Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

27 May 2008



Un amante della zucca come me, non poteva di certo esimersi dal provare questa ricetta. L'ho trovata sfogliando questa bellissima enciclopedia che già dalla copertina prometteva bene, una a caso, la prima che mi è balzata all'occhio e che ho voluto subito provare. I libri di cucina in generale senza foto mi scoraggiano notevolmente e nonostante tutta la buona immaginazione, non riesco proprio a farmeli piacere, manca quel non so che che ti fa venire voglia di provare quella determinata ricetta. Non vedi, non percepisci, non riesci ad andare oltre gli ingredienti insomma.
La ricetta in questione proviene dal Monastero di Santa Maria della Neve a Torrechiara, in provincia di Parma. Nello stesso Monastero si produce miele che poi viene usato per la realizzazione di cosmetici, unguenti per scottature e antireumatici, collutori e tisane su ricette dell'antica farmacia di San Giovanni, a Parma.
Le ricette sono tante e tutte corredate da bellissime foto. Interessantissime quelle più semplici come gli Gnocchi ripieni di carne, gli Strichetti con i carciofi, la Zuppa di uova e pancetta e la Pasta dell'ostensorio, un dolce tipico preparato utilizzando tanto vino bianco.



(Pubblicità) Tutte queste ed altre interessanti informazioni le potete trovare in edicola dall'8 maggio con Famiglia Cristiana. In allegato troverete l'Enciclopedia del Mangiar Sano: Ricette Segrete di Abbazie e Monasteri. Otto libri inediti con le antiche ricette di una tradizione bimillenaria di una cucina rinomata per genuinità e proprietà benefiche. Prima uscita: LA CUCINA. Poi L'ORTO, la CANTINA, le TISANE, LA CUCINA DEI PELLEGRINI, LA CUCINA DEI PAPI, LA CUCINA DEI SANTI, LA CUCINA POVERA. (Fine Pubblicità)
Ingredienti
  • 400gr di zucca
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di latte
  • 40gr di burro
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • sale, pepe
Tagliate la zucca a pezzettoni e cuocete con il burro in una padella antiaderente finché non si sarà intenerita. Togliete dal fuoco e aggiungete il parmigiano grattugiato, le uova sbattute, la noce moscata, latte, sale e pepe. Mescolate bene il tutto e mettete in una tortiera imburrata di circa 23cm con il fondo estraibile. Infornate a 180 C per 30 minuti circa. Servite calda o tiepida.

Sognando: sognare una padella di ferro indica dispersione di forze; sognare una padella di rame indica decisione da prendere; sognare una padella con olio indica trascuratezza pericolosa; sognare una padella con burro indica buona salute; sognare di lavare una padella indica intima ribellione; sognare di comprare una padella indica previdenza.

Due monaci pregano senza sosta, uno è corrucciato, l'altro sorride. Il primo domanda: "Com'è possibile che io viva nell'angoscia e tu nella gioia se entrambi preghiamo per lo stesso numero di ore?" L'altro risponde: "Perché tu preghi sempre per chiedere e io prego solo per ringraziare." (Alejandro Jodorowsky)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Pumpkin cake



Ingredients
  • 400gr pumpkin flash
  • 3 eggs
  • 3 Tbsp milk
  • 40gr butter
  • 3 Tbsp grated parmesan cheese
  • nutmeg
  • salt, pepper
Chop the pumpkin and cook it with the butter in a saucepan with a lid on until tender. Remove from heat then add beated eggs, nutmeg, milk, salt and pepper. Mix well and pour everything in a lightly buttered oven tin of 23cm diameter. Bake at 180 C for about 30 minutes. Serve warm or cold.

16 comments:

  1. Che bella Franci...la faccio...e sono contenta di essere la prima a provarla...sono peggio di te con la zucca..in qualunque modo la mangerei, anche cruda. Grazie per questa ricetta veramente buona...buona gornata

    ReplyDelete
  2. I've never seen anything like it. How beautiful!

    ReplyDelete
  3. wow!! Anch'io adoro la zucca! la proverò sicuramente... Con questo tempo, poi, sembra d'essere a novembre! :o)
    baci
    Fedra

    ReplyDelete
  4. Un'opera d'arte...altro che torta!!!

    ReplyDelete
  5. Concordo con 'precisina' :)

    I pezzettini di zucca sembrano disposti ad arte, uno ad uno :D

    E le foto, vogliamo parlare delle foto? Dai, parlaci delle foto ;)

    ReplyDelete
  6. Che bella, viene proprio voglia di prepararla.
    Le foto...che te lo dico a fare? Non trovo più gli aggettivi e, ogni volta, resto incantata...

    Ho trovato interessante il messaggio pubblicitario, mi hanno sempre incuriosita le ricette e la cucina di conventi e monasteri, ci farò un pensierino...

    Un abbraccio

    ReplyDelete
  7. Io adoro la zucca, e ho ancora l'ultima della produzione dell'anno scorso. Questa ricetta é leggera, ma dall'aspetto elegantemente goloso. Grazie!

    ReplyDelete
  8. grazie per l'info!!! anche a me non piacciono molto i libri di ricette senza "le figure", domani mi fiondo in edicola con la speranza di trovarci ancora qualcosa.....
    bax!

    ReplyDelete
  9. la ricetta in inglese ... è in italiano! non hai dormito abbastanza? :-)))

    ReplyDelete
  10. Affascinante, sembra un mosaico !!!
    :-D

    ReplyDelete
  11. oltre che buonissima, visti gli ingredienti, dico che è anche bellissima da vedere! sei veramente bravabrava :D

    ReplyDelete
  12. sembra che io non passi mai di qui e invece... ti ho pure segnalata per un blog-premio... :)

    ReplyDelete
  13. antorra
    hai ragione! evidentemente non abbastanza. grazie per la segnalazione, ho rimediato!! ^__^

    fabien
    sembra che ormai tutti premino tutti, dopo la mania dei meme, ora anche quella di premiare chiunque e per qualunque motivo. onestamente non ne comprendo né il senso né l'utilità, a me sembrano solo tante catene di sant'Antonio. che ti devo dire: grazie comunque! :D

    ReplyDelete
  14. Sei grande Fiore! Non c'è che dire!
    Corro in edicolaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    Bacioniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    =(^.^)=

    ReplyDelete
  15. Ma che aspetto meraviglioso... succulento e di bella figura!!!
    Complimenti per l'ennesima volta!

    ReplyDelete
  16. A Torrechiara vi consiglio anche il Castello...per chi passa da Parma, verso Langhirano (così ci si fanno anche 2 fettine di prosciutto): http://www.voltecupolesoffitti.it/pagine_php/edificio.php?id_edificio=25&lingua=0

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...