Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

31 October 2005



Questa è una di quelle ricette che originariamente intendeva essere una cosa completamente diversa. Sono partita con l'idea di fare dei cestelli di cioccolato ma devo aver sbagliato qualcosa o la cioccolata che ho usato non era quella giusta o era proprio il giorno sbagliato. Tant'è che nonostante li abbia messi a solidificare in freezer, non c'è stato verso di staccare il cioccolato dalla carta.
Ho pensato quindi di riutilizzare il cioccolato riempiendo di muffin. Allora mi sono ricordata che Gaietta mi aveva chiesto se avevo mai usato la farina senza glutine per fare i muffins e che secondo lei il risultato sarebbe stato piuttosto deludente.
Al che ho pensato, esperimento per esperimento, tanto valeva provare a fare i muffin usando solo farina di riso senza mescolarla a quella normale.
Ecco, ho fatto una ricetta partendo da ingredienti che avevo a portata di mano, forse senza molto criterio chimico. Non avrei mai scommesso una lira sulla riuscita di questi muffins, ma ho dovuto ricredermi. Il cioccolato continua a non volersi staccare completamente dalla carta, ma almeno in parte si è riversato direttamente sui muffins, che spezza il gusto della zucca :-)

Ingrendienti: 350gr di marmellata di zucca gialla, 180gr di crema di marroni, 1 uovo intero, 100gr di farina di riso, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia, mezza bustina di lievito per dolci

Unite la marmellata con la crema di marroni e l'uovo sbattuto a parte. Aggiungete l'essenza di vaniglia e poi la farina di riso un po' per volta, infine il lievito. Versate tutto negli stampini di cioccolato e infornate a 200 C per 25 minuti.
Per i cestelli ho semplicemente sciolto del cioccolato a bagno maria (170gr) e ho riempito gli stampini di carta. Messo in frigo per mezz'ora (e poi in freezer) e poi riempito con la pasta dei muffin. Non c'è presenza di zucchero perchè la marmellata e la crema di marroni sono già zuccherate.

Sognando: vedere cioccolato indica agiatezza e benessere. Mangiarlo: prudenza con il denaro. Offrirlo: gelosia in amore. Comprarlo: complicazioni momentanee. Fondente: giudizi frettolosi

Vino: bianco leggero dolce e frizzante: Moscato d’Asti (Piemonte) rosso leggero dolce e frizzante: Brachetto d’Acqui o Malvasia di Castelnuovo don Bosco (Piemonte)

30 October 2005



Per questa ricetta ho scelto di usare i Taglierini verdi agli spinaci, comprati qualche tempo fa durante un soggiorno in Liguria, anche se non sono sicura che questa pasta sia tipica ligure.

Ingredienti: 600gr di polpa di zucca, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 5 filetti di acciuga, finocchietto selvatico, olio, sale

In una padella fate rosolare la cipolla tagliata a fettine e la costa di sedano tagliata a dadini. Aggiungete la zucca tagliata a dadini, salate, bagnate con un po' di acqua e fate cuocere per 15 minuti circa o fino a quando la zucca non si sarà ammorbidita. Aggiungete i filetti di acciuga e fateli sciogliere completamente rompendoli con una forchetta. Amalgamate alla zucca e spegnete.
Cuocete la pasta e versatela nella padella con la zucca. Fate saltare in padella e versate servendo nella zucca! Cospargete con finocchietto selvatico.

Nota:
scegliete una zucca abbastanza piccola e tenera, altrimenti sarà molto difficile scavarla dentro. Lavatela e ricavate il coperchio semplicemente incidendo il contorno con un coltello ben affilato. Pulite l'interno con un cucchiaio eliminando i semi e i filamenti e ricavate la polpa con un cucchiaio se la zucca è abbastanza morbida oppure aiutatevi con un coltello. Quando avete finito sciacquate la zucca e fatela asciugare. Potete conservarci la pasta per il giorno dopo riponendovi il coperchio.

Sognando:
sognare di Halloween rappresenta la morte e l'aldilà. La temporanea sensazione di essere una nuova persona, dove voi vi sentite meno inibiti ed a vostro agio, liberi di esprimere voi stessi.

Vino: bianchi: Oltrepo’ Pavese Riesling Italico o Colli Piacentini Ortrugo (entrambi esistono in versione sia ferma che frizzante), Soave (Veneto), Tocai friulano.

29 October 2005



Per questa ricetta si possono usare lenticchie in scatola, ma se lo fate, assicuratevi che siano buone! Io preferisco sempre partire dall'ingrediente base per quanto mi è possibile.

