Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

24 June 2009



Ce la potevo mai fare a lasciare la macchina fotografica a casa? La risposta ovviamente è no. Non ce l'ho fatta. Ho rinunciato allo spazzolino, come qualcuno gentilmente mi ha suggerito, ma la macchina l'ho portata. Piuttosto ho sacrificato gli obiettivi, portando con me solo il 50mm. La settimana è stata lunga, piena di impegni famigliari (vedi alla voce mangiare), di piccole disavventure e di grandi pitonate (n.d.r. dormite).
Nonostante avessi detto a mia madre che arrivando la sera non avrei mangiato, sono stata accolta da un piatto di ricci di mare e una spaghettata di cozze. Con tutta la buona volontà non ho pensato neanche lontanamente di resistere e ho mangiato tutto quello che il mio stomaco ha potuto accogliere, assecondando i ritmi locali ai quali sono riuscita brillantemente a riabituarmi.
La mattina dopo già mi attendeva la classica gita fuoriporta. Il pranzo è iniziato alle due del pomeriggio ed è finito alle dieci di sera. La cosa divertente è che quelli più anziani non hanno problemi a mangiare così tanto, mentre i più giovani, vuoi per la dieta, vuoi perché non sono proprio abituati, si fanno mille problemi. Compresa me ovviamente, che già dopo il pranzo avevo rassegnato le mie dimissioni da commensale. Avrei solo assistito alla cena. Ho detto. Se, se. Quando ho visto il pentolone con il sugo piccante alle quaglie, cacciate da mio padre medesimo, non ho resistito. Le quaglie non le mangio dall'età di bimba. Anzi non credo di averle mai mangiate. I pennuti di quel genere mi hanno sempre fatto senso, ma avere un cacciatore in casa si rischia di assaggiare qualsiasi cosa. Il sugo però, come lo fa mia madre, non lo fa nessuno e Sarà stata l'aria di campagna o la compagnia è stato impossibile rinunciare alla spaghettata, come non hanno rinunciato tutti gli altri, persino quelli che come me hanno rabbrividito alla vista dei volatili.
Se fossi stata incinta mi sarebbe bastato un viaggio così per togliermi tutte le voglie che normalmente ho stando all'estero. La peperonata di mia madre, i ricci di mare, le cozze crude, le seppie ripiene, i panzerotti fritti, l'anguria saporita, le ciliegie paesane, le cimichicozze, la rucola selvatica, i maricidd. Questi ultimi in particolare sogno degni di nota. Quando ero piccola li mangiavo durante le feste patronali ed in qualche altra occasione sporadica. Se mi avessero detto esattamente cosa fossero, non credo li avrei mangiati neanche allora, ma il gusto inconfondibile fanno di questi, una delle voglie che avevo da soddisfare e che legano il sapore alla memoria di tanti ricordi d'infanzia legati alla vecchia casa, ai nonni e ai momenti spensierati del tempo.
Dalla Puglia ho portato con me anche una lieve scottatura alle gambe. Colpa della crema non waterproof e della mia poca dimestichezza ormai con il mare e con il sole. Tant'è!
Le foto di seguito illustrano meglio quello che ho vissuto e quello di cui ho potuto godere durante i giorni scorsi, con un piccolo corso basic di Minervinese stretto. Per la pronuncia esatta, potete recarvi direttamente sul posto!











































Gli "occhi di Santa Lucia" sono un dolce tipico. In sostanza sono dei piccoli biscotti tondi ricoperti di "schlipp", ovvero una glassa di zucchero a velo.









I capperi e il timo raccolti dal babbo. I capperi freschi vengono poi messi sotto sale grosso e così si conservano a lungo.





Secche o fresche, le fave e cicorie sono un altro piatto tipico della cucina pugliese.



Gli involtini di pecora e prezzemolo arrostiti.





Le canestrelle, non le avevo mai mangiate prima. Sono una specie di piccole capesante, molto saporite!



