Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

24 September 2009



Sono nel mio periodo sperimentale, nonché confusionale, nonché. Cercavo dei mirtilli blu, poi del cioccolato bianco, poi dei lamponi per farci un'altra cosa che magari farò ugualmente, ma mi sono capitati i kiwi sott'occhio, in una piccola cassetta sul lato sinistro del bancone di frutta e verdura. Non entrano quasi mai nel mio cestino della spesa, chissà perchè. Eppure, 3 kiwi 1 sterlina, se non ricordo male. Il prezzo mi pare anche politico. Mi ricordo una volta, tanti anni fa, qualcuno mi disse che mangiare i kiwi insieme alla loro buccia faceva bene, che era ricca di vitamine e che si poteva mangiare benissimo. Chi me lo disse, dimenticò di dire che per mangiare la scorzetta dei kiwi, bisognava prima spazzolarli per bene per eliminare le micro spine. Beh, immaginatevi voi l'effetto che fa la scorza di un kiwi sulla lingua. Un piccolo trauma che però non mi ha impedito di avventurarmi, sia nell'acquisto che nella preparazione di una ricetta dall'abbinamento bizzarro. Ad onor del vero, ho trovato più interessante l'abbinamento con i gamberi e i kiwi, ma servito a piccole dosi, per i palati più avventurosi, anche il pesce ci sta.

Ingredienti
  • filetto di pesce bianco tipo merluzzo
  • prezzemolo
  • olio d'oliva
  • kiwi
  • sale, pepe
  • gamberi a piacere
Cuocete il pesce a vapore e frullatelo insieme al prezzemolo aggiungendo olio d'oliva a filo finché non avrete ottenuto un composto morbido. Sbucciate i kiwi e frullateli insieme ad un po' di olio d'oliva, sale e pepe. Servite il pesce mantecato con la salsina di kiwi e decorate con prezzemolo e gamberi cotti sgusciati.

Sognando: sognare un prato verde indica invito gradito; sognare un tessuto verde indica progetti entusiasmanti; sognare un vestito verde indica trattative laboriose; sognare una pianta verde indica riconoscimento meritato; sognare di essere al verde indica fantasticherie inutili.

Parolando: Con il termine mantecare si definisce il mescolare un qualsiasi ingrediente con burro, olio o strutto fino ad ottenere un composto cremoso. La parola deriva dall’arabo mantaco (sacco di pelle) con il quale gli arabi preparavano il burro. Col tempo lo stesso nome venne usato per definire il burro e tutti gli altri grassi usati per condire.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Whitefish with kiwi sauce



Ingredients
  • whitefish fillet
  • parsley
  • olive oil
  • kiwi
  • salt, pepper
  • shrimps to taste
Steam the whitefish fillet, blend it with parsley and olive oil until you get a smooth mixture. Remote the skin from the kiwi fruit, mix them with a bit of olive oil, salt and pepper. Serve the whitefish the kisi sauce and boiled or steamed shrimps to taste.

20 September 2009



Una delle prime volte che ho mangiato una ottima tagine è stato nel sud del Portogallo, qualche anno fa, in un ristorante marocchino. Da allora ho sperimentato con diverse ricette soprattutto di carne di manzo o di agnello, ma con il pesce non avevo ancora mai provato. La tagine per definizione è proprio il nome del piatto, a forma di cono rovesciato, in cui soprattutto i nord africani usano cucinare. Se avete un forno capiente (non come il mio alto quanto una gazzosa) potete cucinare il tutto in forno e direttamente nella tagine, aggiustando i tempi di cottura a quelli che solitamente utilizzereste per cucinare il pesce. Alcune tagine moderne hanno il fondo con un certo spessore di metallo in modo da permettere di rosolare e soffriggere alcuni ingredienti base prima di passare il tutto in forno. In alternativa, una pentola normale andrà più che bene, dato che il filetto di pesce non richiede una cottura particolarmente lunga.

