Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

22 February 2009



E' passato quasi un mese dall'ultimo post, eppure il mio trasloco effettivo è avvenuto solo questa settimana. E' stato il trasloco più lungo della storia dei miei traslochi. Quattro settimane in cui non sono stata né carne né pesce, un po' di roba di qua, un po' di roba di là, la mattina a lavorare di qua, la sera a pulire di là. Menomale che le due case non erano lontane altrimenti non so quanto avrei impiegato a trasferirmi. Mi restano due porte da imbiancare, poi ho finito almeno la parte che riguarda la cosiddetta "rinfrescata". Dopodiché potrò sbizzarrirmi con qualche tocco creativo di qua e di là. La nuova casa è semivuota, se non fosse per il letto che mi sono regalata, il salotto è privo di ogni forma di arredo, infatti non ha nessuna forma definita né definitiva, ma piano piano arriverò anche a quello. Del resto una delle cose più eccitanti di questo trasloco è quello di poter finalmente scegliere ogni minimo particolare senza che nessuno poi venga a lamentarsi dei muri verdi, delle porte arancioni o di qualsiasi altro cambiamento apportato internamente. Ho cercato in lungo ed in largo mattonelle verdi per il mio nuovo bagno, ma ad averne trovate! Alla fine ho trovato delle belle mattonelle verde foresta che arrivavano da Roma, ma sfortunatamente costavano anche troppo per il mio budget e quindi ho dovuto rinunciare, ripiegando su un colore neutro. Chissà magari un giorno di questi vi farò un piccolo reportage della mia casa, una volta che avrò finito di mettere a posto completamente.
La cucina è rimasta pressappoco così come me l'hanno lasciata, incluso tutte le magagne del caso. Ho giusto scoperto oggi che dei due forni a disposizione, quello più grande ventilato non funziona. Va beh, se è per questo non funziona neanche la lavastoviglie e l'asciugatrice è meglio non accenderla proprio. Tutte cose che più o meno avevo messo in conto e tutto sommato mi sono fatta anche una risata (dopo, molto dopo). Alla fine poteva andarmi anche molto peggio. The good news is... va beh, non so neanche se dirlo per scaramanzia. Ma insomma, fino ad ora non ho riscontrato tracce di invasori sospetti. Vedi alla voce roditori. Schhhhh!! Per me è già una vittoria non dover vivere con una trappola in salotto, che ormai nella vecchia abitazione era diventata parte dell'arredamento.
Ecco. Tiro un sospiro di sollievo. Finalmente oggi mi sono ritagliata un piccolo spazio di tempo per tornare ai fornelli, dopo averli accuratamente sterilizzati. I colori di questo piatto sono quelli che vorrei guardare tutti i giorni e da questo piatto prendo ispirazione per qualche decorazione futura. Intanto, benritrovati.

Ingredienti
  • 2 carote
  • un mazzetto di rucola
  • pappardelle all'uovo
  • formaggio in scaglie per guarnire
  • 1 cucchiaio di formaggio grattugiato
  • olio
  • sale
  • pepe
Pulite le carote e lessatele in acqua non salata per circa 5 minuti o finchè non si saranno ammorbidite. Frullatele ed amalgamate il formaggio grattugiato, aggiustando di sale e pepe. Tritate un po' di rucola finemente e mescolatela a alla crema di carote. Preparate il piatto adangiando foglie di rucola sul fondo. Cuocete la pasta, scolatela al dente ed amalgamatevi la crema di carote e abbondante olio extravergine di oliva. Versate sul letto di rucola e servite con scaglie di parmigiano.

Sognando: sognare di cambiare casa indica riconciliazione in famiglia; sognare di cambiare abitudini indica pericolo imminente.

I traslochi sono come la fine di una storia d'amore: pieni di ricordi e di cose che non saranno più uguali.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Pappardelle with carrot cream and fresh rocket leaves



Ingredients
  • 2 carrots
  • a small bunch of fresh rocket leaves
  • pappardelle pasta or any other egg pasta
  • grated parmesan cheese
  • slices of parmesan cheese to decorate
  • olive oil
  • salt
  • pepper
Wash the carrots and boil them in unsalted water for about 5 minutes or until tender. Blend them with a mixer then add the grated cheese, extra virgin olive oil, salt and pepper. Chop a bit of rocket leaves and add them to the cream too. Prepare the serving dish by laying a few rocket leaves on the plate. Cook the pasta in salted water, drain al dente and finally mix it with the carrot and rocket cream. Serve the pasta on the rocket leaves and decorate with slices of parmesan cheese.