La spaghettata più buona del mondo, con i granchietti pescati dal babbo al mare.











Le ciliegie paesane, che hanno niente a che vedere con quelle del supermercato. Piccole, ammaccate ma dolci e saporite, di colore e grandezza diversa l'una dall'altra.





Le foglie della pianta di zucchina ed i fiori di zucchina. Vengono pulite, cimate e cotte con la pasta. In bianco o con il pomodoro.





















Ingredienti
  • strascinati fatti in casa o altra pasta fresca
  • 1 patata media
  • 1 mazzetto di rucola
  • peperoncino secco a piacere
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio d'oliva
  • sale
Sbucciate e tagliate la patata a dadini. Fate bollire dell'acqua salata in una pentola capiente. Versate la patata e la rucola insieme e lasciate cuocere per qualche minuto poi quando l'acqua riprende a bollire versate la pasta e cuocete per il tempo necessario affinché la pasta sia cotta. In un pentolino a parte, soffriggete uno spicchio d'aglio con un po' di olio ed infine aggiungete peperoncino a piacere. Scolate la pasta e condite con l'olio e il peperoncino.

Sognando: sognare di sudare per febbre indica agitazione e nervosismo; sognare di sudare per il caldo indica amore contrastato; sognare di sudare per una corsa indica orgoglio eccessivo; sognare di sudare per paura indica apparenze ingannatrici.

Parolando: Il modo di dire "Idem con patate" fa il verso alla frase latina "idem comparate = la stessa cosa" e nasce da questa simpatica storiella: Una famiglia povera e analfabeta va per la prima volta al ristorante. Per non far capire che non sanno leggere, ascoltano cosa ordinano i signori del tavolo accanto: lui ordina del pollo e sua moglie, che vuole ordinare lo stesso, dice "idem". Sentendo "idem" e vedendo che arriva del pollo, il capofamiglia ordina "idem con patate".

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Strascinati pasta with arucola, potatoes and chilly pepper



Ingredients
  • strascinati or other fresh pasta
  • 1 medium potato
  • 1 bunch of arucola
  • dried chilly pepper
  • 1 garlic clove
  • olive oil
  • salt
Peel the potato and dice it. Boil some water cook the diced potatoes and the rucola togehter until the water starts boling again. Add the pasta and cook accordingly. In a small pan, gently fry a garlic clove with a bit of olive oil and dried chilly. Drain the pasta along with the potatoes and arucola and mix it with the olive oil. Toss and serve.

84 comments:

  1. A parte gli strascicati che ben conosco....che meraviglia di foto!!! Danno un senso di pace, di tranquillità, di vacanza...Complimenti. Paola

    ReplyDelete
  2. OMG...every single photo looks like a cover of any of the photo glossy magazines. What an amazing photographer you are on top of all the wonderful recipes. The flavors of Puglia indeed! complimenti!!!!

    ReplyDelete
  3. che meraviglia! e meno male che la macchina l'hai presa, altrimenti nessuno ci crederebbe che hai mangiato tutto questo! ... in un settimana spero, no in un giorno vero?
    ^_^

    ma non è che la tua famiglia ci puo' adottare per una settimana nella vita?! mi sembrano emozioni gastronomiche uniche!!
    grazie di averle condivise

    ReplyDelete
  4. sono incantata dalla bellezza delle tue foto, e che dire di tutti quei piatti deliziosi !! complimenti davvero ! ciao !

    ReplyDelete
  5. Ciao! non sappiamo se ci hanno incantato più le immagini dei paesaggi o quelle dei piatto! certo che quando dicono che al sud si mangia bene..hanno proprio ragione!
    che bella questa pasta! un condimento semplice e leggero!
    bacioni

    ReplyDelete
  6. Sono rimasta a bocca aperta a guardare le tue foto!
    Ognuna dice una storia tutta sua e tutte meritano un applauso.
    Sinceramente, queste foto non sono belle, sono meravigliose!