Ingredienti per 1 persona
  • 1 filetto di merluzzo
  • 2 carote
  • 2 pomodori
  • una cipolla piccola
  • 1 spicchio d'aglio
  • mezzo cucchiaino di paprika
  • mezzo cucchiaino di cumino in polvere
  • mezzo cucchiaino di coriandolo in polvere
  • mezzo cucchiaino di curcuma in polvere
  • qualche filo di zafferano
  • olio
  • sale, pepe
  • coriandolo o prezzemolo fresco per decorare
Ingredienti per il cous cous
  • 50gr di cous cous
  • 50ml di acqua
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di olio
In una padella soffriggete lo spicchio d'aglio con la cipolla e tutte le spezie. Lasciate che gli odori si mescolino tra di loro per qualche istante poi aggiungete i pomodori tagliati a cubetti, cuocete per qualche minuto poi aggiungete le carote tagliate per il lungo e mescolate bene aggiustando di sale e pepe. Tagliate il filetto di pesce a pezzi e adagiatelo sopra il soffritto e le carote. Versate mezzo bicchiere d'acqua e cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti. A parte cuocete il cous cous. In un contenitore fondo versate il cous cous, la cannella, l'olio e il sale. Mescolate con una forchetta poi coprite con acqua bollente e coprite il contenitore per circa 10 minuti. Dividete il cous cous con una forchetta e servitelo con il filetto di pesce decorando con foglie di prezzemolo o coriandolo fresco.

Sognando: sognare una pianta di zafferano indica grandi illusioni; sognare zafferano in polvere indica trionfo su difficoltà; sognare di comprare zafferano indica proposte da rifiutare; sognare di condire con lo zafferano indica azioni stravaganti.

Parolando: Il termine zafferano deriva da Za'faran parola dell'Africa settentrionale (in arabo Jafaran). Entrambe si rifanno al persiano antico Sahafaran, radice Asfar, che significa 'giallo'. Nell'antico Egitto si credeva che chi aveva subito un furto, bruciando zafferano, potesse vedere l’immagine del ladro. Omero lo cita insieme al loto ed al giacinto come ornamento del letto di nuvole di Zeus.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Fish tagine



Ingredients for 1 person
  • 1 white fish fillet
  • 2 carrots
  • 2 tomatoes
  • 1 small onion
  • 1 garlic clove
  • half tsp paprika
  • half tsp cumin powder
  • half tsp coriander powder
  • half tsp turmeric powder
  • some saffron threads
  • olive oil
  • salt, pepper
  • fresh coriander or parsley to garnish
Ingredients for the cous cous
  • 50gr cous cous
  • 50ml water
  • 1 pinch cinnamon
  • 1 pinch salt
  • 1 tsp olive oil
Chop the onion and gently fry it in a saucepan with a bit of olive oil, garlic clove and spices. Dice the tomatoes and add them. Cook for a few minutes. Slice the carrots and mix them to the sauce, adjust with salt and pepper and mix well. Cut the fish in small chunks and lay them on top of the carrots. Cover with half glass of water and cook with a lid on for about 15 minutes or until carrots are tender. Prepare the cous cous aside by boiling some water. Mix cous cous, cinnamon, olive oil and salt and mix well. Cover with hot boiling water and leave to stand covered with a lid for 10 minutes. Divide the cous cous with a fork and serve it with the fish tagine. Garnish with fresh coriander or parsley leaves.

13 September 2009



E' scoppiata la mirtillo-mania! C'é un posto qui vicino dove vendono i mirtilli ad un prezzo accessibile. Se fosse per me li comprerei a kilate, ma mi devo accontentare di comprarli a grammi. Non so in Italia, ma qui costano circa 12 sterline al kilo, più o meno lo stesso prezzo delle capesante! Il cake al cioccolato risulta sofficissimo e non molto dolce, quindi va bene per chi come me non ama molto i dolci dolcissimi, soprattutto perché poi la salsa ai mirtilli compensa quella carenza di zucchero, insieme al gelato, se si decide di servirlo. Un dessert veloce ma di sicuro effetto visivo. Il gelato che ho usato era alla fragola e al mascarpone, usate quello che più vi piace prediligendo quelli alla frutta che a mio avviso si abbinano meglio.

