ristoranti Inglesi la smettessero di propinarci cose di questo tipo. Notare il prezzo (11.50 Euro circa) e gli ingredienti (prosciutto, cipolla, erbe miste, crema di formaggio). E qui mi fermo...



2. Vorrei che non mi chiedessero: "Have you booked?" anche se é evidente che il ristorante é tristemente deserto e non verrá nessuno.

3. Vorrei che non mi chiedessero se voglio una birra appena appoggio il culo sulla sedia.

4. Vorrei che non mi chiedessero se voglio il pepe sulla pizza.

5. Vorrei che il pepe, il sale, l'olio, l'aceto e il pane fossero sulla tavola.

6. Vorrei che la cameriera non mi chiedesse ogni 5 minuti "Is everything allright?" Non gliene frega niente e vuole solo la mancia. Everything is not allright!

7. Vorrei che qualcuno spiegasse allo "chef" che c'é tutto un mondo da esplorare oltre al contorno di verdure lesse e scondite.

8. Vorrei che non mi chiedessero se il caffe espresso lo voglio "small, large or supersized".

9. Vorrei che la smettessero di riempire i menu' di "Mariniere", "Bolognaise" e "Carbonair".

10. Insomma non vorrei mai piú dovere entrare in un ristorante in Inghilterra.

24 March 2006


La Guinness è sicuramente la mia birra preferita anche se non ne bevo a fiumi, ma mi piace gustarla quasi come un buon bicchiere di vino. Lo stufato ha tutto il sapore che potete aspettarvi da un ricco piatto di carne. La birra regala un retrogusto amarognolo che contrasta bene con le prugne. Come molti piatti, anche questo é ancora piú buono se mangiato il giorno dopo.

Ingredienti
  • 400gr di manzo
  • 30gr di burro
  • 1 lattina di Guinness da 440ml
  • 200gr di scalogni
  • 00ml di brodo di carne
  • 2 carote
  • 150gr di prugne snocciolate
  • 150gr di anacardi
  • 50gr di pancetta
  • sale, pepe
Infarinate leggermente il manzo. Soffriggete la pancetta con un po' di burro, eliminate la pancetta dalla pentola e mettetela da parte per evitare che si bruci. Versate i pezzetti di manzo infarinati e fateli dorare leggermente. Aggiungete ancora un po' di burro se necessario. Rimettete dentro la pancetta, gli scalogni interi, le carote tagliate a pezzetti, le prugne snocciolate e gli anacardi. Versate la birra e il brodo di carne. Coprite e fate cuocere per circa 1 ora e mezza o fino a quando la carne non sarà tenera e cotta. Se necessario aggiungete altro brodo ma tenete la pentola sempre coperta non dovreste averne bisogno. Quando la carne sarà cotta, se è rimasto troppo liquido, fate andare ancora per qualche minuto a pentola scoperta per farlo consumare. Servite ben caldo.

Anacardi - Cashew nuts


L'Anacardium occidentale é un albero originario del Brasile. Gli anacardi non sono altro che i semi di questo albero. Molto simili di gusto alle arachidi, fanno parte della stessa famiglia.
Vino: meglio bere Guinness, ma se si vuole del vino direi un rosso corposo del Nord Italia, magari da uve appassite come l’Amarone della Valpolicella o lo Sforzato Valtellinese.

SognandoSognando: sognare carote indica abbondanza.

NaturalmenteNaturalmente: La carota (Daucus Carota L.) è la pianta della quale comunemente usiamo e consumiamo la radice (in erboristeria vengono usati anche i semi da cui si estrae l'olio essenziale) la quale contiene numerosi principi attivi tra cui primo fra tutti il carotene (dal nostro organismo elaborato in vitamina A) vitamina PP, D e gruppo B, sali minerali quali fosforo e potassio e vari oligoelementi. Le sue proprietà sono quelle di essere un ottimo regolatore intestinale ed epatico, remineralizza e depura, la sua polpa è lenitiva ed emolliente per la nostra pelle in caso di arrossamenti e scottature, ottima per le macchie cutanee. Il betacarotene in esse contenuto è un antiossidante che contrasta l'invecchiamento cutaneo e rassoda la pelle. Un'ottima maschera casalinga, antirughe ed emolliente, è quella di grattugiare 2 carote, aggiungere 1 cucchiaio di fecola di patate, 1 tuorlo d'uovo. Amalgamare bene e applicare su viso e collo puliti per 20 minuti risciacquando poi con acqua tiepida.