Ingredienti
  • 300gr di riso jasmine
  • 300gr di gamberi
  • 100gr di lenticchie piccole
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • mezzo cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • mezzo cucchiaino di cardamomo
  • 1 pizzico di paprika piccante
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 foglie di alloro
  • brodo vegetale
  • sale, olio
Dunque cuocete le lenticchie dopo averle messe a bagno almeno per 4/5 ore. Cuocetele poi in acqua appena salata, con due foglie di alloro e per il tempo indicato sulla vostra confezione. In genere le lenticchie piccole si cuociono in mezz'ora, non hanno bisogno di ammollo over night. Scolatele e mettetele da parte, conservando l'acqua.
In una padella tipo wok rosolate una cipolla tritata, con un po' di olio e uno spicchio d'aglio tritato se piace oppure intero.
Cuocete a parte il riso jasmine, per metà del tempo indicato sulla confezione.
Unite quindi le lenticchie, le spezie e il riso al soffritto di cipolla, salate e mescolate.
Coprite con un po' di brodo caldo usando anche l'acqua delle lenticchie per ricoprite tutto di almeno 1 centimetro. Portate ad ebollizione poi fate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti. Aggiungete i gamberi sgusciati e cuocete ancora per 5 minuti mescolando delicatamente e assicurandovi che il riso sia ben cotto prima di spegnere e aggiungendo altro brodo se necessario.

Sognando: sognare alloro rappresenta comprensione. Qualche situazione sta diventando più chiara. Il sogno potrebbe anche rappresentare qualcuno dal quale volete mantenere le distanze e non volete si avvicini troppo a voi.

Vino: bianchi aromatici: Gewurtztraminer, Riesling o Kerner (Alsazia, Germania, Austria, Alto Adige, Trentino, Australia).

28 October 2005



Ancora meglio se mangiato il giorno dopo, come molti altri piatti che hanno bisogno di rimanere li', a giacere per un po', prima di rivelare la loro vera essenza. Questo tortino si può mangiare sia freddo che caldo. Dipende insomma dalla stagione e da dove vi trovate. Credo che il ripieno possa anche variare a seconda dei gusti. Utilizzate spinaci piuttosto che zucchine, o fagiolini piuttosto che asparagi. Sperimentate e se viene fuori qualcosa di ancora più delizioso, fatemi sapere :)

Ingredienti
  • 400gr di riso vialone nano
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cipolla
  • brodo vegetale
  • 500gr di zucchine
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 2 mozzarelle
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • burro
  • sale
Preparate il risotto allo zafferano. Soffriggete la cipolla con una noce di burro, unite il riso, fatelo tostare poi versate il vino e lasciate evaporare. Cuocete quindi aggiungendo il brodo caldo poco alla volta. Unite lo zafferano verso metà cottura. Mantecate infine con il formaggio grattuggiato e lasciate raffreddare.
Lavate le zucchine e lessatele in acqua per 5 minuti o fino a quando non saranno tenere ma non stracotte. Tagliate le mozzarelle a dadini e mettete da parte.
Imburrate una teglia antiaderente di circa 24 centimetri e distribuite metà del riso uniformemente. Versate le zucchine e la mozzarella omogeneamente, schiacciando appena con la forchetta. Salate. Coprite con il riso rimasto in modo da formare uno strato compatto.
Cuocete quindi il tortino per 5 minuti, scuotendo di tanto in tanto per non fare attaccare. Durante la cottura la mozzarella potrebbe perdere un po' della sua acqua e risulterà difficile in questo caso capovolgere il tortino per far cuocere da entrambe le parti. Per fare dorare il tortino anche dall'altro lato, conviene far asciugare l'acqua della mozzarella, poi far raffreddare completamente e capolvogere su un piatto più largo della teglia che avete usato, cercando di non far rompere la torta.

Al primo tentativo potrebbe venire fuori un disastro, (anche al secondo e al terzo) ma non c'è problema! Infatti basterà rovesciare la torta nuovamente nella padella e il riso si ricompatterà come prima.
Se dopo vari tentativi non riuscite, lasciate perdere. Il tortino viene buono lo stesso, riprovate il giorno dopo quando il tortino si sarà assestato completamente. D'altra parte si sa, il giorno dopo tutto ha un sapore migliore!

Sognando: sognare lo zafferano indica amici falsi. Sognare di usare lo zafferano in cucina, indica una pacifica soluzione ai vostri problemi.

Vino: Spumanti bianchi secchi come Oltrepo’ Pavese Pinot Nero Brut. Bianchi fermi: Roero Arneis (Piemonte), Lugana (Lombardia)

27 October 2005



Una crostata veloce per far fuori un po' di mele e qualche fico secco, usando questo metodo semplice, di fare la pasta velocemente usando il mixer.