Ingredienti per il cake
  • 4 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • 4 cucchiai di acqua tiepida
  • 4 cucchiai di noci tritate
  • 100gr di burro
  • 120gr di zucchero
  • 2 uova intere
  • 100gr di farina auto lievitante (o 100gr di farina e un cucchiaino di lievito)
  • foglie di menta per decorare
Ingredienti per la salsa ai mirtilli
  • 120gr di mirtilli
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • la scorza grattugiata di 1 limone
Sciogliete il cacao in polvere in acqua tiepida a bagno maria, aggiungete il burro e fate sciogliere sempre mescolando, infine aggiungete le noci tritate e mettete da parte. In un altro recipiente, sbattete le uova con lo zucchero per qualche minuto. Aggiungete la farina e continuate e mescolate evitando la formazione di grumi. Versate il composto al cioccolato ed amalgamate con un cucchiaio senza mescolare troppo. Versate in uno stampo unico o più stampi piccoli ed infornate a 180 C per 20/25 minuti. Per la salsa versate i mirtilli in una padella con lo zucchero e la scorza di limone. Cuocete per qualche minuto finché lo zucchero non si sarà sciolto e i mirtilli avranno rilasciato un po' del loro liquido. Servite il cake al cioccolato con la salsa tipieda e gelato a piacere decorando con foglie di menta fresca.

Sognando: sognare gelato alla frutta indica rientro di denaro; sognare gelato alla crema indica illusione ingannevole; sognare di mangiare gelato indica legami sicuri.

Parolando: Sull'origine della parola mirtillo non si ha alcuna notizia. Dalla mitologia greca, però, si sa che Mirtillo era il figlio del dio Mercurio che, pur di sottrarlo agli ardori della dea Afrodite, che se ne era perdutamente invaghita, lo trasformò nella pianta a noi nota. Per questo motivo la dea è anche conosciuta con il nome di Mirte per la passione che ella nutrì sempre per tale pianta.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Walnut chocolate cake with blueberry sauce


Ingredients for the cake
  • 4 Tbsp cocoa powder (sugar free)
  • 4 Tbsp warm water
  • 4 Tbsp ground walnuts
  • 100gr butter
  • 120gr sugar
  • 2 eggs
  • 100gr self raising flour (or 100gr white flour and 1 tsp of baking powder)
  • fresh mint leaves to decorate
Ingredients for the blueberry sauce
  • 120gr blueberries
  • 1 Tbsp sugar
  • grated zest of 1 lemon
Melt the cocoa powder in warm water at bainge marie. Add the butter and mix until melted too, finally add the ground walnuts and set aside. In another bowl, mix the eggs and sugar until fluffy. Add the flour and keep beating until no lumps are formed. Pour the chocolate mixture into the bowl and fold without mixing too much. Pour everything into a cake pan or muffin pan and bake at 180 C for about 20/25 minutes. For the sauce, put sugar, zest and blueberry in a saucepan and cook for a few minutes until the sugar has dissolved and the blueberries have released a bit of their juice. Serve the cake with warm sauce and ice cream of your choice and decorate with fresh mint leaves.

8 September 2009



La coda di rospo, che bontà! In vita mia l'ho mangiata poche volte, forse perché non sapevo fosse così buona, né esattamente sapevo come cucinarla. Forse mia mamma cuoceva questo pesce, dall'aspetto più che sgradevole, aggiungendolo nella zuppa di pesce, ma ne ho un ricordo piuttosto vago. Durante la mia abituale visita dal mio pescivendolo di fiducia, (n.d.r. Fresh Fish From Around The World, 111, Stoke Newington Hight Street, N16 0PH) mi sono imbattuta in un piccolo ma sostanzioso trancio di pesce monaco. Chissà perché gli inglesi lo chiamano pesce monaco e noi coda di rospo. Fatto sta che è il pesce più costoso del banco, se non consideriamo i crostacei come l'aragosta o il granchio, ma tutto sommato ne vale la pena. Un pezzo è finito in insalata, con cipolla e pomodori freschi tagliati a dadini e tanto olio pugliese (biologico, che mio padre ci tiene a dirlo); quel che è avanzato ho voluto provare a cucinarlo con questa salsa speziata e gustosa al curry. Da riprovare con altri tipi di pesce che non si sfaldano, e magari costano anche meno, come per esempio il baccalà.