23 March 2006



Un piccolo pensiero per un'amica in partenza in terra madre. Alla Regina del tè non si può non dedicare qualsiasi cosa che lo contenga. Lo so che è solo virtuale ma fai conto che te li ho portati stamattina caldi caldi, con un po' di marmellata e se ti piace anche un po' di formaggio. Se non ti vanno stamattina puoi sempre mangiarli all'ora della merenda, ovviamente accompagnati dal tuo tè preferito. Per questi mini-panini, ho usato un grado di qualità inferiore di Matcha, ugualmente buono ma meno costoso. Una nota sui tempi di cottura essenziale. I panini non devono diventare scuri, quindi 15 minuti è il massimo del tempo di cottura, se vedete che iniziano a diventare scuri, toglieteli dal forno. Come sempre a seconda del forno variano i tempi. Il mio è un forno a gas non ventilato e ne sono bastati 15.

Ingredienti
  • 160ml di latte
  • 30gr di burro
  • 30gr di zucchero
  • 1 cucchiaio raso di lievito secco
  • 200gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di sale
  • 3 cucchiaini di matcha
  • semi di sesamo e foglie di tè per guarnire
Riscaldate il latte e scioglietevi dentro il burro e lo zucchero a fiamma bassissima. Mettete il pentolino da parte e fatelo raffreddare a temperatura ambiente. Il latte però dev'essere ancora tiepido. Aggiungete il lievito, mescolate bene, coprite il pentolino e lasciatelo da parte fino a quando non avrà formato le bolle. Sulla spianatoia setacciata la farina, il matcha ed aggiungete il sale. Mescolate per amalgamare poi versate piano il latte con il lievito e lavorate la pasta fino ad ottenerne una liscia ed omogenea. Mettete a lievitare per 1 ora. Riprendete la pasta, dividetela in 8 e formate delle palline. Disponetele su una teglia da forno ricoperta di carta da cucina. Mettetele a lievitare ancora per altri 30 minuti. Nel frattempo riscaldate il forno a 180 C. Riprendete la teglia, riformate le palline per la terza volta e mettete a lievitare ancora per altri 20 minuti. A questo punto potete aggiungere i semi di sesamo o le foglie di tè sui panini. Bagnate leggermente la superficie con un po' di acqua e versate sopra i semi di sesamo o le foglie di tè. Infornate per 15 minuti e fate raffreddare bene prima di mangiare.

Che cos'è il Matcha? (抹茶)
É una polvere verde finissima ottenuta dalle foglie migliori della varietà di tè Gyokuro, usata in Giappone nella Cerimonia del tè, detta anche Cha-no-yu. Ci sono anche polveri di tè verde più economiche ma il Matcha è di gran lunga più raffinato e saporito. La polvere di tè verde dura più a lungo nel tempo mentre il Matcha va consumato in tempi relativamente brevi perché diventa amarognolo.

SognandoSognando: sognare una teiera di cristallo indica nuove conoscenze; sognare una teiera d'argento indica amicizia interessata; sognare una teiera di terracotta indica tranquillità in casa; sognare di usare una teiera indica incontro determinante; sognare di comprare una teiera indica desideri smodati; sognare di regalare una teiera indica notizie da lontano; sognare di rompere una teiera indica leggero malessere.