    ReplyDelete
  7. Meraviglia..le foto, i piatti, il blog in generale, ma soprattutto i colori della tua terra..davvero complimenti..Barbara

    ReplyDelete
  8. il piatto è buonissimo ma le foto sono meravigliose!!una piu bella dell'altra!!bacioni imma

    ReplyDelete
  9. Che tripudio di delizie e di bellezze, ho letto e guardato tutto d'un fiato, menomale che non hai lasciato la macchinetta.
    Infine il tuo piatto nella sue semplicità è perfetto!
    Grazie per questo viaggetto.

    ReplyDelete
  10. Ciao che foto stupende e che piatti meravigliosi!!

    ReplyDelete
  11. Che meraviglia..........mi hai fatto venire voglia di Puglia...e di strascinati, sicuramente!

    ReplyDelete
  12. Mi sono davvero divertita a leggere i titoli delle foto in pugliuse XD Splendide foto come sempre

    ReplyDelete
  13. Appena ho letto "ricci" entro le prime righe, il tuo post mi ha catturata. E le immagini. Sono una salentina esportata e la tua terra così vicina alla mia mi comunica i profumi attraverso le foto. Splendide. Un abbraccio

    ReplyDelete
  14. E ALLORA è UFFICIALE ^_^
    BENTORNATA PUPETTA :D
    Eccerto che come ritorno...mo svengo O_o
    Alle 10.30 ho già fame!

    Buono quello buono quell altro..uuuuhh e quell'altro???!!! :O
    Va beh buono tutto, poteva non esserlo? :D
    E soprattutto cosa vedono i miei occhi O_o
    ...POMODOROOOOOOOOO! :O
    emmh..sono in astinenza O_o

    Insomma..tu non ti smentisci mai e come direbbe "qualcuno"...
    "Ekketelodicoaffà"!!!!!

    SMACCKETE! ^_^

    ReplyDelete
  15. Io ritornerò nell'amata Puglia a fine Luglio e conto i giorni!Fossi stata in te nons arei più tornata..Rinunciare a certi paesaggi, a quella genuinità, all'amore che trasuda da ogni pietanza...Che idillio cara Fiordizucca, per me quello è paradiso!
    Un bacione
    Saretta
    PS:pitonare mi piace troppo come termine!

    ReplyDelete
  16. che bel reportage. grazie.
    una salentina :)
    Alessandra

    ReplyDelete
  17. Si bravissima...ti seguo da anni e ho già copiato tantissime ricette! Le tuo foto inoltre sono stupente...Un saluto da Lecco...

    ReplyDelete
  18. me ne pare che questi tuoi post pugliesi li adoro.

    ReplyDelete
  19. Che meraviglia! Sono di origini pugliesi anch'io e mi sono quasi commossa!!! Le foto sono fantastiche...ma davvero le hai fatte con un 50 mm??
    Complimeti comunque! E oggi vado a cercare la rucola perché è una vita che non mangio quella pasta lì!!!

    ReplyDelete
  20. wanda
    sì, tutte. dalla prima all'ultima :) perchè ti stupisce?

    pimms
    ma allora ci sei!! ^__^

    anonima
    grazie, saluti a Lecco!

    saretta
    non è che vi ho rinunciato, infatti appena posso ci torno. viverci è una cosa, andarci in vacanza è un'altra. penso sia anche quello il bello, di godere di certe pietanze una volta ogni tanto. se diventa quotidianità non incanta più :)

    alessandra
    conosco poco il salento ma lo adoro e spero di tornarci presto!

    daphne
    grazie pupetta!

    gio
    purtroppo i ricci sono finiti prima che li potessi immortalare. se sei un amante del genere puoi capire perchè ^__^

    plopi
    va che poi t'interrogo! :)

    simo
    la puglia ti aspetta, facci un pensierino :D

    la francese
    in una settimana ho mangiato MOLTO di più di quello che ho fotografato. questo è solo un minimo assaggino ahahahah non ho documentato tutta una serie di formaggi, di taralli e dolci vari che te li raccomando! :D

    Bella Baita
    Thanks! Always nice seeing you around :-)

    grazie a tutti!!