45 comments:

  1. Ciao fiordizucca,
    sono contenta di veder un'altra ricetta. Vedrai che verrà fuori una casa accogliente e molto personale...quando sei in affitto purtroppo non puoi far molto (anch'io mi sento ehm, con le mani legate!)
    Il paitto che presenti ha dei bei colori!
    Castagna

    ReplyDelete
  2. Che piacere rileggerti! I tralocchi sono sempre un po' traumatici, e più stai in una casa più accumuli ...
    Non ho mai utilizzato la rucola per un primo piatto, ma queste papardelle sono veramente invitanti! Buona settimana

    ReplyDelete
  3. Tra non molto un trasloco toccherà anche a me (si spera, teniamo le dita incrociate) quindi temo quel giorno leggendo la tua stanchezza.. ma queste pappardelle mi faranno sicuramente riprendere dal duro lavoro

    ReplyDelete
  4. Benritrovata!!! Mi mancavano le tue ricettine e sono contenta che tu abbia finalmente-quasi finito con il trasloco.... Ottima questa pappardellata, semplice e gustosa!! ^_^

    ReplyDelete
  5. Ciao e bentornata al post!

    Questo piatto, se trovo un frullatore per fare la crema, lo provo assolutamente!

    ;)

    ReplyDelete
  6. Bentornata!! Ma sai che anche noi abbiamo provato la pasta con le carote, però ci aggiungevamo noci e ricotta, con la ricola ed il formaggio a scaglie son da provare, poi se ci condisci una pasta fresca...
    bacioni

    ReplyDelete
  7. cucù sono un topolino!
    scherzo, auguri x la nuova casa

    ReplyDelete
  8. cucù sono un topolino!
    scherzo, auguri x la nuova casa

    ReplyDelete
  9. Ciao, finalmente sei tornata. Aspettavo con ansia un'altra lezione di fotografia e cucina. E poi l'aria inglese che si respira nei tuoi post mi affacina sempre. Sono nuova del mondo blogger e sono pugliese come te. stessa passione però per la cucina e per l'Inghilterra. Auguri per la nuova casa. A presto
    Anna

    ReplyDelete
  10. Sono contenta di rileggerti !
    Ammiro il faidate in casa in autonomia, e la "pappardella del trasloco", semplice ma profumata, mi ispira assai, stavo meditando di trasferire quest'accoppiata carota-fungo in un orzo cucinato tipo risotto.
    A presto, e auguri per la nuova casa !
    Federica

    ReplyDelete
  11. bentornata.. sentivo la tua mancanza da appassionata curiosona del tuo blog!!!

    ReplyDelete
  12. Ciao!
    Questa ricetta è veramente invitante. La proverò questa sera visto che ho le carote in casa da sfruttare!
    Intanto ti lancio una sfida. Conosci i gulurgiones?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Culurgiones
    Si tratta ri ravioli tipici sardi. Hanno un ripieno squisito e molto semplice: Patate e foglie di menta. Io di solito utilizzo il pomodoro fresco ma magari con la tua inventiva, tra una mattonella verde e una porta arancione, ti viene qualche bella ispirazione culinaria!!!

    ReplyDelete
  13. Ciao, bentornata!!!!!
    Ma come non hai trovato le mattonelle.....qua nella zona di Sassuolo ne abbiamo in abbondanza, potevi dirmi qlc che te le mandavo io......Vabbè se le vorrai cambiare tenimi presente.
    La tua ricetta è molto sfiziosa, anch'io ho bisogno di circondarmi di colori in questo momento, credo che la proverò al più presto.
    TANTI AUGURI PER LA CASA NUOVA.
    CIAO CIAO
    DANIELA S.

    ReplyDelete
  14. bentornata!!!
    festeggero il tuo post con una variante degli spaghetti di verdura!!!

    ReplyDelete
  15. Auguri per la casa nuova :-) Intanto per il problema di matonelle potresti fare quello che ho fatto io in cucina: dipingere quelle che già ci sono con una vernice plastica, è un po' un lavorone ma il risultato funziona alla grande :-)

    ReplyDelete
  16. Bentornata a te! E sì i trasclochi sono impegnativi però la soddisfazione di poter progettare e realizzare (almeno in parte) la prorpia idea di casa è incommensurabile. Non vedo l'ora di leggere i prossimi post sugli sviluppi e magari vedere qualche foto ;D
    Nel frattempo mi sollazzo nella visione di questo magnifico piatto che ha colori stupendi!
    Un bacio
    fra

    ReplyDelete
  17. ottime.. finite proprio ora di mangiare..
    irene

    ReplyDelete
  18. bellissime e buonissime..che dire..... complimentoni!!!!!

    ReplyDelete
  19. Ma che bel arancione vedono i miei occhi!! E poi l'aggiunta della rucola é azzeccatissima secondo me.
    Auguri per la fine del traslocco.
    Baci!