NaturalmenteNaturalmente: Il Tè verde (Camelia Sinensis) è una pianta usata nei paesi dell'estremo oriente da più di 2000 anni sia come bevanda che come rimedio naturale. Sulle infinite proprietà e benefici del tè verde in questi ultimi anni si è scritto e detto di tutto, c'è una bibliografia ormai molto ampia, così come in rete si può leggere molto a proposito. Riassumo qui alcune delle principali proprietà di questa pianta di cui si utilizzano le foglie per preparare la bevanda che noi tutti conosciamo. Il tè verde rafforza il sistema immunitario, contrasta i radicali liberi prevenendo i processi di invecchiamneto, è un energetico ed è utile in diete dimagranti per la sua azione diuretica e termogenetica, abbassa il colesterolo e molto altro. Oltre a questi benefici interni il tè verde lo possiamo utilizzare anche per la cura della nostra pelle e dei nostri capelli. Infatti per la sua azione seboequilibrante e ricostituente è ottimo per i capelli grassi. Si può usare un infuso di tè verde come ultimo risciacquo per i capelli dopo lo shampoo o in impacco, miscelando 2 cucchiai di argilla verde ventilato, 1 cucchiaio di infuso di tè verde, 1 cucchiaio di succo di limone e se avete 1 goccia di olio essenziale di ginepro. Lasciate in posa 15 minuti, risciacquate e procedete con lo shampoo.

21 March 2006



Va bene, non abbiamo trovato le vongole ma quando la voglia scatta, non c'é niente da fare. Le vongole le abbiamo comprate al super ed abbiamo urlato al miracolo!! Dopo il polpo, anche le vongole, questo é veramente troppo! E non vi ho ancora raccontato della mortadella!
Comunque. Come sapete domenica scorsa siamo andati a fare un giro nella nostra riserva naturale di vongole. La marea doveva essere bassa e infatti era bassa, ma forse un tantino troppo bassa. Faceva anche un bel freddo e c'era quel bel vento che ti taglia la faccia, ma noi armati di cappuccetti e stivaletti ci siamo incamminati sotto un bel sole caldo. Di vongole neanche l'ombra. Sará anche che faceva troppo freddo per infilare le mani nella sabbia ghiacciata..



Rob ha trovato un'ostrica ma l'ha abbandonata subito dicendo che era malata. Non so da cosa si deducesse, ma io l'avrei portata a casa ugualmente. Almeno avessimo avuto un coltellino con noi!! Ah! Che pescatori organizzati che siamo.
Mentre Rob faceva la radiografia all'ostrica io mi occupavo di raccogliere conchiglie ed ammiravo relitti marini, navi pirate e (solo) gusci di capesante...



Cammina e cammina siamo incappati in una zona alquanto paludosa e fangosa. Io con i miei stivali super impermeabili mi sono subito fiondata verso l'impossibile, Rob invece si é tenuto un po' piú al largo, anche perché lui vestiva comunissimi stivaletti da trekking! Cammina e cammina ad un certo punto ho notato che invece di camminare stavo andando a fondo. Ma non ci credevo nemmeno io, al che ho inziato a dimenarmi per uscire dalla trappola, ma piú mi dimenavo e piú andavo a fondo. Che per una che non sa nuotare, basta dire fondo che é panico totale!
"Rob, aiutami, sto andando a fondo!" - niente. Rob se la rideva e si guardava bene dall'avvicinarsi con i suoi scarponcini ancora tutti puliti.



"Rob, aiutami!!!!!". Niente, Rob se la rideva - "Daiiii, vieni fuori, lo so che stai scherzando".
E in effetti io di scherzi ne faccio tanti, specie di questo genere. Qualche momento prima mentre camminavamo lungo la spiaggia, avevo intravisto una pianta verde. "Rob, guarda! Ci sono gli spinaci di mare!" e lui "Ma noo, non sono spinaci" e io "Ti dico di si! Guarda!". Afferro una foglia e la mastico appena. "Mmmm, buona! Assaggia anche tu". Rob assaggia e dopo pochi secondi entrambe abbiamo l'orticaria alla lingua. Entrambe ci alterniamo in uno spettacolo disgustoso, Rob dice che gli sta venendo l'allergia (e io mi domando quale visto che é allergico a tutto), non riesce a respirare. Ovviamente scherza. Io invece attacco con uno dei miei pezzi forti. Svengo sulla sabbia come una pera cotta. Lo svenimento sulla sabbia, mi viene sempre molto bene. Casco senza preoccuparmi di dove andró a cadere tanto é tutto morbido. Resto a terra per qualche secondo poi apro un occhio e vedo Rob che intanto si allontana senza curarsi minimamente del mio presunto svenimento. "Daiiii, muoviti, lo so che fai finta!". Non ci casca mai!



