Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

9 October 2007



Oltre a consumarlo sopra i dolci, il vino cotto si può utilizzare anche dentro i dolci. Così la zia Cenzina qualche giorno fa ha preparato una torta che somiglia molto ad un altro dolce tipico pugliese, "u susumidde" o "sesimedde", un dolce che si prepara più o meno con gli stessi ingredienti ad eccezione del lievito che rende quindi il dolce molto più basso e anche molto più duro.



Questa versione invece si adatta benissimo a chi non ama sgranocchiare dolci ma vuole una torta saporita e morbida. L'aggiunta del vino cotto accompagna delicatamente il cacao. Perfetta per la colazione!

Ingredienti
  • 400gr di farina bianca
  • 300gr di zucchero
  • 4 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito (o se la volete più bassa 1/2)
  • 1 bicchiere di vino cotto di fichi
  • 1 tazzina di caffè
  • 300gr di cacao amaro
  • 30gr di mandorle macinate
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • zucchero a velo per decorare
Mescolate tutti gli ingredienti secchi prima, poi quelli liquidi. Mescolate bene e se necessario aggiungete ancora latte fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo e soprattutto senza grumi. Versate il composto in uno stampo imburrato ed infarinato (o cosparso di pan grattato) e cuocete in forno a 180 C per circa 30 minuti o fino a quando infilando uno stuzzicadenti nel centro, questo non ne uscirà asciutto. Lasciate raffreddare completamente prima di tagliare e decorate con zucchero a velo.

Sognando: sognare mandorle dolci indica tentazioni pericolose; sognare mandorle amare indica pesanti costrizioni; sognare mandorle tostate indica acuto spirito di osservazione; sognare di mangiare mandorle indica desiderio inappagato.

La leggenda narra che, molti secoli or sono, una principessa, lasciata a guardia delle ricchezze dello sposo, un grande guerriero partito a difendere i confini dell'impero, venne assalita dai nemici che, invano, tentarono di costringerla a rivelare l'ubicazione del tesoro. Per vendetta venne uccisa e, dal sangue versato dalla fedele sposa, nacque la pianta del cacao, il cui frutto nasconde un tesoro di semi, "…amari come le sofferenze dell'amore, forti come la virtù, lievemente arrossati come il sangue..."

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Chocolate cake with vino cotto



Ingredients
  • 400gr white flour
  • 300gr sugar
  • 4 eggs
  • 1 glass milk
  • 2 Tbsp yeast (or 1 if you prefer a lower cake)
  • 1 glass vino cotto di fichi
  • 1 small cup coffee
  • 300gr unsweetened cocoa
  • 30gr chopped almonds
  • rids of 1 lemon
  • icing sugar to decorate
Mix all dry ingredients first, then add the liquid ones. Add more milk if necessary until you get a smooth mixture with no lumps. Pour the mixture into a lightly batter oven tin and cook at 180 C for about 30 minutes or until it's cooked in the centre. Use a toothpick to check it. Cool completely before decorating with icing sugar.

19 comments:

  1. Mi pare che se ne avessi qui un quadrotto l'avrei già spazzolato via!!!! :D
    Baci!

    ReplyDelete
  2. io conosco le susumelle calabresi... che siano parenti? (mi sa proprio di sì) (che poi non sono molto simili ai mostaccioli? uhm)

    ReplyDelete
  3. che me pare??? un sogno mi pare! ma secondo te si può sostituire il vino cotto di fichi con il mosto cotto?? non è che fare il vino di fichi sia una cosa semplice e veloce (e poi i fichi chi li trova più di questa stagione? nella campagna intorno a Firenze erano già maturi a fine agosto!)

    ReplyDelete
  4. Dico che che la ricetta è fantastica come è fantastico il tuo blog.Complimenti, a presto

    ReplyDelete
  5. Fantastica Fiore goduriosa
    ma se il vino cotto di fichi non si trova come si fa?
    grazie

    ReplyDelete
  6. A che ora pensi dovrò partire da Roma per arrivare da te a colazione ? :-D

    ReplyDelete
  7. jajo
    a quest'ora avresti già dovuto essere qui :D

    ady
    se il vino cotto non si trova diventa una torta senza vino cotto :D comunque a parte gli scherzi, ci sono dei produttori locali a minervino che sarebbero ben lieti di venderlo. se ti interessa mi posso informare. la nostra produzione casalinga non mi permette di distribuirlo in larga scala :)

    il presidente
    grazie e benvenuto :)

    fabio
    onestamente non lo so perchè il cotto di mosto non l'ho mai assaggiato ma mi pare abbia gusto diverso. però se ce l'hai a disposizione puoi sempre provare :)

    pimms
    forse si, sono simili anche se gli ingredienti variano da regione a regione. per esempio c'è chi aggiunge anche spezie come la cannella e magari modifica il procedimento. i mostaccioli sono "biscotti" romboidali ricoperti poi di cioccolato fuso. non mi risulta ci vada il vino cotto però.

    gata
    ti ho lasciato un quadrettino giusto giusto! :D baci

    ReplyDelete
  8. Grazie Fiore, ho dimenticato di dirti che il vino cotto qui si trova ma non quello di fichi, forse non ero stata chiara, anzi rileggendo non si era capito se potevo sostituire il vino cotto con quello di fichi!
    Grazie e scusami

    ReplyDelete
  9. ady
    come detto sopra, non so se quello di mosto sia la stessa cosa, non l'ho mai assaggiato :)

    ciao lisa :)

    ReplyDelete
  10. Solo al leggere la ricetta mi sembra buonissima.
    Ma ci vogliono 300 gr di cacao? Così tanti?

    Grazie di cuore per la risposta, e complimenti per le tue ricette, alcune le proverò sicuramente

    nuali

    ReplyDelete
  11. Che te lo dico affà? Sempre cose troooooppo buone! ;)

    ReplyDelete
  12. che belo fiore, quanti ricordi!!! Penso alla nonna quando ci preparava i dolcetti alla domenica!
    :-))

    ReplyDelete
  13. nuali
    sisi, proprio 300gr, così viene anche abbastanza cioccolatosa :) ma uno puo' variare le dosi se non piace.

    baol
    grazie :) tra poco inizia la chermesse dei dolci di natale, si salvi chi può! :D (in senso buono of course)

    sandra
    immagino quanti ricordi! il paesello è sempre lo stesso, dovresti farci una capatina per spolverare la memoria :)) alla fine del mese c'è la sagra del fungo cardoncello, quest'anno non posso proprio perdermela! :)

    ReplyDelete
  14. salve fiordizucca:-)
    ...dalla biblioteca
    abbraccci
    Gab

    ReplyDelete
  15. gnam! torta indicata per quest'autunno, anche se da noi a taranto fa caldo come fosse luglio.....
    complimenti

    ReplyDelete
  16. Mi pare...proprio invitante, e ne mangerei volentieri una bella fetta, in questo preciso momento e anche a colazione domani mattina!
    A presto :-)

    ReplyDelete
  17. grazie fiore , sono molto contenta di trovare questa ricetta che tra l' altro ti posso garantire che è deliziosa ( mi fa ricordare la mia nonna),grazi e dico a tutti provatela. ciao da rosy

    ReplyDelete
  18. °*°*Lili*°*°8/12/07 8:29 pm

    Risposta a Fabio :Fabio il tuo sogno si può avverare,perchè in questi periodi non è necessario produrlo il cotto di fichi basta acquistarlo,saluti.

    ReplyDelete

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...