Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

17 January 2007



Quest'idea del vino mi é venuta guardando il vin brulé di qualche giorno fa, ma solo con il vino non mi convinceva e cosí ci ho aggiunto anche la soia. Fine di una ricetta.
Certe volte non ci vuole cosí tanto per mettere su qualcosa di diverso che sia appetibile al proprio palato. Poi l'accostamento puó essere o meno discutibile ma alla fine é il gusto che conta. Intanto io sono grata al Signor Morrisons per averci finalmente graziato di un banco di pesce decente al supermercato. Va beh, il pescivendolo va ancora studiato e trainato (dal voce del verbo to train), ma la pescheria si puó fare. L'ultima volta che sono andata a comprare del pesce, mi ha servito un ragazzino tutto agghindato con tanto di capppellino e camicia bianca. Avrá avuto si e no 15 anni, ma ne dimostrava anche un paio in meno. Le seppie gli facevano ribrezzo da toccare, mi ha detto che erano viscide (ma va?!) e che ne volevo troppe (500gr) e che di solito non se le compra nessuno!

Ingredienti: 500gr di polpo, 2 cucchiai di vino rosso, 2 cucchiai di salsa di soia, 1 cucchiaio di semi di sesamo, cipollotti verdi per decorare, riso per accompagnare

Cuocete il polpo in acqua bollente non salata, per circa 20 minuti. Nell'acqua io ci metto anche mezzo bicchiere d'aceto e due foglie d'alloro che insaporisce. Quando il polpo é cotto, lo lascio raffreddare nella pentola fino a quando non si é quasi completamente raffreddato. In questo modo dovrebbe restare morbido. Scolatelo quindi e tagliatelo a pezzetti. Marinatelo con il vino rosso, la soia e i semi di sesamo. Lasciatelo in frigo per almeno 2 ore. Riscaldate un po' di olio in una padella e saltate il polpo per qualche minuto, mettendo da parte la marinatura che verserete alla fine nel piatto. Servite con riso bollito.

Sognando: sognare un polpo vivo indica temperamento avventuroso; sognare un polpo morto indica pene e rotture.



English please: Stir fried octopus marinated in red wine and soy sauce



Ingredients: 500gr octopus, 2 Tbsp red wine, 2 Tbsp soy sauce, 1 Tbsp sesame seeds, green onions to garnish, rice to serve

Cook the octopus in unsalted boiling water for about 20 minutes. In the boiling water I also put half glass of white vinegar and a couple of bay leaves. When the octopus is well cooked leave it to cool in the water until completely cold. This way it is supposed to stay soft. Drain it and cut into pieces. Marinate with red wine, soy sauce and sesame seeds. Leave in the fridge for about 2 hours. Heat some olive oil in a pan and gently stir fry for a few minutes until brownish. Leave the marinated wine and soy sauce aside and use it to garnish in the end. Serve with boiled rice.

21 comments:

  1. uella, sempre più esotico e chic! bene bene :-)

    ReplyDelete
  2. Fior di Zucchina17/1/07 9:41 am

    ma la ricetta non la potevi pubblicare ieri?

    proprio ieri sono andata da Morrison e mi ha servito il nostro pescivendolo preferito (sai quelo che ci regalò il pezzettino di tonno) e pensa che mi ha, addirittura, pulito il polpo! :|

    se avessi saputo questa ricetta ieri, oggi non avrei avuto i problema di cosa cucinare!
    ma oggi che mi invento?

    PS: sono emozionata per il mio nuovo nome *_* non più nome di cani, Zora, anche se mi piace un sacco;)

    ReplyDelete
  3. posso chiederti se il polpo cotto era mordibo?
    non l'ho mai comprato perché avevo paura che se non cotto bene diventasse tipo "suola di scarpa"..
    pensavo di farlo al vapore, ma se mi dici che semplicmenente bollito è morbido lo stesso, lo provo!
    grazie,
    ciao isa

    ReplyDelete
  4. oh oh
    scusa, son rinco
    ora mi son accorta che scrivevi "Quando il polpo é cotto, lo lascio raffreddare nella pentola.." per la morbidezza.
    ri ciao

    ReplyDelete
  5. Sai che non riesco più a mangiare il polpo?
    da quando so che è un animale intelligentissimo, socialissimo, e un sacco di altri issimi... non ci riesco più.
    E so che è discriminante nei confronti di - che so - le sardine, ma non ci posso far niente.
    (ho anche una lista di cose che non mangio in quanto simpatiche).