Ingredienti per la pasta
  • 180gr di farina
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 90ml di olio d'oliva
  • 20gr di Energ
  • 80 ml di acqua (o 1 uovo e 3 cucchiai di acqua fredda)
Ingredienti per il ripieno
  • 3 mele grattugiate
  • 250gr di fichi secchi spezzettati
  • 160ml di Marsala
  • 3 cucchiai di sciroppo d'acero
  • 1 limone
  • 2 cucchiaini rasi di cannella
Si procede inserendo la farina, il sale, l'olio e lo zucchero nel mixer. Mixate per qualche secondo fino a quando avrete ottenuto un composto che sembra essere come quello dei biscotti spezzettati. Continuate a mixare aggiungendo l'Energ (o l'uovo) e l'acqua, fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati bene tra di loro.
Rovesciate il composto su pellicola trasparente e chiudete fino a formare una palla che metterete in frigo a riposare per una ventina di minuti.
Preparate quindi il ripieno. Sempre con il mixer, tritare le mele sbucciate e i fichi secchi, separatamente. Unire questi ingredienti in una terrina, con il succo di 1 limone per evitare che le mele si anneriscano, il Marsala, lo sciroppo d'acero e la cannella. Coprire con un foglio di pellicola trasparente e mettere in frigo a macerare per una mezz'ora.
Riprendete la pasta dal frigo e stendetela in una teglia oleata ed infarinata. Appoggiate la palla di pasta nel centro e con le mani lavorate fino a stenderla bene sui bordi.
Riempite quindi la teglia con il ripieno, stendendo bene con un cucchiaio. Infornate nel forno precedentemente riscaldato a 200 C per 25 minuti. Fatela raffreddare completamente prima di staccarla dalla teglia.

Sognando: sognare fichi indica una svolta positiva in generale ed in particolare nella salute. Vedere crescere fichi simbolizza profitti e ricchezze.

Vino: Marsala

26 October 2005



Detti anche Gnocchi alla romana che io personalmente non ho mai mangiato, nonostante sia reduce da vacanze romane. Non so quale sia la ricetta originale per cui mi attengo a questa che li chiama semplicemente di semolino. La mia variante è la mortadella al posto del prosciutto. Se qualcuno ha più informazioni di me o storielle simpatiche come quella della torta Tatin, mi faccia sapere ;-)

Ingredienti
  • 200gr di semolino
  • 750ml di latte
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • grana in scaglie
  • 80gr di burro
  • 80gr di mortadella tagliata spessa
  • noce moscata
  • sale
In una padella antiaderente, versate il latte, 40gr di burro, un pizzico di sale e un pizzico di noce moscata. Portate ad ebollizione e poi versate il semolino a pioggia mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Cuocete per 20 minuti a fuoco basso mescolando bene per evitare che il semolino si attacchi alla pentola. Togliete il semolino dal fuoco e unite 2 cucchiai di grana grattugiato, e 2 tuorli. Amalgamate uno alla volta e molto velocemente per evitare che l'uovo si rassodi al calore. Inumidite un vassoio da forno e versatevi il semolino livellando in superficie, ottenendo uno spessore di almeno 1 centimetro. Lasciate raffreddare per 1 ora. Stendete su un piano di lavoro, un foglio di carta da forno. Rovesciate la vostra pirofila con il semolino, molto velocemente per evitare che si rompa. Ricavate tanti dischi con un bicchiere o della forma che più vi piace. Sistemate i vostri dischi in una pirofila da forno, cospargete con la mortadella (o prosciutto) tagliato a dadini, il restante burro sciolto, spolverizzate con un po' di grana grattugiato e scaglie sempre di grana. Infornate a 200 C per 15 minuti e servite caldi.

Sognando:
(la notte scorsa ho sognato di essere parte di un rapimento che includeva personaggi come Fassino e Bertinotti. Per inciso, ad un certo punto, Bertinotti mi baciava, o io baciavo lui...)

Sognare una persona celebre significa che avete grandi aspirazioni che vanno oltre la vostra situazione presente. Sognare che un amico o la persona amata diventa famosa significa che avete paura di perdere l'amicizia o la fedeltà di questa persona. Vedere una persona famosa significa anche che credete in questa persona. Puo' darsi che siate ossessionati da questa persona nella vita reale, tanto da sognarla di notte. Sognare di diventare amico di una persona femosa rappresenta la visione idealizzata di qualcuno che conoscete realmente. Forse sperate che il vostro amico reale si comporti esattamente come questa persona famosa.
Sognare un politico suggerisce che dovete fare delle scelte e prendere una posizione.
Sognare di baciare, indica amore, affetto, tranquillità ed armonia.

Vino: bianco: Trebbiano d’Abruzzo, bianchi dei colli romani come il Frascati, altri bianchi del centro Italia come Orvieto, Grechetto, Verdicchiorosso: Oltrepò Pavese Bonarda frizzante o altro rosso vivace dell’Oltrepò o del Piacentino a base di croatina e con un leggero residuo zuccherino, bene anche il Lambrusco.

