Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

9 May 2006



Avevo detto giallo? Metto il giallo in standby per un attimo, per accostarmi al verde, che tutto sommato non dista tanto dal giallo.
Questo piatto é di qualche giorno fa ormai, me l'ero scordato! La ricetta non é particolare in sé, un semplice risotto agli asparagi in fondo lo sappiamo fare tutti. Quel che é particolare sono proprio gli asparagi, raccolti dalle manine del mio babbo, in Puglia. Questi asparagi sono lunghi, sembrano dei rampicanti. Si tagliano o si spezzano, e si trovano sotto forma di pianta, vicino le pietre. Sono molto simili agli asparagi normali, ma leggermente piú amarognoli e sanno proprio di asparago, ma non sono tanto acquosi all'interno. Vanno puliti staccando le cimette ed eliminando il resto che é molto duro. Mia madre li cucina solitamente in un paio di modi, per ultimo davvero il risotto che non rientra nella sua cultura culinaria. Ci fa frittate, oppure li condisce con olio, quasi mai con la pasta. Ovviamente si possono utilizzare come qualsiasi altro asparago.
Il risotto viene fuori normalmente con un soffritto di burro, cipolla, riso fatto tostare appena e con l'aggiunta delle punte di asparagi bagnate da vino bianco. Cotto il tempo che ci vuole con il brodo e mantecato alla fine con burro, parmigiano reggiano e cosparso di pepe a piacere. E chi c'é, c'é...

Vino: bianco: Sauvignon del NordEst Italia.


Sognando: sognare un prato verde indica un invito gradito; sognare un tessuto verde indica progetti entusiasmanti; sognare un vestito verde indica trattative laboriose; sognare una pianta verde indica riconoscimenti meritati; sognare una tenda verde indica un progetto segreto; sognare un tappeto verde indica rapporti sentimentali sereni; sognare di essere al verde indica fantasticherie inutili.

Naturalmente: Dell'asparago ne esistono varie specie, dal più comune Asparagus officinalis all'Asparagus acutifolius conosciuto come asparago selvatico o asparagina. Queste varie specie sono comunque accomunate dalle stesse virtù terapeutiche. L'asparago infatti è ricco di vitamine A, C, gruppo B, sali minerali, asparagina ed ha proprietà diuretiche, depurative, lassative e remineralizzanti, fluidifica il sangue e svolge un'azione drenante a livello renale. Essendo la sua azione abbastanza forte, l'uso eccessivo è controindicato a chi ha patologie ai reni o soffre di gotta.

La tisana di radice di asparago, con le stesse proprietà dell'ortaggio e reperibile presso le erboristerie, è un valido aiuto in caso di diete dimagranti per la sua ottima azione, drenante e depurativa.

24 comments:

  1. Prima o poi ci devo andare nell'entroterra Pugliese :-)
    Anche dalle mie parti abbiamo degli asparagi selvatici (asparagina) che, dalla descrizione che fai di questi, sembrano simili.
    Li hai mai mangiati con la salsina di uovo sodo schiacciato, sale, pepe, olio e alcune gocce di aceto?
    Baci
    Frank

    ReplyDelete
  2. da noi si mangia solo questo tipo: frittata,pasta o riso..i modi non sono poi molti per cucinarli.

    quelli con il "busto" più cicciotto, mamma li fa bollire con l'aceto ed asciugare, poi li mette sott'olio con aglio, peperoncino, alloro, pepe in grani, finocchietto.
    buona giornata.

    ReplyDelete
  3. come ci sarei voluta essere ;-P
    i suggerimenti di Frank ed Ape sono gustosi e da provare!
    Anche io so che va molto con gli asparagi selvatici la frittata...che voglia di mangiarla!

    ReplyDelete
  4. ma sono asparagi asparagi o germogli di luppolo?

    ReplyDelete
  5. Io con gli asparagi selvatici faccio una variante della "gricia": ovvero tanto guanciale rosolato in una lacrima d'olio (pochissimo, giusto per avviare la rosolatura non a secco), aggiungi gli asparagi selvatici tagliati a tocchetti, prosegui la cottura a tegame coperto. Pasta corta o lunga vanno bene tutte, tranne forse i paccheri o affini, un tantino grossi.
    Quest'anno niente gricia agli asparagi selvatici, erano in vendita a 20 euro al kg!!! Mi è venuta una mezza idea di coltivarli nell'orto...