    ReplyDelete
  21. dire che il pugliese è una lingua è poco...occorre solo viverci x capirlo...comunque una ottima vacanza in tutti e 5 i sensi

    ReplyDelete
  22. Cuoco non sono - al limite solo un sommelier - ma la mia prima passione è la fotografia e seguo il blog per girare l'eccellenti ricette a mia moglie... e abbinarle ai miei vini. DAVVERO COMPLIMENTI. Andrea, Il beone fotografo. http://degustazioniagrappoli.blogspot.com/

    ReplyDelete
  23. sono senza parole sei un fotografa eccezionale! Inutile dire che ad agosto non vedo l'ora di raggiungere ostuni, attendo con impazienza l'estate per andarmi a godere le bellezze da te descritte :-)

    ReplyDelete
  24. solo una parola: MERAVIGLIA.
    Stasera torno anch'io nella nostra amata Puglia, non sono una fotografa, ma godrò delle stesse cose con la stessa intensità :)

    ReplyDelete
  25. Ma che meraviglia di foto, di luoghi, di cibi e di colori!!!!
    Ale

    ReplyDelete
  26. ... mamma mia che meraviglia.. sei bravissima a fare le foto (quanto a cucnare!!!!). I miei bambini sono in Puglia nei trulli dei nonni, pensa cosa potresti fare fotografando i trulli, se vuoi ritieniti invitata per quanto ne hai voglia....la nonna di mio marito (94 anni!!) andrebbe in visibilio per queste ricette... ti devo mandare qualcosa dei suoi cavalli di battaglia, così puoi reinterpretarli con il tuo talento. Complimentoni!!!

    ReplyDelete
  27. ti giuro che ho sbavato sulla tastiera!!! :)
    quando mi inviti dalle tue parti? ;)

    ReplyDelete
  28. beautiful absolutely beautiful

    ReplyDelete
  29. Meraviglioso!
    Adoro il tuo blog, le tue ricette, il modo in cui racconti le tue avventure

    Ovviamente ora sto sognando quei piatti :-)))
    Chissà che sapori!
    e invece dovrò andare al supermercato a comprare l'insipida verdura che arriva a milano, che tristess

    ReplyDelete
  30. Questo racconto della tua vacanza mi ha fatto ricordare le mie in quel di Taranto, mio padre è originario di quella città, e così anche io serbo nel ricordo pranzi luculliani e interminabili! Soprattutto di uno, in una trattoria sulle Murge! Mi piacerebbe tornarci!

    ReplyDelete
  31. Ciao! Che belle foto. Ho letto che usi una D300 ma che ottiche ci attacchi per ottenere quella tridimensionalità?

    Andrea

    ReplyDelete
  32. Mitica zucchina Ciao!!!!!!

    ReplyDelete
  33. tu non devi mai e poi mai lasciare la macchina fotografica a casa!! perchè sei troppo brava!! ed ovviamente w le magnate!!!

    ReplyDelete
  34. ottima scelta quella di barattare lo spazzolino con la macchina fotografica!!magnifico, ho ancora + voglia di arrivare in puglia ad agosto!

    ReplyDelete
  35. Fantastica carrellata! Mi sono divertita a provare ad indovinare leggendo solo la versione in pugliese della didascalia per vedere quanto ancora riesco a capire di quella lingua bellissima...
    I maricidd non li avevo mai sentiti nè visti. per quelli passo... ;-)
    Tutto il resto è davvero come lo ricordo! Grazie del viaggio virtuale.