    ReplyDelete
  20. ciao, sono Valentina e leggo sempre ma non scrivo spesso, però oggi ti volevo fare i miei auguri per la nuova casa, perchè sarà pure un lavoraccio, ma darà grandi soddisfazioni.
    Tra qualche mese sarò nella tua stessa situazione, con una casa mia tutta da "rinfrescare" e una cucina da "verificare", e non vedo l'ora!
    Ti ringrazio per gli spunti culinari che mi dai e che molto spesso replico!
    ciao
    Valentina

    ReplyDelete
  21. cara fiore,
    lo sai chi mi ricordi per tante cose: lisbeth salander.
    a presto. danisol

    ReplyDelete
  22. In riferimento all'ultimo post.... Anche a me ricordi tanto lisbeth salander.
    Ma guarda che coincidenza!!!!
    Anna

    ReplyDelete
  23. bentornata! ma dalle "tue parti" non si DEVE fare l'House Warming Party in queste occasioni? ciao! Anna (sempre da invidia i tuoi piatti e le tue foto!)

    ReplyDelete
  24. lisbeth chi? non so chi sia! la conoscete solo voi due? ^_^ illuminatemiiiii

    annaccia
    io non ne ho mai fatto uno nonostante le mie decine di traslochi. ne potrei fare uno virtuale, siete tutti invitati ovviamente, l'ultimo lava i piatti :)

    sigrid
    grazie per il suggerimento, ma il bagno l'ho completamente sventrato, le mattonelle di prima erano inguardabili ed ora il bagno ha un senso. prima non era neanche definibile :)

    eli
    sono ancora in altomare ma incasso la sfida e la metto da parte, non si sa mai in uno di questi giorni :)

    daniela
    a sassuolo sicuramente le avrete anche di color verde rame, ma qui trovare mattonelle colorate è stata un impresa non da poco. l'unico negozio che poteva averle era andato in fallimento e l'altro come ho detto, le aveva ma costavano un botto. facevo prima a trasportarmele io da roma insomma :)

    federica
    in realtà non so neanch'io come ho fatto a dipingermi tutta casa, è stata un impresa e queste due porte che mi mancano ora mi fa una fatica immensa a terminarle ma ce la farò! :)

    grazie a tutti per gli auguri, le suggestions ed il calore di sempre!

    ReplyDelete
  25. Ciao, questi colori-verde, arancio, giallo- sono gli stessi di casa mia! Proverò presto la ricetta, mi ispira molto nella sua semplicità. Faith

    ReplyDelete
  26. Bentornata Fiore!
    Che piacere tornare a leggerti e a godere delle tue fotografie culinarie (e non)! Auguri per la nuova casa e grazie mille per aver postato questa deliziosa ricettina che proverò prima di subito!
    Salutissimi! Valeria

    ReplyDelete
  27. Ciaooooo!!! Che bello che sei tornata, cominciavo ad andare in astinenza da Fiordizucca-post!
    Immaginavo però che fossi presissima con la nuova avventura "casalinga" e allora.. AUGURONI!!!! Ogni trasloco per me è emozionante, è un po' come cambiare pelle, rinnovarsi, riscoprirsi.. Certo poi ci sono anche i "contro"...ma i "pro" sono di più! Un abbraccio e...attendo con trepidazione foto del tuo nuovo nido!

    Fedra

    ReplyDelete
  28. lisbeth salander è la protagonista di un famosissimo libro chiamato 'uomini che odiano le donne' di Larssen, da cui hanno tratto una sceneggiatura per fare un film. Anzi non so se è già finito!
    E la descrizione fisica e anche un pò caratteriale, da quello che traspare dalle tue parole, corrisponde un pò a te.
    Anna

    ReplyDelete
  29. che bello...io lo trovo emozionante trasferirsi in una nuova casa...mettere a posto aggiustare...anche se faticoso:-) il tuo piatto di pappardelle e bellissimo
    Annamaria

    ReplyDelete
  30. Auguroni per la tua nuova casa e ... ti capisco!
    Anche io sto passando le tue stesse peripezie :)

    Ciao
    Cristina

    ReplyDelete
  31. beh un augurio per la casa nuova e complimenti per la ricetta un modo per trasformare la pasta in un bel piatto sano

    ReplyDelete
  32. Solidarietà!!! Noi abbiamo dato (e ridato bis...) a novembre. E mica abbiamo finito! Tutto è ancora piuttosto informe, la cucina è piuttosto funzionale (strana parola, giusto per non dire che è terribile, ma posso cucinare)! Pian piano sto rimpiazzando il tutto anche perchè, sono incappata in una personalissima virata in fatto di gusti. Stress :-) I colori del piatto sono fantastici... che ti siano di buon auspicio! Nadia.

    ReplyDelete
  33. ciao fior di zucca complimentoni da una pugliese , da un po'di tempo che passo per il tuo blog.molto originale molto raffinato.a presto Lina.