    ReplyDelete
  6. pimms , asparagi asparagi :))

    consy , che buona questa gricia che dev'essere! 20 Euro al kg caspita! glielo devo dire a mio padre, ci puó fare un business a quel prezzo lí (*_*)

    francy , credo che la frittata sia una classico forse perché con le uova sono proprio la morte loro :)

    ape , vero, per apprezzare al meglio il gusto é meglio mangiarli meno elaborati possibili, peró ció non toglie che si possono fare in svariati modi. bella la ricetta di tua madre. sott'olio. glielo devo dire alla mia :)) baci

    ciao frank , magari ti é venuta voglia di cambiare meta per le tue vacanze? invece che Londra fai un salto in Puglia! :)) come dici tu non li ho mai mangiati ma mi tengo buona l'idea per la prossima volta :)

    ReplyDelete
  7. Chi c'è c'è tu dici....e io SI' che ci si sono...ma troppo distante porca paletta! ...e pure al lavoro sonoooo!!! Argh....io amo gli asparagi in tutte le salse, asparagi selvatici e non, bianchi e verdi! Slurp!
    Qualche settimana fa ho fatto gli asparagi verdi con le uova sode sbriciolate(un classico) e poi una vinaigrette al dragoncello...mamma s'è leccata i baffi (e si...ogni tanto un pò li ha ;-p)

    C'è chi chiedeva se erano i germogli di luppolo, che qui chiamiamo bruscandoli, cmq a me non sembrano, anche perchè quelli sono teneri, mentre tu dici che a parte le punte questi son più duretti...quindi sembrano proprio dei deliziosi asparagi selvatici!

    Mi sa che hai preso dal tuo babbo la passione per procacciarti il cibo da ciò che la natura offre in giro! ;-) Brava stelluzza!

    Una baciotto

    terry

    ReplyDelete
  8. ciao a tutti gli asparagi in questione sono Asparagus officinalis o Asparagus acutifolius, se colti al nord, oppure Asparagus Albus o Asparagus maritimus, se colti al sud, comunque tutti commestibili e deliziosi! Alcuni usano mangiare anche i germogli dei pungitopo (Ruscus aculeatus)...provati...veramente amari, solo per estimatori! saluti golosi cat

    ReplyDelete
  9. terry , mio padre é un primitivo per natura. lui si ciba principalmente di quello che la natura gli da, anche se alcune pratiche di "caccia" sono discutibili. ma va a pesca cosí come in campagna cosí come a caccia appunto. ha proprio un'istinto di sopravvivenza che é dell'uomo primitivo :) odia i supermercati e si ciba di cose che produce egli stesso. non gli fa schifo quasi niente (ci sará qualcosa che gli fará schifo!) e l'ho visto spellare uccelli, cosí come scuoiare altri animali. ecco. quando ero piccola ho mangiato volpi, lepri, beccacce e chi piú ne ha piú ne metta. quello passava il convento. confesso che la volpe non é cattiva, mia madre la cucinava deliziosamente. crescendo peró ho acquistato una coscienza e una sensibilitá lontana da quella primitiva ed ora rabbrividisco all'idea!! :) mio padre dice che se scoppiasse una guerra, lui sopravviverebbe, io no! :)

    ciao cat , grazie per queste informazioni scientifiche. non ti dico come li chiamiamo noi i pungitopo in puglia! :)) é una cosa volgare. mah! tu dove vivi?

    ReplyDelete
  10. come li chiamate? stingikeul?

    ReplyDelete
  11. e visto che le uova sono la morte degli asparagi, come lo vedi questo delizioso risotto con un bell'uovo in camicia sopra?

    ReplyDelete
  12. Ciao!!
    Mmmm asparagus! I found a new way of enjoying ABTM of Omar this way. A starter of of the more regular type of asparagus, wrapped in the vintage proscuitto di Parma, with shavings of Parmigiano Reggiano and of course the drizzle of balsamic vinegar on side....divine!
    I wonder how many of us could survive off "the land" if the supermarkets all shut? Ciao, (Psycho) Bisk

    ReplyDelete
  13. Ciao Fiore! Anche io faccio di solito il risotto così (da buona milanese e un po' varesotta, ho imparato da mia madre a farlo un po' in tutte le maniere), poi li faccio con la frittata, con le uova, la pasta, come frank e ape...ma la grigia no...lo farò. Comunque hai avuto una buona idea come al solito del resto...questi asparagi secondo me sono i più buoni perchè belli croccanti.

    ReplyDelete
  14. Eccerto, semplice risotto così, com'è semplice riuscire un'omelette, però devo dire che, nel tuo, raviso un grave difetto:
    è troppo lontano dalla mia forchetta
    Remy

    ReplyDelete
  15. ciao a tutti
    che bello questo risotto...
    anche io uso gli asparagi selvatici nelle varianti + comuni....ma ormai sono talente rari da trovare.
    che quasi me ne sono dimenticata!!!!
    baci lalla

    ReplyDelete
  16. adesso mi hai incuriosito col nome pugliese dei pungitopo, e siccome le piante e i fiori sono il mio pane, e a volte anche il companatico :-)), non posso non saperlo! ti prego, se vuoi ti dico come si chiamano i frutti della rosa canina in veneto, così a volgarità siamo pari... ah io sono nato e vivo a bolzano (ma di origini venete-mantovane-sarde, bel mischiotto eh, ma pensa che ampia gamma di ricette ereditate dai nonni!), saluti golosi cat

    ReplyDelete
  17. Ciao fiordizucca! Vorrei dirti che mi piace il tuo blog tanto, e che ho mangiato questi tipi di asparagi da mia suocera in Sicilia in una fritatta- sono buonissimi! Scusami se scrivo male, ma sto imparando italiano e ancora non sono molto brava...
    Questo risotto sembra buono, a me piace il riso con verdure oltre che i fungi.
    Mettero tuo "link" sul mio blog, se posso...