Ecco perché mentre io affondavo veramente nelle sabbie mobili Rob se la ridacchiava. A me veniva anche molto da ridere, il che non aiutava per niente ad essere credibili. Ho dovuto minacciarlo, urlargli addosso e dirgli che non avrebbe mangiato per una settimana. Allora lui finalmente con molta calma si é avvicinato cercando di non sporcarsi gli stivaletti e si é accorto che ero veramente intrappolata. Mi ha tirata fuori mentre io ridevo e mentre lui pensava che io stessi ancora fingendo! "Ahh! Lo vedi che succede quando uno fa sempre gli scherzi?"

Ma veniamo alla ricetta. Questa zuppa di vongole é ispirata alla famosa New England Clam Chowder. La clam chowder però prevede l'utilizzo di bacon e panna. Io ho sostituito il bacon con la pancetta e la panna con il latte solamente, che resta più leggera. Ho anche aggiunto il vino bianco che dà un retrogusto più delicato.

Ingredienti
  • 500gr di vongole
  • 2 patate grandi
  • 1 gambo di sedano
  • 50gr di pancetta
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiai di farina
  • 500lt di latte intero
  • 500lt di brodo di pesce
  • olio
  • sale e pepe
Fate aprire le vongole in una pentola coperta con un po' di acqua. Eliminate i gusci, filtrate il succo e tenetelo da parte. Soffriggete la pancetta in un cucchiaio d'olio, aggiungete le patate tagliate a dadini, il sedano tagliato e le vongole con la loro acqua di cottura filtrata. Mescolate con un cucchiaio e sfumate a fiamma alta, con un bicchiere di vino bianco per un paio di minuti. Aggiungete il brodo di pesce, coprite e fate cuocere per 15 minuti circa o fino a quando le patate non saranno tenere. Mescolate con una frusta il latte e la farina in un pentolino a parte, fino a quando non ci saranno grumi. Versatelo nella pentola insieme alle vongole e mescolate fino a quando la zuppa non avrá raggiunto una consistenza piú densa. Se avete aggiunto troppa acqua o troppo latte, aggiungete ancora un po' di farina, se invece risulta troppo densa, aggiungete latte o altro brodo.

Vino: Bianchi campani (Fiano, Greco, Coda di Volpe, Falanghina) a vendemmia tardiva.

SognandoSognando: sognare farina di grano indica abbondanza e benessere; sognare di comprare farina indica notizie piacevoli.

NaturalmenteNaturalmente: La patata (Solanum Tuberosum) è una pianta erbacea di cui tutti noi bene o male conosciamo ed utilizziamo il tubero, ricco di amido, molti sali minerali, potassio, fosforo, calcio, ferro, sodio, molte vitamine B1, B2, B6 e C., acido pantontenico e folico. La patata è molto usata in cucina ma ha anche ottime possibiltà di utilizzo per la nostra pelle. Il succo ricavato dalla centrifuga può essere usato come lozione per scottature, pelli arrossate e secche. La polpa cruda grattuggiata miscelata a olio e.v.o. puó anch'essa essere usata contro le scottature, le screpolature della pelle e per i geloni, grazie al suo effetto lenitivo e antinfiammatorio.

20 March 2006


Le capesante qui in Inghilterra si trovano sempre sul banco del pesce, anche se costano un po' di più rispetto al resto dei crostacei, non so bene perché, ma intanto ci sono. Uno dei modi per cucinarle secondo me è proprio questo, semplice ma di sicuro successo. Vanno infarinate e soffritte appena con un po' di burro, senza nemmeno aggiungerci sale. L'aceto balsamico poi farà il resto. Succulente non é nemmeno la parola esatta. Per una divoratrice di ostriche come me, credo di poter dire che le capesante così condite quasi superano le ostriche stesse. Va beh, diciamo pari merito!