    ReplyDelete
  36. andrea
    ho usato il mitico 50mm f/1.4 :)

    Elisa
    trattoria sulle murge dici? hmmm non mi sovviene nulla.. mumble mumble

    fabien
    dalle mie parti a londra dici? :D chiederó a mia madre di aprire un mini agriturismo, che non sarebbe male come idea, se non fosse che mia madre dopo 3 giorni sbatterebbe tutti fuori casa. me compresa! ahahahah

    colombina
    conosco bene i fantastici trulli, ci sono stata parecchie volte da quelle parti in passato. un servizio fotografico mai fatto peró. quanti bei posti! :) mandami qualcosa, vediamo se con gli ingredienti che riesco a recuperare qui posso fare qualcosa di buono :) baci

    beone fotografo
    grazie mille :) cin cin!

    fedele
    hey!!! saluti alla mamma mi raccomando ^__^

    nadia
    buon soggiorno in puglia! dove di preciso?

    cobrizoperla
    chiaramente io ho scritto come mi e' piu' congeniale leggere. non ho mai fatto un corso di minervinese, quindi sta un po' ad interpretazione, se mi hai capita vuol dire che non sono andata tanto lontana :D

    ReplyDelete
  37. due problemi è dopo avere visto queste foto meravigliose:
    1) non ho più nessuna voglia di stare davanti al monitor chiusa nel mio ufficio
    2) un buco allo stomaco profondo come la fossa delle Marianne argh!
    al paese di mio padre ( al centro della calabria) le cime di zucchina si mangiano almeno una volta al giorno per tutta la stagione. si fanno bollire con zucchine e fagiolini locali in acqua salata insieme ai bucatini e poi il tutto condito con solo olio evo a crudo e pepe... il sapore delle mie estati infantili :)

    ReplyDelete
  38. Hai fatto delle foto spettacolari e su ognuna ci é scappata la risata per i "sottotitoli" in lingua originale.
    Dai dettagli e dalla cura delle mega-pappate in famiglia, si capisce benissimo quanto ancora le tradizioni culinarie al sud piú che al nord siano radicate e quanto sia bello condividerle con le persone care. Bellissimo tutto, complimenti!

    ReplyDelete
  39. tutto incantevole, il cibo, i luoghi, l'atmosfera, persino la cimice!!!
    grazie
    un bacione
    fra

    ReplyDelete
  40. Che meraviglia.....Grazie!!! Ma non è che posso farmi adottare dai minervinesi??? :o)

    Baci

    FEdra

    ps bentornata!!! :o)

    ReplyDelete
  41. ah! splendore!
    e quella finestra ad arco dalla quale non si vede altro che campagna! quella strada senza asfalto... meraviglia!
    senti fiore, per caso sai consigliarmi qualche frantoio pugliese dove acquistare olio on-line? compro sempre latte da 5 litri su internet e mi piace cambiare produttore di volta in volta... se conosci qualcuno mi dai il nominativo? grazie!

    Una tua storica lettrice silenziosa
    Cri

    ReplyDelete
  42. cri
    frantoi online personalmente non ne conosco nessuno, conosco alcuni rivenditori che potrebbero forse vendere direttamente, magari se li chiami al telefono o potrei intercedere, basta che poi ambasciatore non porta pena! quanti litri ti servono? :)

    fedra
    ti dò io la "paesanza" onoraria!! ^__^

    ReplyDelete
  43. Bellissime foto, mi ha colpito tantissimo quella della pasta al forno con fuoco sopra e sotto. Anche noi in Sicilia facciamo " a pasta o furnu" ma così forse per mia ignoranza non l'avevo mai vista! Tante cose pur non essendo della tua regione le sento molto familiari (es. il colore del sugo ;-) arancione catarinfrangente) ma lo stesso mi è venuta voglia di Puglia (non ci sono mai andata ma credo che la cucina pugliese sia una delle migliori d'Italia, vero?)