25 October 2005



Ingredienti: 500gr di funghi champignon, 200gr di ortiche, una cipolla piccola tritata, 20gr di burro, 100ml di Marsala, 2 dadi vegetali, 800ml di acqua, 1 tuorlo d'uovo, sale, pepe, olio, paprika

In una padella antiaderente, fare sciogliere il burro, unire la cipolla e soffriggere per qualche minuto. Aggiungere i funghi precedentemente lavati e tagliati a fette, e rosolare ancora per altri 5 minuti. Aggiungere le foglie di ortiche, salare e pepare e cuocere per un paio di minuti fino a quando le ortiche non si saranno amalgamate ai funghi. Bagnare con il Marsala, far evaporare e cuocere per circa 5 minuti. Nel frattempo in un'altra padella, potete preparare il brodo con i dadi vegetali e 800ml di acqua. Portate ad ebollizione, poi spegnete.
Passate i funghi e le ortiche in un mixer o un frullatore, con abbastanza brodo caldo da permettere alla vellutata di amalgamarsi. Mixare per un paio di minuti, poi sempre mixando aggiungere il tuorlo d'uovo.
Riportare la vellutata in padella ed aggiungere il restante brodo. Mescolare bene assaggiando di sale ed aggiungendo eventualmente altra acqua a seconda della consistenza desiderata. Condire con paprika e olio d'oliva e servire la vellutata ben calda.

Sognando:
sognare di camminare tra le ortiche senza essere punti denota prosperità. Sognare invece di camminarci ed essere punti significa che avrete dispiaceri e infelicità per voi e per le persone che vi stanno intorno. Per una donna, sognare di camminare attraverso le ortiche, preannuncia che avrà proposte di matrimonio da uomini diversi.

Vino: Sherry Fino o Manzanilla (bianchi fortificati Spagnoli molto secchi)

23 October 2005



Il ritorno a casa è stato abbastanza traumatico, neanche a dirlo. Non so se è meglio parlarne o tacere! Intanto si puo' dire che ho perso parte delle mie foto digitali, grazie al fatto che il cd si è spaccato a metà durante il viaggio. Per fortuna i ricordi restano bene impressi nella testa. Ma come se non bastasse anche il mio laptop è andato, tanto per avvalorare quella teoria del caos che dice che le disgrazie non vengono mai sole. Direi che tecnologicamente parlando è proprio un periodo da dimenticare!

Allora, per rinfrescarmi la memoria ho pensato bene di preparare questo piatto decisamente autunnale, ed apertamente ispirato a quel fantastico ristorante che è Sora Lella. Uno degli ultimi ristoranti che ho avuto il piacere di provare prima del mio rientro e dove ho potuto gustare piatti come i ravioli allo zabaione, lo sformatino di melanzane e gamberi il dessert di ricotta e cioccolato e questa zuppa di ceci e vongole. Una vera bontà!
Sono tornata con la voglia di tornare e di non ritornare più.
E tra un pensiero e l'altro me ne sono andata a vongole, per ricordare e dimenticare, in questa specie di bassa marea paludosa piena di samphire ormai secchi, fuori stagione. Come potete vedere non c'è anima viva nel raggio di centinaia di metri, il che significa che avro' vongole per i prossimi decenni.

Ingredienti:
400gr di ceci, 500gr di pomodori pelati, 2 spicchi d’aglio, 5 filetti di acciuga, peperoncino a piacere, 200gr di vongole sgusciate fresche, 100gr di pasta, olio extra vergine quanto basta

In una padella rosolate l'aglio tritato con un po' di olio, aggiungere i filetti di acciuga e lasciate che si sciolgano. Rosolate per un paio di minuti poi aggiungete i pomodori e un pizzico di peperoncino. Cuocete fino a quando l'acqua dei pomodori non si sarà asciugata un po'. Aggiungete i ceci precedentemente cotti in acqua non salata (oppure ceci in scatola), aggiungete le vongole sgusciate e un po' della loro acqua filtrata e fate cuocere per qualche altro minuto per amalgamare i sapori. Allungate la zuppa con altra acqua per cuocervi la pasta. Io ho usato l'acqua di cottura dei ceci che è più saporita di quella di rubinetto o di quella dei ceci in scatola.
Per la pasta ho usato semplicemente pasta per fare le lasagne spezzettata con le mani.
Versate quindi la pasta e lasciate cuocete per il tempo di cottura richiesto.
Condite con olio d'oliva e prezzemolo tritato.

Nota:
La ricetta originale di questo piatto la trovate sul sito di Sora Lella a questo indirizzo

Sognando:
vedere alghe suggerisce che avete bisogno di affidarvi al vostro intuito e credere al vostro istinto.

Vino: rosati pugliesi come il Salice Salentino, Rosati Calabresi a base di uve gaglioppo, Montepulciano d’Abruzzo rosato. In alternativa rossi giovani: Beaujolais (Francia-Borgogna meridionale), Santa Maddalena o Lago di Caldaro (Alto Adige), Cirò rosso (Calabria).