Ingredienti
  • 200gr di coda di rospo tagliata a pezzetti
  • 1 cipolla media
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaino di peperoncino secco
  • 150gr di yogurt naturale
  • 150ml di acqua calda
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1/2 cucchiaino di garam masala in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1/2 cucchiaino di curry in polvere
  • 1/2 cucchiaino di paprika
  • 1 cucchiaino di semi di mostarda
  • olio d'oliva
  • sale, pepe
  • coriandolo o prezzemolo per decorare
Riscaldate un cucchiaio di olio in una padella. Aggiungete i semi di mostarda, coprite con un coperchio e lasciate tostare per un paio di minuti finché i semi non inizieranno a scoppiettare. Aggiungete la cipolla, poi il peperoncino, l'aglio e soffriggete a fuoco medio per qualche minuto. In una scodella a parte riunite lo yogurt naturale insieme all'acqua calda e alle spezie rimaste e mescolate bene. Se lo yogurt che usate non ha molta consistenza non aggiungete l'acqua. Versate il composto di yogurt nella padella insieme alla passata di pomodoro. Aggiustate di sale e pepe, portate ad ebollizione e cuocete per qualche minuto finché la salsa non si sarà rappresa un po'. Aggiungete la coda di rospo tagliata a pezzetti, cuocete per qualche minuto mescolando bene alla salsa e servite con pane o riso basmati, decorando con prezzemolo o coriandolo fresco.

Sognando: sognare un rospo in casa indica capricci momentanei; sognare un rospo in strada indica interessi contrastati; sognare un rospo che salta indica notizie strane; sognare di vedere un rospo indica inganno d'amore.

Parolando: Con il termine rospo si indica una delle due forme base degli anuri - dal greco an=senza e oura=coda. Il termine deriva dal nome di una delle caratteristiche principali, oltre alla maggiore dimensione, che distingue il rospo dalla rana: la pelle che è bitorzoluta, ruvida, asciutta e dura; e da qui la parola latina rusp che significa appunto, essere ruvido, rigido, duro.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Monkfish in curry sauce


Ingredients
  • 200gr monkfish cut into chunks
  • 1 small chopped onion
  • 1 chopped garlic clove
  • 1 tsp dry chilly
  • 150gr natural yoghurt
  • 150ml hot water
  • 2 Tbsp plain tomato sauce
  • 1/2 tsp garam masala
  • 1/2 tsp ground cumin
  • 1/2 tsp curry powder
  • 1/2 tsp paprika
  • 1 tsp mustard seeds
  • olive oil
  • salt, pepper
  • coriander for garnish
Heat a table spoon of olive oil in a non-stick saucepan. Add the mustard seeds, cover with a lid and leave for a couple of minutes until the seeds start to pop. Add the chopped onion, dry chilly and garlic, sautè for a few minutes. In a bowl aside, mix together the yogurt, hot water and spices. Add the mixture to the saucepan along with the tomato sauce. Bring to a boil then simmer for a few minutes. Finally add the chopped monkfish and cook for a few minutes until cooked through. Adjust with salt and pepper and serve garnished with parsley or fresh coriander leaves. Serve with bread or basmati rice.