Ingredienti
Infarinate leggermente le capesante, soffriggetele in una padella appena imburrata per circa 2 minuti per lato o fino a quando non saranno dorate. Mettetele nei piatti di portata o usate i gusci stessi se li avete, decorati con qualche foglia d'insalata o foglie di spinaci. Irrorate con qualche goccia di a.b.t.m. e servite subito ben calde.

Vino: Champagne Brut Rosè o altro spumante analogo


Sognando: sognare pesce vivo indica che state facendo valutazioni obiettive; sognare pesce morto indica speranze che cadono; sognare pesce fritto indica calunnie dannose; sognare pesce affumicato indica lavoro duro e tormentato; sognare pesce fresco indica che riceverete una sorpresa meravigliosa; sognare pesce che puzza indica cambiamento d'indirizzo sociale; sognare di comprare pesce indica arrivo di denaro; sognare di vendere pesce indica miglioramenti progressivi.

NaturalmenteNaturalmente: L'aceto balsamico (26 cal per dl) è ricchissimo di vitamina C, sali minerali, aminoacidi e proteine. L'utilizzo in cucina rende più digeribili i cibi, aiutando la secrezione di saliva, succhi gastrici. 1 cucchiaino di aceto balsamico alla mattina rinforza le pareti di stomaco ed intenstino. Inoltre queste sostanze protettive aiutano anche a lenire e purificare pelli miste/grasse e acneiche.

English please
Pan fried scallops with traditional balsamic vinegar


Ingredients
  • scallops
  • flour
  • butter
  • aceto balsamico tradizionale di Modena
  • a few leaf of salad or baby spinach
Lightly coat the scallops with flour. Melt a bit of butter into a frying pan. Fry the scallops lightly about 2 minuts each side or until golden, not brown. Arrange them on a plate or in their shells, where you previously put some fresh salad leaves or baby spinach leaves. Guarnish with some drops of balsamic vinegar and serve immediately while still warm.

17 March 2006



Ce l'abbiamo fatta, a tornare. Si vede che oggi é proprio venerdì 17! Dedico questa buonissima torta, al mio amico Frank. Buon Compleanno Frank! E 1000 di questi giorni!

Ingredienti
  • 200gr di farina
  • 175gr di zucchero
  • 175gr di burro
  • 1 cucchiaio di lievito per dolci
  • 1 uovo
  • 200ml di latte
  • 100gr di cioccolato bianco
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 50gr di noccioline tritate grossolanamente
Mettete il burro morbido, lo zucchero, l'uovo, la farina, il lievito, la cannella e il latte in una terrina. Sbattete con un sbattitore elettrico fino a formare un composto senza grumi. Versate metà di questo composto in uno stampo a cerniera di 20cm precedentemente imburrato ed infarinato. Adagiatevi sopra i quadratini di cioccolato al latte spezzettati. Versate sopra il restante composto e livellate con una spatola. Versate le noccioline tritate grossolanamente in maniera omogenea. Cuocete in forno pre-riscaldato a 180 C per 1 ora e 10 minuti o fino a quando non sarà ben cotto anche all'interno. Controllate con uno stuzzicadenti. Se a metà cottura la parte superiore dovesse arrossarsi troppo, copritelo con un foglio di carta da forno per evitare che si bruci. Lasciate raffreddare nel forno spento con lo sportellino semi-aperto.

Vino: Bianco dolce: Erbaluce di Caluso Passito (Piemonte)

SognandoSognando:
sognare noci indica pazzia e confusione. Sognare di mangiare noci indica prosperità e riuscita.

