Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

21 June 2013


Per la serie alla scoperta di nuovi ingredienti ed accostamenti. Uno degli ingredienti che ho piacevolmente scoperto durante il mio percorso vegan, é il carrube, o meglio la polvere di carrube. Carrube o Carruba é in realtà il legume dell'albero sempreverde del Carrubo. Gli antichi greci indicavano quest’albero col termine di keratonia (da keras = corno, per la forma che assume il frutto).
Il frutto fresco é di un verde pisello, mentre diventa scuro quando é secco e commestibile, tant'è che poi la stessa polvere di carrube appare molto più scura del comune cacao in polvere. I semi, non commestibili, sono particolarmente uniformi nelle loro dimensioni e peso, tanto da essere stati usati come unità di misura per la valutazione delle gemme.
In Puglia ce ne sono molti di questi alberi, é tra l'altro rinomato, il fungo di carrube, venduto a peso d'oro, che cresce appunto nelle prossimità dell'albero stesso, cucinato come carne al ragù. (mai provato personalmente ma sguinzaglierò i miei segugi alla sua ricerca!)

Non fatevi impressionare dalla lunga lista di ingredienti. In realtá sono pochi ma buoni e la preparazione, come negli altri raw-no-bake-cake risulta semplice e veloce. La polvere di carrube la trovate dai migliori rivenditori di ingredienti alternativi, oppure molto più facilmente da qualche parte online.

Il vantaggio di usare il carrube rispetto al cacao, sta nel fatto che non contiene caffeina ed é ideale per chi é allergico al cioccolato o al cacao. Contiene calcio e ferro ed é ricco di polifenoli e flavonoli, ovvero potenti anti-ossidanti che combattono i radicali liberi (yay!).

Lo strato di cocco é un leggero aroma di cocco-vaniglia, ideale anche per chi non ama il sapore forte del cocco. Fatevi tentare!

Ingredienti per la base:

• 20 biscotti digestive vegani
• 3 cucchiai di margarina di semi di girasole

Ingredienti per lo strato di carrube:

• 3 cucchiai di polvere di carrube
• mezzo pacchetto di firm silken tofu
• 2 cucchiai di sciroppo d'acero o agave
• 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
• 1 cucchiaio di chip di carrube o cioccolato (facoltativo)

Ingredienti per lo strato di burro di arachidi:

• 80gr burro di arachidi
• 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
• 3 cucchiai di sciroppo d'acero o agave
• 1 pacchetto di firm silken tofu

Ingredienti per lo strato di cocco:

• 2 cucchiai di crema di cocco
• mezzo pacchetto di firm silken tofu
• 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
• 2 cucchiai di zucchero a velo

Mettere i biscotti in un frullatore con la margarina di girasole e mescolate qualche istante. Con il dorso di un cucchiaio, premete questo composto in una teglia ben oleata con il fondo estraibile, facendo in modo che sia ben compattato ed uniforme. Lasciate riposare nel freezer fino a quando non avrete preparato gli altri strati. In una ciotola, unite tutti gli ingredienti per il ripieno di burro di arachidi fino a che non avrete ottenuto un composto omogeneo. In un'altra ciotola, mescolare gli ingredienti del ripieno di carrube ed integrate le chip di carrube o cioccolato se decidete di utilizzarle. Ripetete questa operazione con gli ingredienti per lo strato di cocco in una terza ciotola. Rimuovete la base della crosta dal freezer ed iniziate la posa del primo strato di carrube con una spatola. Mettere di nuovo in freezer per 30 minuti. Ripetere la stessa operazione per lo strato di burro di arachidi e terminate con lo strato di cocco. Riponete tutto in freezer per altri 30 minuti. Infine trasferire la crostata in frigorifero e toglietela almeno un'ora prima di servire.

No-bake carob, peanut butter and coconut Tart


 

Ingredients for the crust:

• 20 vegan digestive biscuits
• 3 Tbsp sunflower margarine

Ingredients for the carob layer:

• 3 Tbsp carob powder
• half pack of firm silken tofu
• 2 Tbps maple syrup or agave
• 1/2 tsp vanilla essence
• 1 Tbsp carob chips or chocolate chips (optional)

Ingredients for the peanut butter layer:

• 80gr peanut butter
• 1/2 tsp vanilla essence
• 3 Tbps maple syrup or agave
• 1 pack of firm silken tofu

Ingredients for the coconut layer:

• 2 Tbsp coconut cream chilled
• half pack of firm silken tofu
• 1/2 tsp vanilla essence
• 2 Tbsp icing sugar

Place the cookies in a blender with the sunflower margarine and mix them a few moments. Press this mixture into a well oiled tart pan with the back of a spoon so that it is well compacted and evenly lining the whole pan. Leave it to set in the freezer until the other layers are prepared.
In a mixing bowl, combine all ingredients for the peanut butter filling and mix with a hand mixer until smooth and creamy. In another bowl, mix the carob filling ingredients and incorporate the chips if you are using them. Repeat this step with the coconut ingredients in a third bowl.
Remove the crust base from the freezer and start laying the first layer of carob with a spatula. Put back into the freezer for 30 minutes. Repeat the same step for the peanut layer and end with the coconut layer, putting it back into the freezer for another 30 minutes. Finally transfer the tart into the fridge and remove it at least an hour before serving.

13 comments:

  1. Sto svenendo....adoro la carruba..io la mangio a morsi ma da me non è facilissima da reperire, figuriamoci la farina :-P Buonissima questa raw crostata! Bravissima cara <3
    la zia Consu
    ps: Buon WE <3

    ReplyDelete
  2. grazie la zia Consu, buon weekend anche a te!

    ReplyDelete
  3. ti pare che vivo nella terra delle carrube (sud est siculo, carrubbi ovunque, produzione di qualche quintale nel mio giardino in campagna) e non ho mai usato la farina di carrube nè avevo mai pensato di farlo (e nemmeno saprei dove comprarla?)

    ReplyDelete
    Replies
    1. ciao Val :)) se ti capita di trovarli assaggiali. all'inizio il gusto ti potrà sembrare strano, bisogna farci l'abitudine, poi ti accorgi che ricorda molto il cioccolato/cacao. dopodiché non ne potrai più fare a meno! :)

      Delete
    2. ma le carrube le ho assaggiate! ad agosto, quando sono belle nere, che è il periodo della raccolta, si sgranocchiano, mi piacciono, ma non si usano nella preparazione dei dolci (sono recentemente in un tipo di biscotti di mandorla, e per fare un liquore).
      domenica ho raccontato a un amico che ha un terreno con 300 carrubi (una produzione notevole!) che la farina si usa per i dolci: era incredulo!!! :-D

      Delete
    3. adesso che il tuo amico lo ha scoperto ci può fare un business :) che poi c'è chi la chiama farina io la chiamo polvere, come quella di cacao, la uso praticamente allo stesso modo :)

      Delete
  4. ci proponi sempre dei piatti molto interessanti

    ReplyDelete
  5. Piacere di conoscerti, i miei complimenti per il blog e le foto.
    Mi sono unita ai tuoi lettori fissi
    Buona giornata
    ciao Kiara

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...