Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

26 March 2006

Va bene, avevo detto niente piú MeMe e invece rieccomi qui. Maria Giovanna mi ha gentilmente invitata ed io non ho potuto deluderla, tanto piú che colgo l'occasione per darle il benvenuto nel mondo dei food blog! Grazie dell'invito Maria Giovanna, a buon rendere! :)

Dopo aver letto il suo invito, io e Gus Gus siamo andati a fare un giro nel piovoso centro cittadino, armati d'impermeabili come se fossimo in Amazzonia. Eravamo gli unici due vestiti. Cammina e cammina siamo incianpati nella vetrina di un nuovo ristorante. Ristorante di pesce, dice il cartello. In realtá é un remake del vecchio ristorante di pesce dove facevano il famoso "Fish & Chips". Ci siamo fermati a guardare il menu. Hai visto mai che oltre ai tavoli e alle tovaglie hanno anche cambiato chef? E invece no. Non ho potuto fare a meno di fotografare questo pezzo del menu. Il resto, ve lo risparmio.

Gus Gus si é volontariamente offerto di compilare questo MeMe, ed io gli ho ceduto volentieri la parola, ma la prima di queste dieci cose l'ho voluta proprio scrivere anche se 10 non bastano...

1.
Vorrei che nei ristoranti Inglesi la smettessero di propinarci cose di questo tipo. Notare il prezzo (11.50 Euro circa) e gli ingredienti (prosciutto, cipolla, erbe miste, crema di formaggio). E qui mi fermo...



2. Vorrei che non mi chiedessero: "Have you booked?" anche se é evidente che il ristorante é tristemente deserto e non verrá nessuno.

3. Vorrei che non mi chiedessero se voglio una birra appena appoggio il culo sulla sedia.

4. Vorrei che non mi chiedessero se voglio il pepe sulla pizza.

5. Vorrei che il pepe, il sale, l'olio, l'aceto e il pane fossero sulla tavola.

6. Vorrei che la cameriera non mi chiedesse ogni 5 minuti "Is everything allright?" Non gliene frega niente e vuole solo la mancia. Everything is not allright!

7. Vorrei che qualcuno spiegasse allo "chef" che c'é tutto un mondo da esplorare oltre al contorno di verdure lesse e scondite.

8. Vorrei che non mi chiedessero se il caffe espresso lo voglio "small, large or supersized".

9. Vorrei che la smettessero di riempire i menu' di "Mariniere", "Bolognaise" e "Carbonair".

10. Insomma non vorrei mai piú dovere entrare in un ristorante in Inghilterra.

21 comments:

  1. May I suggest? Un ristorante indiano, messicano, libanese? Solo per non dire cinese. Oppure, se sei a Londra e in vena di svenarti, la tana di qualcuna delle chef donne australiane o neozelandesi. Io però preferisco se stai a casa e cucini tu così aprofittiamo pure noi ;-) Kat
    ps: serve cura omeopatica tipo spedizione immediata di farina di grano duro e ricotta da raspa?

    ReplyDelete
  2. Povera cara, vita dura per una buongustaia come te! Bombardata continuamente da spahetti with 'meet balls' eh?

    ReplyDelete
  3. :-DD
    Fiore vi aspetto qui...
    Un buon ristorante lo troviamo!!
    Dai che a casa si mangia meglio!!
    P.s.ma mica son tutti così in Inghilterra, no??
    Un abbraccio
    Sandra

    ReplyDelete
  4. sandra , lo so che a casa si mangia meglio, infatti é quello che facciamo piú spesso, ma vuoi mettere ogni tanto il piacere di essere serviti e riveriti? qui siamo ancora alle cose basic, e non parlo di un ristorante italiano, ma nel caso specifico di uno che si spaccia per Ristorante di pesce, in Devon, in riva al mare. Uno si aspetta qualcosa di piú che un misto di salsa strana su un letto di spaghetti. Ma dove sta la carbonara? Per non parlare dei Tradizionali Spaghetti Bolognese, fatti con carne macinata e funghi. :/

    no, non sono tutti cosí i ristoranti, alcuni sono anche peggio! il fatto é che dopo quasi 10 anni di vita all'estero, ne abbiamo visti di tutti i colori di ristoranti e la lista sarebbe infinita. mentre voi vi arrovellate tra sommelier, carte di vino, carte di oli e persino di aceto, noi é giá tanto se riusciamo a trovare un posto dove si mangia appena decentemente. il che significa spendere sulle 120 sterline a cranio ed uscire con lo stomaco vuoto. dopo due minuti non ti ricordi nemmeno che hai mangiato! ;)

    sono d'accordo Kat , che se vuoi mangiare qualcosa di decente é meglio buttarsi sui ristoranti etnici, ma Torquay non é Londra ed é quello che cerco di spiegare sempre. Quando si pensa all'Inghilterra si pensa sempre a Londra, ma il resto?
    Come fai a non arrabbiarti se vedi un ristorante di pesce a picco sul mare che ti fa una finta carbonara a quasi 8 sterline? Secondo me dopo anni di menu cosí, verrebbe la nausea a chiunque di certi posti...
    la farina di grano duro la compro online, non ho ben capito perché al super ci sono tutti i tipi di farina tranne quella. peró si vende la semolina, che loro dicono che va bene per fare la pasta, ma non é proprio la stessa cosa ne? :D

    julie , un'"incontro di palle" sarebbe persino migliore di un piatto di Spaghetti meat balls . Un piccolo lapsus che mi ha fatto molto ridere! ma rende benissimo l'idea. (^_*)

