Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

4 December 2006



Erano mesi che volevo cimentarmi nel fare la Lemon curd, ma tra tutte le ricette che ho in lista d'attesa, questa era più o meno a metà. Meglio se si hanno degli amici, vicini di casa, che non solo sperimentano per te, ma condividono con te quello che preparano. E cosí che Antonella mi ha passato un bel vasetto di Lemon Curd, fatto con le sue manine, mentre con le mie, ho pensato semplicemente di stenderla su una base di crostata e decorarla con fragole. Tipicamente english, la lemon curd si utilizza per riempire crostate o torte, si spalma sui muffins, sul pane, sugli scones, oppure si prende un bel cucchiaio (o se preferite con le dita) e si affonda fino a raschiare il fondo. Grazie ad Antonella per la ricetta. Il vasetto é già finito, toccherà rifarne ancora!

Ingredienti per 450gr circa di lemoncurd
  • 3 limoni non trattati
  • 200gr di zucchero
  • 115gr di burro
  • 4 uova
Per la base della crostata ho usato quella della Crostata di noci e cioccolato.

Lavate i limoni, grattugiatene la scorza e mettetela insieme al succo, in un contenitore resistente al calore. Aggiungere lo zucchero e il burro e cuocete a bagno maria fino a quando non si saranno dissolti. Sbattete le uova a parte ed aggiungetele al composto facendole passare attraverso un setaccio. Mescolate fino a quando la crema non avrà iniziato a rapprendersi formando uno strato più denso su un cucchiaio di legno. Rimuovete la crema dal calore e invasatela in vasetti sterilizzati. Si conservano in un luogo fresco ed al buio fino a 3 mesi. Se invece ne fate molto poca, riponetela comodamente in frigo.



L'uncinetto é un'arte antica tramandata dalla nonna. Si dice che lavorare la maglia o fare l'uncinetto sia terapeutico. Non ho capito bene a cosa serve, ma di certo vengono fuori cose molto interessanti, come questi copri-coperchi improvvisati. Un'idea diversa e romantica per personalizzare le nostre conserve. Per questi piccoli centrini ho usato cotone perlato 8, uncinetto numero 1 e tante catenelle. Decorare con nastrini di raso colorati.



In questi giorni burrascosi, grigi e piovosi e soprattutto prima di Natale, starsene seduti davanti al camino ad intrecciare fili, é il modo migliore per rilassarsi.

Sognando: sognare limoni sulla pianta indica legami difficili; sognare limoni gialli indica nuove prospettive; sognare limoni verdi indica timore e gelosia; sognare di spremere limoni indica spese impreviste; sognare di mangiare limoni indica fatiche inutili.

Naturalmente: Il limone (Citrus limonum) è uno di quei frutti che non mancano mai nelle nostre cucine, cosa buona poiché è un vero concentrato di grandi virtù curative. Il limone è ricco infatti di olio essenziale, acido citrico, acido malico, vitamine C, B1, B2, B3, A, PP, sali minerali (specialmente potassio), oligoelementi, zuccheri, mucillagini, flavonoidi (esperidina) ed ha proprietà antiscorbutiche (grazie alla vitamina C), depurative, toniche, equilibranti a livello metabolico, rinfrescanti, toniche, digestive, diuretiche, antisettiche, astringenti e demineralizzanti, venotoniche e capillaroprotettrici (grazie ai flavonoidi). L'utilizzo del succo di limone a digiuno ha un'ottima azione depurativa su tutto l'organismo ed aiuta la diuresi (consigliato in periodi di dieta dimagrante). Un vecchio rimedio in caso di indigestione è quello di bere mezzo bicchiere d'acqua con il succo di un limone e un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Parte preziosa del limone è il suo olio essenziale, contenuto nella buccia ed estratto per pressione a freddo. Esso racchiude in sé tutte le doti descritte, soprattutto le proprietà tonificanti e ricostituenti sia a livello fisico che psichico e un forte potere battericida. L'olio essenziale, bruciato negli appositi fornelletti è d'aiuto nell'aumentare le energie e migliorare la capacità di concentrazione. Un consiglio per chi ha i capelli grassi è quello di aggiungere alcune gocce di olio essenziale di limone allo shampoo specifico (10 gocce per 50ml di prodotto), per aiutare a rendere i capelli meno unti e meno opachi.