15 October 2005

C'e' chi da Roma fugge (Cavoletto) e chi a Roma si rifugia.
Non fa rima ma fa lo stesso :)

Ecco, io cosi' me ne vado per qualche giorno a respirare un po' di aria italiana e ad assaggiare tutto quello che durante l'anno mi posso solo immaginare... con i consigli e le dritte di Cavoletto, su dove e come mangiare meglio (che anche quella e' cultura) sara' sicuramente una vacanza di successo!

See you soon, Sayonara, A presto, Se vedemo!

14 October 2005



Ingredienti
  • 1kg di gamberi sgusciati ma con la coda
  • 2 cucchiai di miele
  • 60ml di salsa di soia
  • 2 spicchi d'aglio tritati
  • 1 cucchiaio di peperoncino secco tritato
  • 2 cucchiaini di semi di sesamo per guarnire
Pulite i gamberi lasciando la coda intatta. Versateli in un contenitore ed aggiungete il miele, la soia, l'aglio, il peperoncino. Mescolate bene, coprite e mettete in frigo per 3 ore (meglio se tutta la notte, da mangiare quindi il giorno dopo). Quando decidete di cuocere i gamberi, versate tutto in una pentola appena oleata e saltate i gamberi fino a quando non si saranno ben cotti e la salsa si sarà consumata completamente. Servite cospargendo di semi di sesamo.

Sognando: vedere o mangiare una fragola indica desideri sessuali e tentazioni. La fragola è anche spesso associata al sesso femminile.

Vino: Spumante non millesimato bianco o rosè (Champagne, Franciacorta ecc..)Bianchi fermi: Kerner o Sylvaner dell’Alto Adige-Valle d’Isarco, Sauvignon Bianco del Friuli, Alto Adige, Nuova Zelanda

13 October 2005



Ingredienti: 200gr di more, 200gr di farina di riso, 100gr di farina bianca, 1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, 60gr Energ (o 3 uova), 240ml di acqua (solo se si utilizza l'Energ), 80ml di olio d'oliva, 125ml di sciroppo d'acero + 2 cucchiai, 1 bustina di essenza di vaniglia (o 1 cucchiaino di essenza liquida), 250ml di latte di soya (o normale)

Ritagliate un pezzo di carta da forno grande più o meno quanto la teglia che andrete ad utilizzare. Bagnate la carta sotto l'acqua e strizzatela bene. Riponetela nella teglia e oleate con un po' di olio. Disponete le more possibilmente su uno strato solo e bagnate con due cucchiai di sciroppo d'acero.
In una terrina amalgamate gli ingredienti secchi. La farina di riso, la farina bianca, il lievito, il sale, l'Energ, la vaniglia (o per ultima se usate quella liquida).
Aggiungete quindi gli ingredienti liquidi uno ad uno iniziando dall'acqua, poi l'olio di oliva, lo sciroppo d'acero ed infine il latte di soya. Amalgamete bene tutti gli ingredienti evitando grumi di farina.
Versate il composto sulle more e livellate con una spatola. Infornate a 190 C per 30-35 minuti.
Lasciate raffreddare completamente la torta prima poi capovolgetela su un piatto che sia almeno delle stesse dimensioni della teglia, se non più largo, per evitare che si rompa.

Nota:
Se decidete di usare le uova, sbattetele separatamente prima di unirle alla farina.

Sognando:
le mele sono simbolo di fertilita', crescita, amore e prosperita'. Mangiare una mela significa che vi state godendo la vita e che presto godrete del frutto del vostro successo, in amore o nel vostro ambiente di lavoro.

Vino: bianchi dolci: Eiswein Tedeschi o Austriaci o Ice Wine Canadesi (vini ottenuti da uve ghiacciate sulla pianta)

12 October 2005



L'Hummus, (detto anche houmous, hommus, e humus) è una salsa fatta di ceci con varie aggiunte di olio, aglio, limone, paprika e tahini (una pasta fatta di semi di sesamo tostati). E' molto popolare nell'Est asiatico, e in Siria, Libano, Israele, Palestina, Turchia, Grecia. Nonostante ci siano delle piccole differenze su come venga preparato in un paese piuttosto che in un altro.

In Arabo "Hummus" significa semplicemente ceci. Tradizionalmente viene servito con la pita (un pane arabo), ma si puo' mangiare con le tortilla o come in questo caso, con le verdure crude.

Ingredienti
  • 600gr di ceci
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di tahini
  • il succo di 2 limoni
  • 80ml di acqua
  • 1 pizzico di paprika
  • 2 cucchiaini di olio d'oliva
Si possono utilizzare ceci in scatola o ceci secchi. Se usate i ceci secchi tenete da parte un po' dell'acqua di cottura ed utilizzate quella al posto di acqua del rubinetto. Cosi' la salsa risulta più saporita. Se utilizzate ceci in scatola io userei acqua del rubinetto. Non so perché ma m'ispira di più. Mettete quindi i ceci nel mixer e mixate per qualche minuto fino ad ottenere una pasta quasi omogenea. Poi aggiungete il sale, l'aglio, il tahini, il succo di limone e l'acqua. Mixate ancora fino a quando non ha raggiunto una consistenza cremosa. Se risultasse troppo denso, aggiungete un po' più di acqua.Versate in un piatto e spolverizzate con paprika e olio. Servite a piacere con pane, verdure o come antipasto.