    ReplyDelete
  18. ciao kristina ! benvenuta. il tuo italiano é ottimo, don't worry! :) grazie per il link e ripassa quando vuoi :) saluti

    ciao cat :) ok ok. gus gus , c'é andato vicino! noi li chiamiamo zipp in gheul , letto paro paro. zipp sta per rametto e gheul sta per posteriore. in, sta per nel. fai tu due piú due :)) aspetto la tua rosa canina in veneto :)

    lalla , rari da trovare in sicilia? forse non é piú stagione? fará giá troppo caldo, beati voi! :)

    ciao Remy , te ne manderei una porzione per due se potessi. non vedo l'ora che inventino il fax tridimensionale con odori e sapori annessi. :) baci

    gloria , é vero, questi restano croccanti anche dopo una lunga cottura, mentre gli asparagi normali sono piú morbidi :) io il risotto non so se ho ancora imparato a farlo, ma mio marito che é milanese lo fa quasi come il mio, quindi non dev'essere male. mia madre é negata in questo. lei lo fa buttandoci l'acqua tutto in un botto solo perché dice si scoccia ad aspettare :))

    hello psychobiskt , great idea, well done! :) I could easily do without some supermarket! (*_^)

    silvia , l'idea mi garba. ora che tutti avete menzionato le uova, ci proveró la prossima volta, peró con gli asparagi normali perché questi ahimé, non li vedró fino al prossimo anno! :)

    ReplyDelete
  19. Buoni gli asparagi selvatici, io li raccolgo insieme ai germogli di pungitopo, mangiati tutti insieme non sono troppo amari.
    per ,e la morte loro sono in fritata o cotti con aglio e olio e usati per condire la pasta.

    Ma nache il risotto non scherza proprio :-))))

    ReplyDelete
  20. cara fior
    ormai è vero nn è + periodo....ma ti assicuro che nn sono facili da trovare in commercio ....tranne se nn vai per i campi a raccoglierli....
    ogni tanto un amico dei miei che si diletta in campagna c'e ne porta un mazzetto... altrimenti ci dobbiamo accontentare di quelli classici che vi assicuro che anche qua hanno raggiunto prezzi alle stelle!!!
    baci lalla

    ReplyDelete
  21. Si Fiore anche le mie amiche in toscana dicono la stessa cosa quando mi fan mangiare il loro risotto e dico: "buono davvero ma ...è riso bollito sai questo?!Prova a fare invece il risotto con lo stesso condimento" e loro: "ma è risottooo, uffa ma è lungo da fare!". Bè ci vuole una pazienza di 20 minuti si ma latrimenti risotto non è... che ridere. Quello nella foto l'hai cucinato tu o tuo marito? Se sei stata tu, bè sembrerebbe che tu sia quasi milanese d'adozione allora..

    ReplyDelete
  22. gloria , se lo avesse cucinato lui avrebbe come minimo voluto i diritti d'autore a fondo pagina! :)) peró lui fa un risotto allo zafferano che é molto buono. magari una volta gli chiedo di esibire il suo piatto forte! :) baci

    lalla , immagino i prezzi. in compenso ti posso dire che mentre in puglia i carciofi costano 3 Euro x 20 carciofi, qui costano 3 Euro l'uno!!! roba da pazzi. stessa cosa per i finocchi. sono difficili da trovare e costano uno sfracello. e poi dicono che la gente mangia poca verdura. e ti credo! :)

    ciao dany , non ho mai assaggiato i germogli di pungitopo, chiederó a mio padre la prossima volta. non credo che noi li si abbia mai mangiati. :)

    ReplyDelete
  23. Da noi (in Friuli) si chiamano urticiòns. la settimana scorsa ci ho fatto una vellutata aggiungendo solo un po' di brodo e una piccola patata.
    Era fantastica.

    ReplyDelete
  24. ciao fiordizucca, mi sono innamorata del tuo blog a prima vista, è bellissimo! nelle mie vene scorre sangue mezzo friulano e mezzo pugliese, e anche per me il cibo è vita, amore, passione. Mia mamma, abitando vicina alla campagna, va a raccogliere gli "urticions" ogni anno e lei li cucina in maniera ancora più semplice, come faceva mia nonna: filo d'olio, spicchio d'aglio, un po' d'acqua per aiutare la cottura, poi ci rompe sopra un uovo a testa, copre e spegne così si cucina solo col vapore della verdura stessa. Sale e pepe a piacimento. Da servire su una bella fetta di pane rustico tostata.
    Ti tornerò a trovare presto, ho già visto molti spunti per sperimentare cose nuove :)

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...