Haiku: Pizzi di lino - tra le agili dita - prendono forma (Frank)



English please: Lemon curd tart with strawberries



For the covers I have used pure cotton, needle number 1 and lots of chains. Try it yourself to personalize your preserves.

Ingredients for about 450gr of lemon curd
  • zest and juice of 3 untreated lemons
  • 200gr sugar
  • 115g r butter
  • 4 eggs
For the tart base I have used the same as the Walnut and Chocolate Tart.

Take a saucepan, add a bit of water and cook the lemon curd at bain marie. Start putting the the zest and juice of the lemon in the container you are using. Add sugar and butter and mix until melted completely. Whisk eggs aside then add to the mixture by letting them pass through a sieve. Mix well until the curd starts to thicken. Remove from heat and pour the cream into hot sterilized jars. Cover immediately and close tight. Store them in a dry and cool place for up 3 months or if you only make a few jars, store them in the fridge.

21 comments:

  1. allora, nell'ordine:
    complimenti ad Antonella per la lemon curd, che trovo golosissima e che quanto prima vorrò provare;
    complimenti a te per questa crostata che sa di primavera, forse per sconfiggere i gironi che dici piovosi e scuri?
    e complimenti per questa idea dei coprivasetti all'uncinetto, che trovo deliziosa. Anche io so fare di uncinetto e maglia, quindi mi hai dato uno spunto proprio gradito.
    Ciao!

    ReplyDelete
  2. ma che bellini i coprivasetti, che brava sei! io devo chiedere qualche lezione alla mamma, magari nelle vacanze :) La visione della crostata mi ha fatto istantaneamente brontolare lo stomaco.. yuhmmm!

    ReplyDelete
  3. Con grande stupore di mia madre ho imparato l'uncinetto da sola, ero proprio piccolina, leggevo il procedimento e mi venivano fuori cose che a lei dovevo spiegare, perche' dal giornale non riusciva. I ferri, invece, me li ha insegnati lei, piu' che altro mi ha insegnato ad infilare le maglie al primo ferro, poi il resto e i disegni son venuti da soli. Rilassano tantissimo...ho conosciuto anche un ragazzo che lavorava all'uncinetto!

    P.S. Buonissima la lemon curd

    ReplyDelete
  4. che aria davvero invitante la tua crostata! Non so che cosa darei per provarne un pezzettino in questo piovoso pomeriggio d'autunno, magari davanti ad una tazza di té fumante e con una candela accesa.
    Credi si possa decorare anche con altra frutta? Qual'è la più indicata? sai, è difficile trovare delle fragole in autunno

    Sandra

    ReplyDelete
  5. Che onore essere ospite qui!:D

    Altra Lemon Curd? Mi metterò subito a lavoro:) Anche la mia, aimè, è finita in un batter d'occhio e Gab già brontola!

    Ma vogliamo parlare dei vasetti e di quanto son carini? Quando inizia il mio corso di uncinetto?

    ReplyDelete
  6. Ho imparato l'uncinetto da una zia che ha appena 12 anni più di me, la volta che prendemmo in contemporanea la varicella (colpa di mio fratello) ^__^
    L'idea è fantastica, te la copio e ho già tutto l'occorrente!
    La lemon curd mi piace a piccole dosi, altrimenti mi diventa stucchevole, non so come mai.
    Fantastica questa versione natalizia del blog :)

    ReplyDelete
  7. L'ucinetto, ai ferri, cucire e cucinare nei paesi nordici e del ex Unione sovietica si insegna in scuola! Quindi tutte le ragazze sanno fare tutto... Ero convinta che anche in Italia si insegnasse queste cose a scuola..
    Visto che il limone non mi fa impazzire, salto questa ricetta.. ma ho fatto pane di banane ( il mio era enorme, molto piu grande del tuo, non so perchè) che era piacuto tantisimo anche alle mie amiche che erano venute for a cup of tea...

    ReplyDelete
  8. belllissima... con ste fragoline!!!

    Voglio provare prima o poi a fare la lemon curd!

    ReplyDelete
  9. La lemon curd mi piace molto anche se il burro che contiene quella che trovo confezionata è a mio parere troppo. Forse facendolo in casa si può restare più sul leggero.