Sognando:
se sognate un aroma, un profumo, significa che state ricordando piacevoli esperienze. Potreste ricevere buone notizie che vi renderanno felici.

Vino: bianchi: Chardonnay siciliano, Mantonico Calabrese rosati: Salice Salentino rosato (Puglia), Montepulciano d’Abruzzo Cerasuolorossi: Cerasuolo di Vittoria (Sicilia), Primitivo Pugliese

11 October 2005



Che cos'ha di particolare questa ricetta? Credo niente di più rispetto alle altre. A parte il fatto che le vongole sono state "pescate" da me medesima nello stesso posto in cui ho raccolto i samphire.



Vale la pena ricordare. L'ultima volta che sono andata a caccia di vongole avevo si e no 10 anni ma non ero mai stata in un posto dove le vongole crescono come funghi...



In un posto poco distante da casa, dove molti passeggiano senza nemmeno farci caso, imboscate tra la sabbia, ho trovato questo tesoro. Per me è stato un po' cosi', come andare a caccia di pepite d'oro. Le ho lasciate a bagno per una notte per farle spurgare di sabbia, ma erano belle pulite e quindi non è stato difficile...

Ingredienti
  • 300gr di linguine
  • 1kg di vongole
  • 1 spicchio d'aglio
  • 4 cucchiaini di bottarga di tonno
  • olio
  • sale quanto basta
Il procedimento è molto semplice, ma lo ricordo ugualmente.
Dopo aver lasciato le vongole in acqua per tutta la notte, le lavo ancora cercando di eliminare più sappia possibile. Le faccio poi aprire in un tegame coperto per qualche minuto e girando spesso con un cucchiaio. Apro quindi le vongole lasciandone alcune con il guscio. Filtro l'acqua e rimetto tutto in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio.
Nel frattempo faccio cuocere le linguine in acqua salata, le faccio scolare e le metto nella pentola delle vongole. Faccio saltare per un paio di minuti, poi spengo il fuoco ed aggiungo un paio di cucchiaini di bottarga. Verso nei piatti e spolvero ancora di bottarga direttamente nel piatto.
Semplice, ma sempre efficace!

Sognando: sognare acrobati significa che state riflettendo su come evitare grandi ostacoli.

Vino: bianchi dell'Italia centro-meridionale: Vermentino sardo, Fiano di Avellino, Greco di Tufo, Falanghina, Verdicchio dei Castelli di Jesi

10 October 2005



Il samphire è un'erba marina, che cresce in zone rocciose e sabbiose ma sempre in prossimità del mare. Questi li ho trovati appunto al mare, in una zona di bassa marea. In Italia sono anche chiamati Erba di San Pietra e Finocchio di mare.
Hanno un gusto salato e succulento, sono pieni di acqua. Comunemente mangiati facendoli bollire in acqua non salata per circa 5 minuti e serviti con burro e/o accompagnati a piatti di pesce. La stagione migliore per raccoglierli va da maggio a settembre.

Ingredienti:
2 filetti di branzino, 1 noce di burro, qualche vongola per guarnire, samphire

Ingredienti per la salsa:
1 bustina di zafferano, 1 cucchiaio di farina, 1 noce di burro, 300ml di latte

Faccio sciogliere una noce di burro in una pentola e cuocio i filetti di branzino da entrambe le parti, fino a quando non saranno cotti bene all'interno.

Per la salsa procedo facendo sciogliere una noce di burro in un pentolino, aggiungo il latte e spolvero con un cucchiaio di farina, lo zafferano e un pizzico di sale. Mescolo bene, porto ad ebollizione e faccio cuocere a fuoco basso fino a quando la salsa non si sara' addensata. Circa 5 minuti.

Servo con qualche vongola, crema di zafferano e samphire precedentemente scottati in acqua.

SognandoSognando: sognare pesce indica introspezione. Il pesce rappresenta il simbolo della cristianita' e delle credenze cristiane. Sognare di mangiare pesce simbolizza le vostre credenze, la vostra spiritualita', fortuna ed energia. E' cibo per l'anima.

Vino: bianchi: Graves Bianco secco (Francia-Bordeaux), Semillon Australiano, Sauvignon Blanc Neozelandese, Tocai Friuliano


English please: Seabass with saffron sauce and Samphire

The Samphire is a succulent, smooth, much-branched herb, woody at the base, growing freely on rocks on the sea-shore moistened by the salt spray. Best picked between May and September. Usually served with butter and/or with fish plate. Boil them in unsalted water for approximately 5 minutes.