    ReplyDelete
  44. una panoramica gastronomica da mozzare il fiato, davvero, indubbiamente sei una donna inebriante, maledizione ma perchè non lo hai illustrato tu il volume sulla cucina pugliese? :-)))

    ReplyDelete
  45. Ma questa è un'enciclopedia gastronomica illustrata!! Le tue foto sono sempre bellissime. E anche la Puglia lo è. Nella mia prima vacanza nel Gargano ho passato metà del tempo a fotografare ulivi. Li tovo affascinanti. Ho una perplessità sulla traduzione in inglese di "rucola" che forse puoi aiutarmi a sciogliere: arucola, arugula o rocket? Su riviste ed anche sul web ho trovato queste tre parole diverse per definire la rucola, sempre in testi inglesi.

    ReplyDelete
  46. Dopo tutti i complimenti che hai ricevuto, non posso fare a meno che associarmi... Tutto splendido. Luce naturale e verissima... come solo da quelle parti si trova. Che nostalgia!

    ReplyDelete
  47. beh...allora???? Sono contenta che hai lasciato a casa lo spazzolino da denti!!!! ;o) Le tue foto sono sempre meravigliose, io non sono pugliese (ma ci sto vicinissima!!!) e certi piatti, certi dettagli (tipo le sedie spaiate, le cassette di legno buttate alla rinfusa, le grigliate sul fuoco, la pasta fatta in casa e la caffettiera da dodici!!!) mi appartengono perchè li ho vissuti anch'io fino a qualche tempo fa! I miei nonni, quando vado al paesello ancora mi rimpinzano di cose buonissime fatte in casa. Per non parlare del tempo trascorso "a toll u frisc 'nmiezz u chian" (scusa il paesanese, ma non potevo fare altrimenti!!!!) o sotto gli alberi a fare l'uncinetto e a parlare con le comari... Ogni tanto è un bene tornare un pò indietro nel tempo....Grazie perchè con il tuo racconto (fotografico e non!), un pò indietro mi hai trasportato!!!! Ka

    ReplyDelete
  48. ti devo fare veramente i miei complimenti per queste foto meravigliose, una più bella dell'altra!

    ReplyDelete
  49. Meglio di qualsiasi pubblicità di qual si voglia ente del turismo.
    Dovrebbero assumerti!

    Narese

    ReplyDelete
  50. Le tue foto sono una gioia per gli occhi, complimenti, mi piacciono da morire!!

    P.s. ma come fai ad avere quei bianchi così puliti e nitidi? Io, con tutto il bilanciamento del bianco, sto impazzendo...

    ReplyDelete
  51. I GHIMMIRIDDI!!!! No no non sono impazzita, nelle tue meravigliose foto ho rivisto, dopo tanto tempo i fantastici ghimiriddi!! Cosi' li chiamano a Modugno, i miei venivano da li', mi riferisco ai maricidd, come li chiami tu. Io li amo, li adoro....anche se da poco ho scoperto veramente cose c'è dentro, ma non riesco a rinunciarvi!!E' tanto che non li mangio, Fiore che nostalgia che mi hai fatto venire con le tue foto, mille ricordi e tutti belli, grazie, grazie mille!! ciao Sally

    ReplyDelete
  52. 1500 km in un week end bari- vieste - casa ma ne valeva la pena, peccato per i lampascioni non sono riuscita ad assaggiarli!!

    ReplyDelete
  53. alessandra30/6/09 3:29 pm

    mi unisco ai complimenti per le bellissime foto e ti faccio una proposta: perchè non inserisci anche queste ricette della tua terra e che "appartengono" alla tua famiglia ? magari potresti creare una sezione apposita come "secondi di mare" o "biscotti"... GRAZIE ancora!!!!

    ReplyDelete
  54. la puglia, che conosco molto poco, offre viste e paesaggi straordinari...
    ...ma tu riesci a coglierli con le tue foto in modo favoloso! grazie per avermi fatto conoscere tanti posti, in cui forse un giorno andrò!
    (e grazie per le ricettine da cui spesso "attingo"!)
    valentina

    ReplyDelete
  55. :) Non era stupore... era invidia!!! Mi cimento da poco con la fotografia e le tue foto sono bellissime, vorrei saperne fare di altrettanto belle! Non mi resta che fare pratica!