2 September 2009



Nell'ultimo lunedì di Agosto cade la cosiddetta Summer Bank Holiday, la festa dell'estate, che coincide anche con i festeggiamenti del Carnevale di Notting Hill, il più grande carnevale al mondo dopo quello di Rio. Un evento al quale probabilmente bisogna partecipare almeno una volta nella vita, solo che quando si parla di migliaia di persone in un unico luogo a me viene già la febbre al solo pensiero di come fare ad uscirne. Così anche quest'anno me lo sono perso, il che significa che dovrò rimanere a Londra almeno per un altro anno!
Il mio bank holiday invece l'ho trascorso a due ore da casa, sulla costa dell'East Sussex, assaporando una giornata tutta rilassante, con un mare azzurro-azzurro come non si vedeva da una vita, una temperatura perfetta di 23 gradi, senza neanche l'ombra di una nuvola. Macchina fotografica? A casa anche questa volta. Ho rivisto Brighton dopo anni, sotto una luce completamente diversa ed apprezzato le gallerie d'arte sul lungomare, la musica live e soprattutto un piatto di ostriche freschissime, accompagnate da un bicchiere di vino bianco secco. Per suggellare la fine dell'estate non potevo desiderare di meglio.
La focaccia, piena di mirtilli dentro e fuori, è uno dei tanti modi per consumare questo frutto di stagione, con un leggero retrogusto al limone, per accompagnare la dolcezza dei frutti blu. Facile da realizzare, appena sfornata è ottima per la colazione, nel pomeriggio perfetta con il tea. Buon mese di Settembre a tutti!

"The sun shines high above, The sounds of laghter, The birds swoop down upon, The crosses of old grey churches, We say that we're in love, While secretly wishing for rain, Sipping coke and playing games. September's here again, September's here again." (David Sylvian "September")

Ingredienti
  • 100gr di zucchero
  • la scorza di 2 limoni
  • 400gr di farina auto lievitante (o una bustina di lievito istantaneo)
  • 1 pizzico di sale
  • 200ml di latte riscaldato
  • 120gr di burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • 150gr di mirtilli
Frullate lo zucchero con la scorza dei limoni. Mescolate la farina con il sale, poi aggiungete 1 terzo dello zucchero e limone, il lievito istantaneo se lo usate e man mano il latte riscaldato, il burro sciolto e l'uovo leggermente sbattuto. Formate una palla liscia e compatta e lasciate lievitare per una decina di minuti. Dividete la pasta e stendete una sfoglia più grande dell'altra. Stendete quella più piccola sul fondo di una teglia, cospargete con metà dei mirtilli e con i due terzi dello zucchero. Coprite con la sfoglia più grande chiudendo bene i lati. Cospargete con l'altra metà dei mirtilli e lo zucchero rimasto. Infornate a 180 C per 25/30 minuti o finchè la focaccia non si è dorata.

Sognando: sognare una focaccia calda indica prossime entrate di denaro; sognare una focaccia nel forno indica promesse e speranze; sognare di fare una focaccia indica forte personalità; sognare di mangiare una focaccia indica rivalità nascosta.

Parolando: Il termine focaccia deriva dall’antico latino "panis focacius" frase che si riferisce al pane cotto al focolare o sotto la cenere. Di solito questo tipo di pane veniva preparato in forma appiattita ed è per questo che è conosciuta anche con il nome di schiacciata.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Blueberry focaccia



Ingredients
  • 100gr sugar
  • zest of 2 lemons
  • 400gr self raising flour (or 1 packet of active dry yeast)
  • 1 pinch salt
  • 200ml warm milk
  • 120gr soft butter
  • 1 egg lightly beaten
  • 150gr blueberries
Blend sugar and lemon zest together and put aside. Mix the flour with salt, 1/3 of the sugar mixture, the dry yeast if you use it, then pour the warm milk, melted butter and a lightly beaten egg. Knead the dough until smooth and leave to raise for 10 minutes. Divide the dough and stretch one sheet slightly bigger than the other. Line the smaller on a baking try, scatter with the other 2/3 of sugar and lemon and half of the blueberries. Cover with the other sheet and press well together. Cover with the remaining sugar and blueberries and bake at 180 C for about 25/30 minutes or until golde on top.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...