Ingredients: 2 sea bass fillet, clams to guarnish, butter
Ingredients for the sauce:
pinch of fresh saffron, 1 Tbsp flour, 300ml milk, butter

Melt a bit of butter in a saucepan and fry the sea bass 3/4 minutes each side.
In another small pan, prepare the sauce by melting a bit of butter. Add milk, flour, saffron and a pinch of salt. Bring to boil, then cook for approximately 5 minutes until thick.
Serve the seabass with a bit of sauce, clams opened in a covered saucepan, and samphire previously boiled in water.

9 October 2005



Queste barrette sono ottime mangiate come snack tra un pasto e l'altro, a colazione o quando abbiamo bisogno di un po' di energia. Per quelli che, come me, non amano le barrette ipercaloriche confezionate.

Ingredienti: 90gr di burro, 380gr di biscotti secchi (digestive), 50gr di gocce di cioccolato, 70gr di fiocchi di riso, 140gr di frutta secca mista (noccioline, pistacchi, noci, pinoli), 395gr di latte condensato dolce in lattina

Riscaldare il forno a 190 C. Imburrare una teglia quadrata di 23 centimetri circa o ricoprirla di carta da forno.
Far sciogliere il burro in un pentolino e versarlo nella teglia. Versare i biscotti precedentemente sbriciolati con il mixer e formare uno strato omogeneo con le dita.
Spargere con le gocce di cioccolato qua e lá. Formare un'altro strato con i fiocchi di riso ed un'altro con le noci tritate grossolanamente. Ricoprire infine con il latte condensato ed infornare per 30 minuti. Far raffreddare e poi tagliare a barrette.

Nota
: si conservano bene in frigo anche per una settimana.

Sognando:
vedere chicchi di riso simbolizza successo, prosperitá, fortuna, fertilitá ed amicizia. Vedere o mangiare riso indica felicitá e tranquillita' in casa. Sognare di cucinare riso indica nuove responsabilitá che vi regaleranno gioia. Vedere riso misto a qualcosa di sporco indica malattia e separazioni nelle amicizie.

8 October 2005

Un'altro piccolo e divertente meme questa volta lanciato da Gaia al quale puo' partecipare chiunque abbia 5 minuti di tempo liberi, cosi', anche per conoscersi meglio e far conoscere se stessi agli altri.

If I were… (Se fossi...)
Un colore: rosso - Un pianeta: venere - Una creatura fantastica: elfo - Uno scrittore: Nicholson Baker - Una scrittrice: scriverei di uomini - Uno stile: erotico - Una città: Tokyo - Un metallo: argento - Un film: lezioni di piano - Un compositore: Mozart - Un poeta: Federico García Lorca- Una lingua: giapponese - Una canzone: Heartbeat, David Sylvian - Un mestiere: artistico - Un libro: Vox - Una materia: arte - Un fiore: rosa - Un regista: Salvatores - Un attore: Al Pacino - Un'attrice: Laura Morante - Un albero: castagno - Un oggetto: frullatore - Un numero: 3 - Un frutto: ciliegia - Un punto cardinale: sud - Un elemento: aria - Una parte del corpo: seno - Un sentimento: gelosia - Un luogo: il mare - Uno sport: corsa - Un'utopia: pace - Una protagonista dei cartoni: titty il canarino - Un protagonista di un libro: solitario - Un protagonista di un manga: avrei le calze bianche - Un telefilm: non li guardo - Una ragione di vita: la vita stessa - Una missione: umanitaria - Un cibo: le orecchiette - Una trasmissione: Emeril Lagasse, Food Network - Un filosofo: Dalai Lama - Una nota musicale: si - Un momento della giornata: tramonto - Un segno di punteggiatura: punto interrogativo

6 October 2005




Per fare la pasta questa volta ho usato un metodo un po' bizzarro, almeno per me, che non avevo mai usato prima. Voglio dire, la pasta l'ho sempre fatta con le mani, sia quella per i dolci che non. In questo caso gli ingredienti vanno mixati con il mixer. Il vantaggio chimico non so quale sia, ma un vantaggio pratico è sicuramente quello di non sporcarsi quasi per niente le mani.

Ingredienti per la pasta:
150gr di farina, 80ml di olio d'oliva, 1 pizzico di sale, 30gr di zucchero di canna, 20gr di Ener-g (o 1 uovo), 80ml di acqua fredda (solo se usate l'Ener-g), 1 o 2 cucchiai di acqua fredda (se invece usate l'uovo)


Ingredienti per il ripieno:
40ml di olio d'oliva, 75gr di zucchero di canna, 1 cucchiaio di miele, 20gr di Ener-g (o 1 uovo), 80ml di acqua (solo se usate l'Ener-g), 65gr di noccioline tritate, 20gr di farina, 1 pizzico di sale, 1/2 cucchiaino di lievito per dolci, 100gr di pinoli

Si procede quindi inserendo la farina, il sale, l'olio e lo zucchero nel mixer. Mixare per qualche secondo fino a quando avrete ottenuto un composto che sembra essere come quello dei biscotti spezzettati. Continuate a mixare aggiungendo l'Energ (o l'uovo) e l'acqua, fino quando gli ingrendienti non si saranno amalgamati bene tra di loro.