    ReplyDelete
  34. This is my absolute favorite pasta, especially when home-made... and your photos are always gorgeous! I want to eat this for dinner tonight!

    ReplyDelete
  35. buonissima complimenti per la ricetta e complimenti per la "verve" che hai!! ciao

    ReplyDelete
  36. WOOOOOW e finalmente venne il giorno! dai ancora poco e ce l'hai fatta, sei stata bravissima, tutto da sola, davvero fantastica. sono orgogliona di te! In bocca al lupo per la casa e per questo inizio di vita nuova con un pezzetto di radici, chissà che non ti piaccia :-)

    Comunque (senza inutili allarmismi) se la casa è vicina all'altra, potrebbe essere utile applicare qualche piccola tutela contro QUEGLI ospiti indesiderati, non sia mai che ti ritrovi punto e a capo (ma sono sicura che ci hai già pensato)

    Auguri tesora, un mondo di felicità :-)

    piesse
    tra le altre cose abbiamo beccato un blog che attinge a piene mani contenuti e post da blog altrui, tra cui il tuo, ci siamo attivate anche per te :-)

    un paio di post di esempio:
    http://bimbycucina.blog.dada.net/post/334654/Tagliatelle+verdi+alla+ricotta

    http://bimbycucina.blog.dada.net/post/1207061690/Zuppa+di+ceci+con+spinaci


    e via dicendo, di esempi ce n'è a bizzeffe.

    Con altri gestori di blog (Wordpress, Google, etc) ad oggi siamo riusciti ad ottenere la rimozione immediata dei contenuti e in taluni casi addirittura la chiusura del blog con relativa cancellazione dell'indirizzo.
    In altri casi, dove il dominio era privato, ha agito per noi direttamente il provvider.

    ti segnalo il link con la legge sui diritti d'autore, anche Laura ha letto e commentato (i miei commenti evidentemente li legge prima di cancellarli)

    http://stelladisale.blogspot.com/2009/02/diritto-dautore.html


    qualche post per darti un'idea del problema

    http://www.fiordisale.it/2008/11/12/blogger-a-me/

    http://www.fiordisale.it/2008/11/16/blogger-di-tutto-il-mondo-organizziamoci/

    http://www.fiordisale.it/2009/02/19/blogger-a-me-il-ritorno/

    ReplyDelete
  37. Ciao bellissima!
    Che bello rileggerti, finalmente! ^__^
    Sono felice per te, la tua nuova casa, il tuo entusiasmo, i colori che sogni di mettere in ogni dove (col brutto tempo di questi giorni, il minimo è sparare dei bei colori alle pareti! Noi ad agosto scorso abbiamo "sparato" un bel verde acido in corridoio!!!! :DDD
    Ottima anche questa ricettina... se tolgo (per me ma solo a causa della dieta... :P) il formaggio è ottima per la linea ^____^
    Oggi a pranzo ho fatto il tuo risotto al limone, sostituendo però la pancetta col salmone... UUUAAAAAAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU :P***
    Grazie un bacione!!!

    ReplyDelete
  38. Bentornata FdZ e complimenti per la appetitosissima ricetta che come sempre nelle tue presentazioni è anche molto bella da vedere. Il mio raccoglitore si sta sempre più riempiendo di ricette "made in FdZ".

    ReplyDelete
  39. FdZ-Lisbeth Salander? Fisico da adolescente quasi anoressica, tatuata, tendenze asociali e border-line, incline all'uso della violenza anche estrema (seppure solo per la propria autodifesa)?

    No, non ce la vedo, altrimenti poveri topini... :)

    Comunque la trilogia di Stieg Larsson mi è piaciuta molto. Dopo le prime 60 pagine del primo libro (Uomini che odiano le donne, appunto), diventa estremamente avvincente e ricca di situazioni e personaggi ben descritti fino all'ultima pagina del terzo libro.

    Fine della digressione letteraria...

    ReplyDelete
  40. Lisbeth salander O_o ...chi pupetta?? mo dico..sarà pure pazzerella, sarà pure tatuata, c avrà pure le stellette ma psicopatica poi ...aAAOOOOO!!!
    tzè 8-)

    Va bbuoh...anguri per fetta della donna.. basi :P*

    |*_*|

    ReplyDelete
  41. La ricetta??? fantastica...ed auguri per la casina nuova nuova!!!
    ciao lady cocca

    ReplyDelete
  42. felice di avere notizie fresche su di te.
    E di rinfrescarmi gli occhio e farmi venire gola con le tue fotografie!

    ReplyDelete
  43. Come ti capisco per la casa! Ho iniziato ora i lavori per trasloco a fine mese.Questa ricettina quindi fa proprio al caso mio, semplice e veloce, ma gustosa!

    ReplyDelete
  44. Preparate oggi per il pranzo....squisite! Faith

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...