NaturalmenteNaturalmente: Il nocciolo, nome botanico Corylus avellana L. è un albero dalle molte proprietà sia per quanto riguarda le foglie e rametti ricchi di flavonoidi e tannini dall'azione venotonica e cicatrizzante, sia per il delizioso frutto, la nocciola appunto. La nocciola infatti è un alimento ricco di proteine (15%), sali minerali, vitamine ed anche grassi ovviamente ed infatti dalla spremitura delle nocciole si ricava l'olio di nocciolo, ottimo per chi ha la pelle grassa o soffre di acne, infatti ha un buon potere astrigente e chiude i pori della pelle.
Una golosità che fa anche bene in caso di tosse o abbassamenti di voce è quella di mescolare delle nocciole tritate ricche di oli emollienti con del miele da gustare a cucchiani 2 o 3 volte al giorno. Un delizioso toccasana.

16 March 2006

Naturalmente Qualcuno lo ha giá notato, qualcun'altro no, qualcuno lo noterá sicuramente nei prossimi giorni. Nel post precedente avrete visto questa nuova icona che porta il nome di Naturalmente.
Ebbene, Naturalmente da oggi diventa un'appuntamento quotidiano che racchiude piccole pillole, suggerimenti e consigli di bellezza per il corpo ma anche per lo spirito e l'ambiente che vi circonda.
L'idea nasce principalmente da un'interesse del tutto personale all'argomento benessere, che parte dall'amore per la natura in generale e a quello per gli ingredienti ed i cibi naturali applicati anche alla bellezza psico-fisica. Interesse che risale a molto tempo fa, da quando per esempio le uova non le mangiavo solamente, ma metá (i bianchi sbattuti e mescolati a miele e limone) finivano in faccia per una bella maschera e i rossi suoi capelli per rinforzarli.

Di certo io non potrei andare oltre tutto questo. E chi puó parlare di tutte queste cose meglio di me? Lei, la mitica, ineguagliabile, Terry! Si, ancora lei!
Ci abbiamo pensato e ripensato a come era meglio impostare questi consigli ed alla fine abbiamo deciso. Ho chiesto a Terry di donarci la sua conoscenza in merito e di regalarci perle di saggezza quotidiane che per la maggior parte delle volte faranno riferimento agli ingredienti menzionati nella ricetta del giorno.


Terry non é solo appasionata di erboristeria e cose naturali, ma le ha anche approfondite da qualche anno a questa parte con un corso di erboristeria, 2 corsi di aromaterapia, tanti libri, tanti esperimenti e tanto amore per tutto ció che é naturale.


Grazie
sin da ora Terry, sono sicura che le tue pillole quotidiane saranno di grande aiuto a molti di noi!

La scorsa settimana non é stata solo la volta del bellissimo pacchetto di Terry, ma il giorno dopo il postino ha ribussato alla mia porta (perché ho il campanello rotto) e mi ha consegnato un altro splendido pacco. Anche in quel caso, ho pensato che fosse arrivato il mio BBM Cookbook. E invece no! E chi lo manda stavolta? Niente meno che Mr. Frank, direttamente da Treviso, vicinissimo alla Terry! Per chi non lo sapesse, Frank è un assiduo visitatore di questo ed altri food blog nonché appassionato di cibo e cucina, nonché suggeritore di valide ricette tra le quali ricordo una per tutte, la discussa eccellente Torta alla Franco (tipo Barozzi).

Un trionfo tutto Veneto, con prodotti assolutamente locali che meglio rappresentano questa terra che non ho ancora avuto modo di visitare, ma nella quale sono stata solo di passaggio, per ora. Il pacchetto, (e che pacchetto!) a parte i Bigoli, conteneva anche un vasetto di salsa per condire i bigoli, un bellissimo vasetto di radicchio rosso trevigiano in agrodolce (buonissimo già spazzolato!), un altro bellissimo vasetto di paté di radicchio rosso, e una bottiglietta di vino Fragolino bianco dolce, omaggio di un amico di Frank, che lo produce in quantità limitate. Quindi grazie anche all'amico di Frank del quale ancora ignoro il nome! A noi é piaciuto molto, fruttato, odorante di pesca e miele.