    ReplyDelete
  56. Penso che tu lo sappia quanto sei fortunata ?! Vero???? Presto andrò a Cisternino,non vedo l'ora.

    ReplyDelete
  57. Che invidia e che voglia di Italia!!:-)
    Qui a Londra fa davvero caldo, spero proprio che duri..Londra e' piu bella se splende il sole!!
    Complimenti per le foto sono davvero bellissime!
    Valentina

    ReplyDelete
  58. E il faro dov'è??
    Mio papà è minervinese!!
    Che invidia.. soprattutto per i cuchilicchi .. ne mangerei a quintali!!! Alla faccia della dieta!!

    Debora

    ReplyDelete
  59. Ora che ho saziato la mia fame visiva non vedo l'ora di provvedere a quella ordinaria...ma sarebbe possibile avere la ricetta di quelle delizie che sembrano i cuchilicchi? Le tue foto sono splendide, sembra di sentire anche i profumi con queste immagini.
    Babbs

    ReplyDelete
  60. Calore ardente in queste foto, che brucia anche la mia di pelle! L anno scroso avrei fotografato ulivi tutto il tempo!

    ReplyDelete
  61. Salve,
    vorrei invitarti personalmente sul nuovo social network italiano
    dedicato esclusivamente ai blogger. Tanti sono già i profilo creati,non mancano nomi di spicco della comunità web italiana .
    Insomma, stiamo aspettando solo te! Non mancare! ;)


    http://mio.profiloblogger.com/

    Lorenzo Sinisi

    -- Team Profiloblogger.com --

    ReplyDelete
  62. Ciao Fiordizucca,
    ti ho scoperto qualche tempo fa cercando on line ricette con la zucca e mi sei apparsa tu. Ti leggo quasi regolarmente e le tue storie (comprese le foto e le ricette, of course) mi piacciono tantissimo oltre al fatto che adoro Londra per cui ti leggo 2 volte :-)
    Sono sempre rimasta nell'anonimato, più per pigrizia forse, ma questo post è straordinario e non potevo non dirtelo, poi l'anno scorso sono stata in Puglia in ferie e queste foto mi riportano là.
    Da poco, anche io ho un blog di cucina (ma non sono affatto una fotografa, sig!), se ti va .......

    Complimenti per tutto
    Antonella

    ReplyDelete
  63. Che meravigliose istantanee di Puglia: mi hai fatto ricordare la vacanza passata proprio in questa splendida regione giusto 6 anni fa... Splendida.

    ReplyDelete
  64. Questo post è la fine del mondo. Riesci a rendere bellissima persino la brandina per "pitonare"... bravissima davvero :)*

    ReplyDelete
  65. Grazie per la tua proposta per l'olio ma ho trovato un frantoio toscano che me lo spedisce.. speriamo sia buono! (finora mi è sempre andata bene;-)
    Ciaooo

    Cri

    ReplyDelete
  66. Ti leggo spesso e non scrivo mai.
    Le foto e le ricette sono bellissime, fanno venire voglia di partire subito per la Puglia!!!!!!!!
    Però....non è che il timo non sia invece rosmarino, io non ne ho mai visto con i fiori azzurri?
    Ciaooooooo
    Carlotta

    ReplyDelete
  67. Se fossi riuscita a rinunciare al piatto di ricci di mare, penso ti avrebbero tolto la cittadinanza pugliese!!
    Come avevo fatto a perdermi questo post, con la tua solita braura sei tiuscita a rendere meravigliosamente i colori della nostra regione, i profumi ed i sapori della nostra meravigliosa cucina...a Bari gli involtini di interiora li chiamiamo 'nghimiridd", e non ho mai avuto il coraggio di mangiarli!