    ReplyDelete
  6. mmm... che fame!
    mi ispira proprio questa ricettina, complimenti!
    ciao
    franci

    ReplyDelete
  7. uelà il polpo tentacoloso!!!!
    che bella fine ha fatto...dritto dritto nel pancino!!!!!
    foto stupende come al solito, Fiore, 10 e lodissima!!!

    ReplyDelete
  8. sono passata da qui per caso qualche giorno fa' e.... non lo lascio più!
    fa "sereno" come una cosa che si conosce da sempre!
    spettacolo! mille complimenti

    ReplyDelete
  9. anche io ho messo su una ricettina con il polpo..molto meno chiccosa di questa..vabbè va premiato l'impegno. Baci Barbara

    ReplyDelete
  10. Ok, il polpo mi piace un sacco e l'insieme mi sembra geniale...ma la marinata la riscaldi? Glò

    ReplyDelete
  11. Ottima ricetta e che presentazione!

    Ma ce l'hai messo il tappo di sughero nella pentola?

    ReplyDelete
  12. Parliamone.Ma fare un libro di ricette?O un bel pdf,magari anche da vendere?Sarebbe bellissimo e godurioso :-)
    E.

    ReplyDelete
  13. è vero, Frank ha ragione, il polpo va cotto con un tappo di sughero per non farlo indurire.
    Frank, ma il tappo natalizio che ti ho spedito l'hai usato?:-)

    ReplyDelete
  14. o bella...quella del tappo proprio la ignoravo!!!
    nn si finisce mai di imparare, soprattutto in cucina!!
    un beso
    Aliciotta

    ReplyDelete
  15. ...io cucino spesso il polpo...un polpo da 500 gr lo farei cucinare per non più di 15 minuti...per l'esattezza(almeno, così mi hanno insegnato)prima di lasciar cucinare il polpo lo si dovrebbe immergere e tirar fuori dall'acqua bollente per 3 volte di seguito...

    ReplyDelete
  16. ciao bian , le scaramanzie per cucinare un polpo sono tante. io vario a seconda della volta. le ho provate tutte! come cucinare un polpo l'ho scritto una volta e siccome questo e' un mio diario di ricette, non lo scrivo tutte le volte. se interessa ho gia' scritto qui come :) credo che poi la riuscita della morbidezza dipenda anche dalla freschezza del polpo stesso. anche io uso immergerlo 3/4 volte :) ogni tanto funziona, ogni tanto no !

    alice , verissimo! :) ognuno sa la sua, é il bello di internet :)

    francy, frank , con il tappo non ho ancora provato, prossima volta!

    e. parliamone :) onestamente un pdf sarebbe troppo faticoso per me da preparare e poi non ne vedo l'ingegno, visto che le ricette sono a portata di tutti gratuitamente :) per il libro ci potrei pensare, ci pensi tu? *_^

    gloricetta , non l'ho riscaldata ma ora che ci penso poteva essere riscaldata :)

    sediciaprile , corro a vedere :)

    enelena , benvenuta a te :)

    ciao franci :) baci

    yukiko , anche io ho sentito questa cosa del polpo intelligente. in quanto a simpatia sono d'accordo, se mi fosse antipatico non lo mangerei neppure! :)

    isabilla a volte a me viene morbidissimo altre volte un po' meno nonostante gli accorgimenti. credo che dipenda molto anche dalla freschezza. da queste parti trovarne uno freschissimo é molto raro, quindi mi accontento di quello che passa il convento :)

    fdzucchina , tu che ci metti nell'acqua del polpo? qualche cornetto scaramantico? :)

    sil :) :*

    ReplyDelete
  17. ...non avevo visto quella ricetta precedente!
    a proposito di quella specie di esorcismo sul polpo, qualcuno mi ha spiegato che serve a far rapprendere l'inchiostro della vescichetta..penso per evitare che esca durante la cottura

    ReplyDelete
  18. bè, è un modo come un altro per poter mangiar polpo.

    e poi, a ben vedere, in un piatto c'è solo un polpo sacrificato, mentre, per dire, i gamberetti sono una strage.

    (le 5 cose che non sapete di me, l'ho fatto qualche giorno fa, da me. sinceramente non ne saprei estrapolare altre).

    ReplyDelete
  19. Bella questa ricetta del polpo.. la provo di sicuro!

    ReplyDelete
  20. Sembra davvero ottimo!!!!!!!

    ReplyDelete
  21. sei un mito.

    bellissima ricetta.

    Daniela

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...