Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

23 May 2006



Nemmeno a me il cocco fa impazzire, peró ci sono delle cose alle quali proprio non si puó dire di no. Il cocco nei dolci lo tollero benissimo, il cocco nel salato e specialmente abbinato alla parola curry, ancora meglio. I curry verdi, rossi e gialli, sono tipici della cucina Thai che utilizza il cocco come ingrediente principale in molti piatti. Se impazzite per il cocco come il silenzioso Pib, potete provare ad abbinare questo primo piatto importante, con questi arancini dolci di riso al cocco.

Ingredienti:
500gr di spezzatino di manzo, 2 patate medie, 10 scalogni, 50gr di anacardi, 3 cucchiai di pasta di curry rossa, 400ml di latte di cocco, 100ml di crema di cocco, 5 semi di cardamomo, 1 stecca di cannella, 2 cucchiai di pasta di tamarindo, 2 cucchiai di zucchero

Prendete una pentola antiaderente e tostate i semi di cardamomo. Pulite le patate e tagliatele in quattro. Mettete tutti gli ingredienti nella pentola, mescolando bene per fare amalgamare tutto. Cuocete a fiamma media per 1 ora circa o fino a quando la carne non sará ben tenera e le patate cotte. Servite con riso basmati bianco.

Vino: rosso: Primitivo pugliesi, Syrah siciliani o australiani, Zinfandel californiani.

Sognando: sognare un coccodrillo in acqua indica proposte pericolose; sognare un coccodrillo allo zoo indica nubi passeggere; sognare pelle di coccodrillo indica scoperta di inganni; sognare scarpe di coccodrillo indica progressi lenti; sognare una borsa di coccodrillo indica chiacchiere in famiglia.

Naturalmente: La noce di cocco, originaria della Asia, è il frutto della Palma da cocco (Cocos nucifera), pianta considerata nei paesi tropicali il "re dei vegetali" poichè di essa si utilizzano quasi tutte le parti, dalle radici ai fiori ed in particolare modo i frutti, ricchi di grassi e proteine, carboidrati, vitamine, sali minerali quali il potassio. Il liquido zuccherino che si estrae rompendo la noce (a volte erroneamente confuso con il latte di cocco, che viene invece ricavato dalla polpa del frutto) è rinfrescante e ricco di vitamine. Dalla polpa essiccata del cocco si estrae anche l'olio di cocco, elemento fondamentale per la bellezza e la cura del corpo delle donne dei paesi tropicali. Questo olio contiene acidi grassi saturi quali il laurico, miristico, palmitico e linoleico ed un potere eccezionalmente nutriente, emolliente ed idratante.
L'olio di cocco al di sotto dei 25° si presenta in forma solida, quasi un burro, ha colore avorio ed un gradevole odore ma non sa di cocco, quelli in commercio vengono spesso profumati artificialmente. L'olio di cocco è un perfetto doposole e particolarmente indicato per le pelli secche. Applicato sui capelli, li nutre, li rinforza, ne aumenta il volume, li lucida e fa risplendere e pare ritardi anche l'incanutimento.

18 comments:

  1. Siamo in sintonia pupetta!
    Giusto ieri sera mi sono cucinata del pollo con il latte di cocco e altre speziette varie!
    L'ho messo su cooker oggi ed anch'io ho detto che il latte di cocco su queste preparazioni mi piace un sacco!;-)
    Provo anche questo di manzo asap!!!

    Baciotti coccosi!

    Terry

    ReplyDelete
  2. a me il cocco piace punto e basta!

    ReplyDelete
  3. metto tutto nella pemtola e cuoce da solo e poi me lo mangio? Great idea!
    Questa ricetta è dolcissa quindi non molto pro-dieta, ma è talemnte golosa che la proverò una sera, eventulamente quando avrò gente a cenza. giusto per trovare una scusa;)

    ReplyDelete
  4. Un curry! Ho proprio la pasta di curry (gialla, fa lo stesso, vero?).
    Fiore, ma che differenza c'è fra le paste di curry verde/rossa/gialla?)
    I semi di cardamomo li lascio interi?
    Scusa ma mi devi guidare passo passo :-))
    Frank

    ReplyDelete
  5. non ho mai mangiato il cocco nelle preparazioni salate, sicuramente da provare!
    anch'io sono una cocco addictive!
    ho detto bene?