BigoliMa torniamo ai famosi Bigoli, dei quali non avevo mai sentito parlare prima. A prima vista sembrano dei semplici spaghetti ma più scuri, molto più scuri. Sempre a prima vista, danno l'idea di essere sottili, mentre cuocendo diventano belli cicciotti e ricordano quasi un bucatino (senza buco). Allora mi sono fatta spiegare da Frank che cosa sono questi Bigoli e che significa bigolo. Ricordo a tutti che le mie origini sono al 99.9 per cento pugliesi e che per me le cime di rape stanno ai bigoli come per molti i bigoli stanno alle scartddat!

Frank, ma che vuol dire bigolo?
- I bigoli (bigoi in dialetto) sono così chiamati perché nella forma ricordano i vermi, lombrichi e affini. Tutto quello che ha una forma analoga può essere definito 'bigolo'. E qui mi fermo...

Come mai sono così scuri rispetto ad un normale spaghetto?
- I Bigoli sono fatti solo con semola di grano duro alla quale è stata lasciata una parte di crusca. Ecco perché sono più scuri e di consistenza più soda rispetto ai normali spaghetti.

Come si mangiano?
- Si fanno di solito 'in salsa', fatta a partire dagli ingredienti freschi, sarde dissalate (ammessi i filetti di acciuga), tanta cipolla e olio evo (c'è chi ci aggiunge anche la cannella come nel vasetto) ed io ti consiglio di aggiungere anche una foglia d'alloro, è sicuramente migliore.

Ovviamente io avevo il vasetto già pronto inviatomi da Frank (cipolle, acciughe, olio d'oliva, aceto, sale, cannella, pepe) e gli ho subito provati conditi così, anche perché trovare le sarde qui, mi viene un tantino difficile. Ho scoperto dei prodotti nuovi dei quali ignoravo l'esistenza, ed anche se non avrò modo di rimangiare i bigoli in un futuro prossimo, cercherò di riprodurre la salsa con qualche filetto di acciuga, perché era veramente ma veramente buona!
Se volete preparare la salsa da voi, seguite le istruzioni di Sandra, che guarda caso ha postato la ricetta dei Bigoi in salsa proprio qualche giorno fa! Quando si dice it's a kind of magic!

Per concludere. Qui sembra sempre Natale ed io non lo so se merito tutti questi pacchetti, ma voglio dire che qualsiasi ringraziamento io faccia, non sarà mai abbastanza per trasmettere lo stesso affetto e la stessa gioia che ricevo da voi. Grazie Frank, grazie veramente. Un giorno quella cena, ce la faremo per davvero.

Vino: bianco: Soave (Veneto), anche rossi veneti non troppo potenti e serviti freschi: Valpolicella, Tocai Rosso, Bardolino

SognandoSognando:
sognare pasta di farina indica vita tranquilla

NaturalmenteNaturalmente: L'olio extra vergine di oliva viene ricavato dalla spremitura a freddo delle olive e come tutti ben sanno in Italia ne esistono di infinite varietà e qualità uno più buono dell'altro. L'olio e.v.o. è ricco di acidi grassi insaturi ed è un alimento fondamentale per la nostra dieta, per l'azione benefica sul complesso metabolismo dei lipidi e per molte altre cose ancora. A volte si va in erboristeria e si spendono soldini per scrub e creme varie, ma provate ad aprire la dispensa e prima di entrare in vasca per un bagno rilassante o prima di una doccia, tirate fuori il vostro buon olio e.v.o. e dello zucchero. Preparate un esfoliante delicato e nutriente con 3 cucchiai di olio e.v.o. e 2 cucchiai di zucchero. Massagiate con cura tutto il corpo e procedete con la vostra doccia o bagno. Una coccola per lo spirito e per il corpo.

15 March 2006



Qualche post fa
come ben sapete, si é parlato di Aceto Balsamico Tradizione di Modena, grazie ad un intervento precedente di Omar, il quale parlando di ABTM mi invió un campioncino di aceto, prodotto direttamente da Omar e la sua famiglia.