    ReplyDelete
  5. Per la semola di grano duro, prova con quella da cous-cous (fine). Magari la trovi nel reparto "etnici" assieme ai ravioli blognaise in scatola :-(
    Remy

    ReplyDelete
  6. errata corrige: 120 Euro a testa, non 120 sterline :D

    ReplyDelete
  7. Ti ringrazio per il benvenuto e per aver accettato il mio invito, a buon rendere......Baci

    ReplyDelete
  8. Serata tra colleghi.

    Quasi 10 anni fa quando sono arrivato in Inghilterra avevo ancora l'entusiasmo dell'ingenuo.
    Ho aderito con entusiasmo alla prima serata tra colleghi. Il piano mi sembrava allettante, una birretta al pub e poi al ristorante indiano. A me e' sempre piaciuto provare cucine nuove e conoscere culture diverse. Non vedevo l'ora.
    La serata inizia subito dopo il lavoro, verso le sei. Al primo giro di birra prendo una "ale" inglese. Una birra fantastica molto diversa dalle birre del continente. Tutto comincia per il verso giusto.
    Cinque ore dopo quando il pub suona la campana dell'ultimo giro ho perso da un pezzo tutto l'entusiasmo. Sono a digiuno da mezzogiorno e mi sono bevuto, 6, dico "sei" pinte di birra. Ho anche fatto la figura della femminuccia. Tutti gli altri infatti sono intorno alla dozzina di pinte. (sei bei litri).
    Mi sembra di avere un boa da subacqueo che si gonfia nello stomaco e un petardo che mi esplode nel cervello. Mi aggiro come galleggiando per questo pub immerso in una nuvola di fumo da sigaretta.
    Vorrei andarmene ma non sarebbe carino.
    E' il momento del ristorante. E' stato scelto in base a regole ben precise. La qualita' del cibo non rientra tra queste. Viene scelto perche': Primo: cinque portate 30 mila lire (quello che risparmi in cibo lo bevi in birra), secondo e' vicino e terzo e' indiano, quindi piccantissimo e quindi ti aiuta a bere ancora di piu'.
    Non c'e' ristorante inglese dove appena entri non ti chiedano cosa vuoi da bere. Ancora prima di sedersi abbiamo un'altra pinta in mano. Vorrei piangere. Il menu e' un tipico menu' indiano e quindi fa cosi:
    Pollo Vindaloo
    Agnello Vindaloo
    Gamberi Vindaloo
    Verdure Vindaloo
    Riso Vindaloo

    Pollo Karma
    Agnello Karma
    Gamberi Karma
    Verdure Karma
    Riso Karma

    Pollo Masala
    ...

    ... Va avanti cosi' per cinque pagine. Quello che differenzia un Vindaloo da un Karma o da un Masala e' solo il grado di piccantezza. Vindaloo e' quello cosi' piccante che si potrebbe benissimo usare per uccidere i topi in cucina.
    Per fortuna ormai sono cosi' ubriaco che del pranzo non ricordo molto.
    Ho solo un ultimo ricordo: Il mio capo che ordina una Sambuca, le da fuoco, prova a bersela tutta d'un sorso, sbaglia un po' la mira e se la versa in faccia. Ustioni serie sulla bocca e il collo.
    I dettagli del dopo cena ve li risparmio.

    ReplyDelete
  9. Brava, Fiordizucca!

    First of all I love your new banner. It's beautiful.

    Secondly, I share so many of your restaurant dislikes. In particular #9.

    Wonderful MeMe response!

    ReplyDelete
  10. ma che bello il vestitino primaverile! splendido, davvero.

    ReplyDelete
  11. Non immaginavo proprio che la situazione fosse così grave.
    Adesso capisco perchè, ogni tanto, andate a 'catturare' il cibo invece di comperarlo :))
    E' una necessità più che un hobby!

    ReplyDelete
  12. :D:D:D
    Siamo Anto, Gab e Zora che ridono al racconto di Gus Gus!
    Ma ordinare mezza pinta di birra è un'eresia?

    ReplyDelete
  13. Ciao Fiore!
    Poveri Fiore e GusGus in balia di ristopub molto english!
    Fiore mi sai dire cosa significa sognare una bella pianta di basilico?

    ReplyDelete
  14. Come ti capisco... qui a Stoccolma la Carbonara è fatta con bacon, panna, formaggio (non si sa quale) e un uovo crudo appoggiato sopra nel suo guscio...