Rovesciate il composto su pellicola trasparente e chiudete fino a formare una palla che metterete in frigo a riposare per 20 minuti.
Preparate nel frattempo il ripieno sempre con il mixer. Mettete l'olio, lo zucchero, il miele, l'Energ (o 1 uovo), le noccioline tritate, il sale, il lievito e l'acqua se state usando l'Energ, altrimenti niente.
Mescolate bene per un paio di minuti fino ad ottenere una crema omogenea. E mettete da parte.

Riscaldate il forno a 190 C.
Oleate una teglia da crostata, rovesciate nel centro la pasta che avete messo in frigo precedentemente e cominciate con le mani ad allargare verso i bordi fino a formare spazio per il ripieno.

Versate il ripieno e con una spatola livellate omogeneamente.

Mettete in forno e dopo 10 minuti tirate fuori la crostata e coprite con i pinoli. Riponete in forno e fate cuocere per altri 15 minuti.
Fate raffreddare e servite!

Nota: non so perchè ma questa crostata sa tanto di Nutella. Saranno le noccioline ma anche se non c'è traccia di cacao, sembra fatta con il cioccolato! :)

Sognando: sognare una torta indica che avete bisogno di imparare a condividere la vostra mole di lavoro invece che tenervi tutto per voi stessi. Le torte simbolizzano egoismo, e la sensazione di non ottenere quello che vi meritate.
Positivamente parlando invece, il sogno rappresenta i vostri traguardi. Sognare una torta già mangiata o mangiata parzialmente significa opportunità mancate. Sognare di comprare una torta significa che avete accettato le gratificazioni lavorative. State imparando a sentirvi a vostro agio.

Vino: Cinque Terre Sciacchetrà (bianco passito ligure della Riviera di Levante), Oppure vini fortificati: Sherry Oloroso (Spagna), Marsala Vergine Oro (Sicilia)

5 October 2005



Ingredienti: farina di semola di grano duro "0", acqua quanto basta.
Ingredienti per il ragù: 1 cipolla, 1 spicchio d'aglio, 1 carota, 1 gambo di sedano, 200gr di carne macinata, olio, sale e pepe (o peperoncino)

Le orecchiette fanno parte del mio DNA. Penso di averne mangiate a kili sin da quando ero piccola, ma mi sono sempre rifiutata di farle perchè mi sembrava tutto troppo complicato. Mia nonna le faceva alla velocità della luce, e mia mamma non è da meno. Quando uno sa fare una cosa poi, dà per scontato che sia semplice per tutti. La nonna con pazienza cercava di spiegare ma io piuttosto mangiavo le orecchiette crude e dicevo che tanto per imparare c'è sempre tempo.
Mia madre ci ha provato anche lei ma alla fine ha rinunciato, fino a quando un bel giorno mi sono seduta e ho deciso che queste orecchiette si dovevano fare. Che non esiste che una pugliese non sappia fare le orecchiette. E da allora non ho più smesso. Mia madre dice che mi devo perfezionare, ma a me vanno già bene cosi'! :-)

Spiegare i vari passaggi delle orecchiette è complicato, specie se con una mano devi farle e con l'altra fotografare. Ognuno ha un suo metodo di "arrotolamento", il mio è quello di rotolare sull'indice e srotolare sul pollice. Che poi a seconda del pollice di ognuno l'orecchietta viene più o meno grande.
Per il tutorial sulle orecchiette vi rimando a quando avro' 4 mani o quando ci sarà qualcuno nei dintorni ad aiutare! Che quando si tratta di aiutare non trovi mai nessuno!!
In alternativa potete sempre andare in Puglia o comprare quelle già fatte.. Lo so, non è la stessa cosa, ma a mali estremi..

Sulla ricetta del ragù sorvolo perchè penso sia piuttosto banale. Ognuno poi lo personalizza a modo suo, senza carote, con più carote, meno sedano, carne mista etc.
Un sugo semplice si sposa bene con tutto, anche solo aglio e pomodoro. Le orecchiette sono easy going, un po' come i pugliesi.

Sognando:
sognare aglio rappresenta la vostra praticita' e sensibilita' nelle questioni di cuore. Cercate sicurezza piuttosto che amore.

Vino: rossi: Primitivo Pugliese, Salice Salentino (Puglia), Montepulciano d’Abruzzo
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...