    ReplyDelete
  6. Uh, proprio stasera pensavo di fare del pollo con la pasta di curry verde! Quando leggo le tue ricette, mi manca sempre qualche ingrediente, eppure ne ho davvero tanti... stavolta è la pasta di tamarindo! Me la segno da comprare :)

    ReplyDelete
  7. consy , buono il pollo al curry anche. devo provare il curry verde un giorno di questi :) baci

    zora , allora se ti piace il cocco uno di questi giorni si prova! :) well said! :)

    ciao frank , la differenza sta negli ingredienti. il curry rosso contiene peperoncino rosso, quello verde contiene peperoncino verde, coriandolo ed altri ingredienti che danno il colore verde, il curry giallo contiene il famoso curcuma che é giallo appunto, contiene polvere di curry ed altre spezie che danno il colore giallo :) I semi di cardamomo li lasci interi oppure li apri appena. curry di pasta gialla va bene lo stesso, go for it :) baci

    ciao sandrina :)

    francy , l'unica cosa dolce é lo zucchero, che puoi benissimo eliminare :) spezzatino con riso bianco in fondo non é anti-dieta, basta moderarsi :)

    Pib si si, si era capito! :))

    terry :) caspita che sintonia! proveró la tua ricetta allora! baciotti

    ReplyDelete
  8. Beh, con una risposta così professional ti meriti propirio
    un 10 :-))
    Bye.
    Frank

    ReplyDelete
  9. ehi.



    apnea

    ReplyDelete
  10. wooo a me piace tanto il cocco :-) secondo me è buono anche in ricette salate :-)

    ReplyDelete
  11. miss piperita , :) decisamente si. baci

    hey apnea

    frank , spero di averci preso almeno :) baci

    ReplyDelete
  12. Io lo facevo alla marocchina con curry panna liquida e ananas, col cocco no...si può provare. Mi piace molto l'idea di usare il guscio come piatto!

    ReplyDelete
  13. Bellissimo questo post.
    Ho provato a farlo anche io ma mi sono trovato subito nei guai a cercare di aprire la noce di cocco.
    Prima ho dovuto fare i buchi per estrarre il liquido. Ho iniziato usando la punta di una forchetta. Non andando da nessuna parte son passato al coltello finche' non mi sono taglito un dito. Allora ho preso un cacciavite e ho provato a sfondare uno dei tre occhiolini del cocco con un colpo preciso, come se dovessi accoltellarlo. L'ho mancato e il cacciavite si e' impiantato nel tavolo di legno. E' ancora li'. Ho risolto il tutto con il trapano elettrico.
    Per rompere la noce vera e propria ho usato nell'ordine: il pesta carne, una bottiglia di champagne (in mille pezzi, la bottiglia). L'ho preso a mertellate finche' non ho rotto il ripiano di marmo e poi disperato l'ho messo sul gas per ammorbidirlo. Quando la fiamma s'e' fatta troppo alta mi sono terrorizzato l'ho preso al volo e l'ho scaraventato perterra. Finalmente si e' aperto in mille pezzi fiammeggianti che si sono distribuiti su tutto il pavimento fin sulla moquette del soggiorno. Pero' il cocco era gia' cotto e pronto per il curry.

    La prossima volta potresti aggiungere una rubrica di consigli pratici di cucina.

    ReplyDelete
  14. LOL inphi , all'apertura del cocco ci ha pensato mio marito. eh gli uomini sono indispensabili per certi mestieri. lui ha iniziato con un cacciavite e il buco s'é quasi subito stappato. poi é andato fuori e si é avventato contro con il martello. la noce si é aperta come per magia, e gli ha schiacciato il palmo della mano. :)

    buona idea la tua. ti terró presente se mi servisse una mano :)) anzi, due!

    ReplyDelete
  15. uffa, mi ero registrata per non lasciare commenti anonimi ma non mi ricordo più la password! comunque: questa ricetta mi ispira un sacco, potresti dirmi dove trovo gli incredienti esotici tipo latte di cocco, crema di cocco, pasta di curry e tamarindo? si trovano anche al supermercato o devo andare nei negozi di specialità etniche? grazie!
    Bianca

    ReplyDelete
  16. l'ho fatto sabato sera, che buono!! Io ho apportato alcune modifiche perchè non trovavo gli ingredienti.. invece della crema di cocco ho aggiunto al latte di cocco un po' di cocco grattugiato di quello per fare i dolci, e siccome non avevo la pasta di curry rossa ho messo il curry in polvere e un po' di concentrato di pomodoro!
    Inoltre avevo fretta e così l'ho fatto in pentola a pressione per 30 minuti, facendolo poi addensare alla fine senza coperchio.. ;)
    Ah poi non ho capito se gli scalogni vanno interi, immagino di si vista la quantità!
    Se per caso ci fosse qualcuno di Torino e dintorni volevo segnalarvi un'iniziativa simpatica dello Shri Ganesh, ristorante indiano, che organizza dei corsi di cucina indiana (lo so, questo era thai ma ci somiglia!)
    info qui http://www.shriganesh.to.it/italiaindia/corsi/

    ;)

    ReplyDelete
  17. Ciao, ottima pagina, complimenti,
    ma volevo leggere, se è possibile, qlsa su i mix di frutta/ frullati
    grazie :)

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...