Alcuni di voi chiesero di potere avere lo stesso privilegio di assaggiare un prodotto cosí unico e Omar oggi vi da la possibilitá di farlo. Ha preparato e confezionato con le sue manine, 5 bottigliette di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena di 50ml ciascuna.

L'ABTM in questione é stato assaggiato e valutato da un responsabile di zona, ovvero coloui che riceve tutti i campioni di ABTM per il palio di San Giovanni e che diventerá presto assaggiatore ufficiale della consorteria dell'ABTM, la quale richiede qualche anno di corsi tenuti appunto al consorzio.

Omar ha fatto il resto, aggiungendo la passione e l'amore per i prodotti della sua terra. Oggi vi propone un assaggio, o come simpaticamente mi ha detto qualche tempo fa, un "tasting the difference", dandovi la possibilitá di acquistare la bottiglietta che vedete a soli 20 Euro. I 20 Euro che pagate sono un prezzo simbolico ed includono le spese di spedizione. Potete pagare a mezzo vaglia postale oppure online utilizzando il servizio di PayPal. L'aceto vi sará spedito da Omar, una volta che il pagamento sará stato ricevuto.

Le prime 5 persone che si prenoteranno attraverso il link nella finestra dei commenti, dichiarando espressamente di volerne acquistare una, saranno i fortunati che riceveranno nella stessa finestra l'indirizzo di Omar, da contattare per inviare i propri dati e mettersi daccordo sui termini di pagamento.

Se volete saperne di piú sull'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, potete leggere il post di qualche settimana fa e se avete ancora dei dubbi, curiosate l'approfondimento curato da Elisa. Se non siete ancora convinti, vi dico che non ha niente a che vedere con l'aceto balsamico che fino ad ora avete assaggiato, ed io l'ho trovato unico, talmente unico che é difficile da descrivere. Provare per credere!

La stessa iniziativa sará promossa sul blog inglese. Se dovesse avanzare qualche bottiglietta, la spostiamo di qua e viceversa. Buon ABTM a tutti!

(foto ABTM by Omar)

14 March 2006



Che fretta c'era, maledetta primavera! E infatti non ha nessuna fretta, lei, tant'è che ci dobbiamo ancora nutrire di zuppe calde per far fronte a questo marzo che più pazzo non si può. In ogni caso la zuppa è sempre gradita e per chi continua ad essere a dieta, questa potrebbe essere un'altra piccola idea, con il consiglio di non frullare affatto le lenticchie perché si sa, masticando, si ha ancora di più la sensazione di essere sazi.

Ingredienti

  • 150gr di lenticchie
  • 2 cipolle
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 lattine di pomodori
  • 2 litri di brodo di pollo (o vegetale)
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • 1 cucchiaino di paprika piccante
  • 1 cucchiaino di pepe nero macinato
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • olio
  • sale
  • coriandolo fresco
Tagliate la cipolla a fettine e schiacciate l'aglio. Soffriggete entrambe in una pentola con un po' d'olio. Aggiungete le lenticchie, i pomodori pelati o a cubetti, il brodo e le spezie. Salate. Portate ad ebollizione e cuocete a fuoco basso per circa 1 ora e mezza o fino a quando le lenticchie non saranno tenere. Ovviamente riducete i tempi di cottura se le lenticchie sono state a mollo o se sono di quel tipo che cuoce molto rapidamente e di conseguenza anche la quantità di brodo.
Frullate le lenticchie lasciando da parte un po' di lenticchie intere. Riportate il purè nella pentola con il resto delle lenticchie, riscaldate e servite caldo guarnendo con foglie fresche di coriandolo.

Sognando: sognare lenticchie indica che state vivendo un periodo estenuante dal punto di vista emotivo.

Vino: Montefalco Rosso (Umbria), Rosso di Montalcino (Toscana) o altri rossi toscani a base sangiovese in versioni non troppo impegnative (Chianti, Morellino, Rosso di Montepulciano); anche Sangiovese di Romagna.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...