    L'entroterra pugliese e' bello quanto e piu' della costa :)

    ReplyDelete
  68. Che meraviglia! La ricetta l'ho archiviata, e le foto le ho mangiate con gli occhi!
    Grazie, Gabriella

    ReplyDelete
  69. ciao, ti leggo silenziosamente da un po' di tempo ormai...come al solito bellissime foto! vado in vacanza in salento, avrò un matrimonio là...ma sicuro un giro a minervino(dopo aver visto questo reportage) lo faccio..dì alla tua mamma di prepararmi qualcosa di buono :P
    alice

    ReplyDelete
  70. Solo te diré que este post es el más maravilloso de todos cuantos he visto hasta ahora. Enhorabuena por tus fotos y por tus recetas.

    ReplyDelete
  71. Ma quanto caspita hai mangiato??

    Foto incredibili, tutto allettante (meno le quaglie...), ricordi bellissimi della mia adorata Puglia a cui mi pento di aver rinunciato quest'anno - sara` per l'anno prossimo.

    ReplyDelete
  72. tu hai di certo scritto benissimo. sono certo io, veneta, ad avere qualche difficoltà! ... non ti dico come è stato il primo pranzo a casa di mia suocera pugliese, ormai parecchi anni fa. ;-DD sembravamo due marziani!

    ReplyDelete
  73. Che belle foto....quelle dei sapori poi così invitanti. Mi è piaciuto ritrovare il gusto di cibi conosciuti a casa mia anche se con nomi diversi. Complimenti ancora!!

    ReplyDelete
  74. Cara Fiordizucca, ma quella è tutta la robbba che ve siete magnati in un pomeriggio e serata? O____O
    E complimentoni, anche per le didascalie in lingua originale con sottotitoli! ^__^

    ReplyDelete
  75. ciao E' un po' che non mettevo il naso nel tuo forum.... che foto spettacolari, che puglia spettacolare... non credo per te sia stato facile venir via da li... bellissime le ricette nuove che ho trovato, insomma mi sei mancata e me ne sono accorta solo ora aprendo il tuo sito... domadina... ma perchè non fai la cuoca??? :-)))) buon alvoro... cristina

    ReplyDelete
  76. e la ricetta di quei fantastici panzerottini che mi ricordano quand'ero piccola? :(

    ReplyDelete
  77. il tuo blog è sempre meraviglioso... pensa che è uno dei primi blog che ho scoperto, ormai più di due anni fa, ed è sempre con il tuo blog in testa che ho fatto poi il mio...
    vabbè non sono ai tuoi livelli per niente, ma se vuoi passare da me mi farebbe piacere...

    ReplyDelete
  78. Bene, dopo queste foto, lascio tutto qui ed esco per pranzo. Fortunatamente qui vicino (Milano) ci sono ben 3 ristoranti pugliesi..., mi hai fattio venire voglia e pensare che volevo stare leggero!!

    ReplyDelete
  79. Non potevo non lasciare un commento a una quasi compaesana...infatti i miei genitori sono minervinesi e ho bellissimi ricordi di una vacanza trascorsa quand'ero ragazzina, le passeggiate al faro.....bellissime foto, e finalmente dopo tanti anni quest'estate ci ritornero'!
    Complimenti per il blog!

    ReplyDelete
  80. uagliè sì proprie brave!!
    salut da cassane

    ReplyDelete
  81. Ciao Fioredizucca...inutile dire quanto ti adori!!!ghghg
    E dopo aver visto la foto dei panzerottini anche di più..ma la ricetta è la stessa che hai messo sul sito, o la tua mamma li fa diversi?? Non vedo l'ora di provarli!!
    Un abbraccio e buona vacanza
    Vale

    ReplyDelete
  82. come mi mancava il tuo blog...
    son pugliese anche io...
    ma quello che hai postato..è fantastico!

    ReplyDelete
  83. Splendide queste foto!!
    Sono stata in Puglia per la prima volta quest'anno. Il mio fidanzato è originario di Foggia.
    Mi sono innamorata della natura, la si tocca con mano. Rispetto a dove io vivo (Lombardia) il contatto con la terra in Puglia sembra essere all'ordine del giorno.
    Splendidi sono i colori e meravigliosi i paesaggi...

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...