    L'ho provata una volta il primo anno che sono arrivata qui e poi mai più.

    Ciao.

    ReplyDelete
  15. Very funny! I'm still smiling. How difficult it is to get the balance right between service that is over keen, and just as bad where you feel as if you're interrupting the waitresse's conversations, or need to shout in the kitchen, "is anyone alive?" A friend and I compiled a marking system for restaurants we visited. Out of a possible 20 marks, 5 were allocated for the food, 5 for the service, 5 for the ambiance and 5 for the price. I must say nobody ever got a full 20 with all the ingredients for the perfect dining experience. P.S Perhaps I should have added the company you share as another 5 points.....(Terry = 6) :-) Bisk

    ReplyDelete
  16. biscottino , I am really glad you pointed it out as well, so it isn't just us that think the service is bad.
    Sometimes country pubs are the best places to eat, where at least they have a traditional english menu, which is not that bad if home made.
    What makes me mad, is to read that a "CHEF", cooks something that it's not even what it represents. It's like I went opening a reastaurant in Italy and called a "fish & chips" some fried shrimps and baked potatoes. Is that how a "Chef" is supposed to be? Or does it only sounds cool to have the word on the menu?

    sabrina , sono contenta che tu mi capisci! Non sono mai stata a Stoccolma ma credo che la situazione, come dici, non dev'essere diversa. Io non mi sogno neanche lontanamente di mangiare pasta nei ristoranti. soprattutto quando devi specificare che al dente significa "al dente" e non colla :))

    francesca , non ho informazioni certe sul basilico ma ho interpellato mia madre che in merito ne sa una piú delle streghe. ti faccio sapere appena so :))

    zora , ordinare una mezza pinta non é reato, infatti esiste la mezza pinta. solo che se esci in compagnia come é successo a Gus, se resti l'unico sobrio é ancora piú triste che se ti ubriachi insieme a loro :))

    Frank , é anche una passione quella per gli ingredienti naturali. io adoro andare fuori per boschi, mi porto sempre qualche busta , non si sa mai che riesca a raccogliere qualcosa da mangiare! :)) forse é anche una tradizione di famiglia. i miei nonni erano contadini ed ora anche mio padre da qualche anno ha il suo orto. da piccola sono sempre andata a funghi, in campagna, e a pesca con mio padre. non c'é niente di meglio che mangiare qualcosa che hai raccolto con le tue stesse mani. :)

    pimms , grazie!

    ciao ivonne :) allora anche in canada avete la famosa Carbonair? Almeno inventassero un nome nuovo e ci facessero quello che vogliono. Che poi io la Carbonara in Italia non so nemmeno se la fanno nei ristoranti! Per noi é proprio quel piatto last minute quando non hai niente altro da mangiare! :))

    ReplyDelete
  17. Oh my god...la carbonara e` uno di quei piatti sulle cui variazioni non transigo, appartenendo alla cucina tradizionale romana...il massimo cui ho assistito in UK e` stato l'aggiunta di panna in un ristorante ITALIANO, di calabresi precisamente...bleah!
    Questi qui meglio se avessero continuato a friggere fish&chips!!

    Vedo solo ora il nuovo layout: bello il daffodil primaverile e il font per fiordizucca, nei due colori tipici :))

    ReplyDelete
  18. ely , stai tranquilla che il F&C é un'altro dei loro piatti dello Chef. Stesso ristorante intendo :) Eh per il loro il "pesce" é quello!!! cribbio!!

    baci ;)

    ReplyDelete
  19. come capisco... io vivo in Svizzera e vedo che ci sono tanti punti in comune con l'Inghilterra, purtroppo anche il servizio offerto da molti ristoranti lascia alquanto desiderare. Mi piacerebbe più passione per il cibo...
    Franci

    ReplyDelete
  20. Cara Fiò,
    incredibile la coincidenza di trovare il tuo post giusto dopo una seratina in un ristorante nel quale non metterò più piede!
    Nel caso passassi da Firenze, prima leggi:
    http://www.cooker.net/forum/378A37B6958EAFF28625713E002F8B62
    Baci baci C.

    ReplyDelete
  21. Arrivo solo ora a questo post e avendo passato anch'io del tempo in Inghilterra, capisco BENISSIMO tutti i tuoi punti, dal primo all'ultimo! Anche noi per 5 anni ci siamo imbattuti in posti tremendi a prezzi assurdi! E poi per le cene dei colleghi, non parliamone nemmeno: quanti barbeque sotto la pioggia??? E loro si ostinano...
    La mancanza di gusto degli inglesi mi ha sempre sconvolto... Di ristoranti italiani ho avuto il coraggio di provarne solo uno e mai più ci sono entrata! Noi ci facevamo anche mezz'ora di macchina pur di andare all'indiano buono... Ma vivevamo in una zona "forunata", tra Beedford e Cambridge...
    Resisti!!! ;-))

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...