Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

27 March 2013


Nell'ultimo anno ho leggermente modificato la mia dieta, sperimentando con ingredienti nuovi. Ho iniziato il blog cucinando un po' di tutto, dalla carne al pesce e via dicendo. Poi sono tornata ad essere vegetariana, anche se il "vizio" di mangiare pesce e frutti di mare ogni tanto, mi é rimasto. Dallo scorso anno ho adottato una dieta priva di prodotti caseari, latte, latticini, formaggi ed i suoi derivati, ovvero tutto quello che in un modo o nell'altro faceva male al mio organismo. Una dieta quasi vegana insomma. Dico quasi, perché in generale darmi un'etichetta non mi piace e dire che sono diventata total vegan sarebbe un'eresia. E poi, metti che mi venisse voglia di mozzarella di bufala (ad avercela!), che figura ci faccio?

Da queste parti si fa fatica a trovare tutte quelle robette che rendono la vita di un vegano piú facile. A partire dal tofu, allo yogurt di soia, al formaggio vegan etc. A Dublino ci sono vari negozi ma qui mi devo arrangiare come posso, cioè eliminando invece che sostituendo.

So che quando si dice vegan, molti inorridiscono e se prima ti volevano invitare a cena, dopo, terrorizzati, cambiano idea. Più o meno é quello che pensavo anch'io qualche tempo fa, fino a quando non ho imparato che quasi ogni ricetta é convertibile in una vegana senza necessariamente toglierne sapore, gusto e appeal.

Per esempio per sostituire le uova uso: egg replacer, tofu, banane, semi di lino.
Invece del latte animale bevo: latte di mandorle, facilissimo da preparare in casa, o latte di soia.
Al posto del burro uso la margarina ai semi di girasole oppure l'olio di girasole, ma anche olio al cocco, olio di semi di sesamo ed ovviamente in primis, olio di oliva made in Puglia!
Le proteine animali le sostituisco con quelle vegetali, integrando il più possibile legumi, tofu o soia.
Do' la precedenza a farine integrali per quanto mi é possibile e uso zucchero di canna, nettare di agave o stevia per dolcificare. Gli ultimi due ovviamente quando trovo un negozio che me li vende.
Mangio tanta frutta la mattina, bevo tanta acqua e faccio tanta plin plin.

Insomma, sembra più complicato di quello che in realtà é. Le ultime ricette postate, se non ve ne foste accorti, sono tutte vegane (discutibile la torta alla Guinness che alcuni non considerano vegana perché pare che la birra venga fatta passare attraverso una vasca composta da colla di pesce che filtra il lievito in essa contenuto). Per cui se siete strictly vegan, questa torta non ve la potete preparare né mangiare. Io, non essendo un'estremista, me la sono fatta passare come buona.

Per guarnire la zuppetta ho usato le mandorle grattugiate al posto del formaggio. Non conferisce nessun sapore particolare, ma aggiunge consistenza e texture al piatto. Provare per credere.

Più o meno piccante, preparatela se come me volete riscaldarvi velocemente in questi  giorni di gelo siberiano. Fa freddo un po' ovunque, altro che primavera! Quest'anno la Pasqua la trascorrerò nella sauna.

Ingredienti

1 cipolla rossa
2 spicchi d'aglio
2 peperoni rossi
1 lattina di pomodori pelati
1 carota
1 gambo di sedano
brodo vegetale o acqua (se necessario)
olio d'oliva
sale, pepe
peperoncino a piacere
basilico per decorare
mandorle macinate, o farina di mandorle

I peperoni possono essere precedentemente arrostiti nel forno, poi spellati ed usati. Altrimenti si può procedere senza questa operazione, tagliando tutti gli ingredienti e rosolando cipolla e aglio con un po' d'olio, poi aggiungete i peperoni, le carote, il sedano ed il peperoncino in polvere o intero. Soffriggete per qualche minuto poi aggiungete i pelati. Quando le verdure si saranno ammorbidite, aggiungete un po' di brodo vegetale o acqua, solo se necessario. Frullate il tutto con un frullatore ad immersione e riportate sul fuoco finché non avrete ottenuto la consistenza desiderata. Decorate con basilico fresco e con una spruzzata di farina di mandorle.


English translation: Red Pepper and Tomato soup


Ingredients

1 small red onion
2 garlic cloves
2 red peppers
1 canned chopped tomatoes
1 carrot
1 celery stalk
vegetable stock or water (if needed)
olive oil
salt, pepper
hot chilly powder to taste
ground almonds or almond flour
fresh basil to decorate

The peppers can be pre-roasted in the oven, then peeled and used. Otherwise you can proceed without doing this, cutting all the ingredients and browning onions and garlic with a little olive oil, then add the peppers, carrots, celery and chilli powder. Stir fry for a few minutes then add the canned tomatoes. When the vegetables have softened, add some vegetable broth or water, only if needed. Blend everything with a hand blender and keep cooking until you have achieved the desired consistency. Garnish with fresh basil and some ground almonds (or use grated cheese).

9 comments:

  1. fantastica ricettina!! che bei colori!

    ReplyDelete
  2. Adoro le ricette senza carne! Io non sono nè vegana, nè vegetariana, ma limito al massimo il consumo di carne, latte e derivati, e mangio tanto pesce azzurro. Questa zuppa deve essere deliziosa. Domani la proverò. Grazie ancora!

    ReplyDelete
    Replies
    1. se dovesse avanzarti, utilizzala pure per condirci un bel piatto di pasta :)

      Delete
    2. Ottima ricetta :-P realizzata solo oggi! Contentissima che la tua odissea londinese sia terminata. Lunedì cucinerò i crauti con le spezie :-) Buona domenica

      Delete
    3. grazie simona, contentissima anch'io! buona domenica anche a te! :)

      Delete
  3. che bello che sei tornata!!!!!che sorpresa oggi vedere i tuoi post. il tuo blog è il primo che vidi di cucina, lo aggiunsi tra i preferiti subito. ti ho seguita negli anni, tutti i tuoi spostamenti, pure la parentesi italia, poi due anni fa più niente...ma non ho mai voluto toglierti tra i siti preferiti, e ogni tanto sbirciavo se c'erano novità. immagina che felicità oggi!!!! a presto allora
    viviana

    ReplyDelete
    Replies
    1. ciao viviana, grazie! :) benritrovata

      Delete
  4. Fior di zuppa! :D
    L'idea di condirci la pasta mi alletta non poco visto che vivo di pastasciutta :)

    ReplyDelete
  5. Viene voglia di mangiarla subito, per quanto conquista nella sua semplicità e nei colori! Merito anche delle belle foto... e di quella farina di mandorle che è l'idea in più! :-)

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...