    I limoni sembrano finti :-)

    ReplyDelete
  10. mmmmmmm.....ma che buona......ma perchè io devo usare il burro finto??? grrrrrrr....ma prima o poi troveranno un sistema per fare passare l'intolleranza al lattosio?! io ci spero! nel frattempo almeno mi rifaccio gli occhi qui! (SIGH)
    >^^<

    ReplyDelete
  11. Complimenti per l'unicetto, è una delle tante cose che mi piacerebbe imparare ... ma il tempo è sempre poco e non ho molta pazienza :)) Comunque concordo che è terapeutico, rilassa tantissimo :)
    Questo lemon curd sembra tanto la nostra crema? Aggiungerò questa ricetta al mio ricettario :))
    ciao

    ReplyDelete
  12. che belli i coprivasetti fatti ad uncinetto! devo proprio imparare..

    ReplyDelete
  13. grazie a tutti e mi fa piacere che ci siano altre ucinettare, il che significa che nonostante tutta questa tecnologia, le tradizioni ci piacciono ancora.

    i limoni della foto sono finti :)

    la lemon curd é simile alla nostra crema si, ma non contiene latte

    la crostata si puó decorare con frutta di stagione, se ci sono ancora i frutti di bosco, oppure i kiwi!

    molti Pacchetti della Felicitá , sono giá arrivati a destinazione. Preparate i vostri post e mandate il link via email. Se non avete un blog fatevi ospitare dalla persona che vi ha spedito il pacco!

    baci e abbracci a tutti

    ReplyDelete
  14. Anche il mio pacchetto è arrivato, ora corro a mandarti la mail!

    ReplyDelete
  15. Slurpssssssssssssssss!! Ti dico Solo questo.. ;-D
    il crochet è l'hobby della mia mamma... mi sa che la metto all'opera!!!
    baci

    ReplyDelete
  16. bella lemon curd, ho imparato lo scorso anno qui a Trento.
    Provo questa ricetta per vedere se sa un po' meno di uovo.
    ciao comidademama

    ReplyDelete
  17. RIF:<04 December 2006
    Crostata con lemon curd e fragole>

    UN'altra ricetta ottima, grazie firodizucca. Non è da tanto che faccio il lemon curd ed era troppo intenso come gusto, bastava mantenere le chiare d'uovo.

    Ma quanti mani ci vogliono per setacciare l'uovo e contemporaneamente girare perchè non capiti un disastro? Non è possibile setacciare prima l'uovo e poi aggiungerlo?
    Io normalmente setacciavo il lemoncurd quando ormai era già rappreso, si crea una consistenza setosa da sbattersi per terra, ma questa volta, come mi è stato chiesto dal my wise (husband) ho seguito passo a passo la ricetta.
    Ne avessi due di setacci avrei passato anche prima di mettere nel vasetto.

    Accidenti al mio colino cinese che ho lasciato in Piemonte so benissimo dove si trova.

    Mi sono ustionata letteralmente le labbra per assaggiare il prodotto finito, una delizia in ogni caso e vediamo domani.

    Buona notte comidademama

    ReplyDelete
  18. la lemon curd è favolosa grazie a questa crema-marmellata-solare ho conquistato il primo posto fra le mie cognate severissime baci ella

    ReplyDelete
  19. Ciao, ho provato a fare questa mattina il lemon curd e mi è venuto abbastanza liquido, sob ): Avevo solo 2 bei limoni siciliani molto grossi e li ho usati con 80 gr di burro, 2 uova e direi 130 gr di zucchero. Non ho ben capito il passaggio delle uova nel setaccio, forse è lì che ho sbagliato qualcosa .. anche perchè nel setacciarlo un pò mi è finito sul fornello (;. Puoi darmi qualche consiglio ? Molte grazie (:

    ReplyDelete
  20. Fior di Zucchina7/6/07 5:06 pm

    Ciao Bip Bip,
    non so perchè la tua lemon curd sia venuta liquida, forse il succo di limone era troppo. magari un tuo solo limone valeva per due:) riprova con le proporzioni riportate.
    in quanto alle uova, basta solo passarle attraverso un setaccio; non c'è nessun trucco speciale speciale:)

    ReplyDelete
  21. Che bella produzione !! Bravissima come sempre !! Ciao Lisa

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...