Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

30 July 2007



Forse le amarene non si trovano più neanche dalle vostre parti ma valeva la pena segnarsi questa ricetta da qualche parte, per il prossimo anno o per utilizzarla con le ciliegie anche se non è proprio la stessa cosa.
La ricetta è quella dalla mamma, che circa un mese fa ha incrociato sulla sua strada un paio di kili di amarene, che non sono altro che ciliegie amarognole dal gusto inconfondibile e decisamente addictive. Avete presente lo sciroppo di amarene industriale? Beh, questo non ha niente a che vedere con quello, come si può facilmente intuire, in questo il gusto delle amarene è vero e naturale, senza coloranti nè preservanti.
Come si utilizza? Io ho utilizzato entrambe sciroppo e amarene per fare una granita alla vecchia maniera, ovvero tritando il ghiaccio dopo averlo messo in un panno e battuto con il manico del mortaio (se avete un fattapposta che vi trita il ghiaccio usate quello). Oppure ovviamente si possono gustare entrambe sul gelato, o lo sciroppo diluito con l'acqua per dissetarsi, le amarene per decorare sia il gelato che altri semifreddi e quant'altro possa venire utile nei mesi a venire quando questi frutti saranno scomparsi definitamente con l'estate. La ricetta è semplicissima e fa così:

Ingredienti
  • amarene
  • zucchero
Per ogni kilo di amarene snocciolate occorre la stessa quantità di zucchero. Una volta snocciolate quindi, pesatele e pesate la stessa quantità di zucchero. Mettetele in un recipiente di vetro, coprite e lasciate macerare per circa 40 giorni, mescolando ogni due giorni circa. Trascorso il tempo necessario, colate lo sciroppo che si è formato ed imbottigliatelo. In altri contenitori di vetro tenete le amarene. Si conservano in dispensa al fresco o se non sono tante comodamente in frigo. Lo zucchero funge da preservante quindi non c'è rischio che queste vadano a male.



Sognando: sognare sciroppo di miele indica ambizioni notevoli; sognare sciroppo di zucchero indica buona organizzazione; sognare sciroppo di frutta indica realizzazioni pratiche; sognare sciroppo medicinale indica pigrizia e sfiducia; sognare di bere sciroppo indica incoraggiamento da amici; sognare di comprare uno sciroppo indica tranquillità interiore.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Sour cherries granita & Sour cherries syrup



Ingredients
  • (sour cherries) amarene
  • sugar
Stone the cherries and weight them. Use the same amount of sugar, put both in a glass container, cover and leave to rest for about 40 days. When the time has passed drain the cherries and put the syrup into glass bottles and the cherries into glass jars. Store them in a cool place or if not a lot, put in the fridge. Use them to make ice, over the ice cream, diluite the syrup with water or any other uses you might find in the months ahead when it will be very difficult to find these kind of sour cherries.

19 comments:

  1. certo che a parte la snocciolatura si fa proprio in un attimo, non val la pena di comprare quelle cose piene di coloranti, si potrà fare anche con lo zucchero di canna integrale, immagino

    ReplyDelete
  2. Buone le amarene sciroppate, mi ricordano quelle che faceva mia madre! C'è un passaggio, però, che non mi è chiaro:dopo averle messe nel recipiente di vetro, vanno coperte con lo zucchero, vero? E vanno lasciate macerare per 40 giorni, dove...? Io mi ricordo grandi barattoli di vetro messi sul terrazzino giorno (al sole) e notte. Si rimettevano all'interno solo se c'era brutto tempo. Forse ricordo male o era un'altra preparazione? Spero di non metterti in crisi con tutte queste domande... Con simpatia, anche per la mamma!

    ReplyDelete
  3. Ciao Fiore..
    Innanzitutto per la zuppetta qua sotto sabato sera è stata una bomba, l'unica modifica è stata che al posto del brodo ho fatto un fumetto con i ritagli di una orata che i miei dovevano fare alla griglia domenica e una spolverata di bottarga di muggine in polvere (nota: mi paice tantissimo cucianre il pesce ma sfortunatamente sn allergico :-( )
    ♣ ♣ ♣ ♣ ♣ ♣ ♣
    Questa granita invece è molto rinfrescante, io con le ciliege del mio girdino le lavo le snocciolo le metto in un contenitore con lo zucchero e le metto in freezer, cosi sn sempre pronte per ogni evenienza.. sul gelato un dolce...
    ciao Fra Questa è l'ultima mia settimana poi in ferie fino agli inizi di settembre..
    un bacio
    Filippovanni@libero.it

    ReplyDelete
  4. anche io, come anna, mi ricordo che si mettevano in terrazzo.
    quando ero piccola (ed le stagioni erano quelle vere e non eravamo sommersi dallo smog) quando nevicava scendevo in giardino, toglievo con la mano il primo strato di neve dalla siepe e riempivo il bicchiere di neve pulita, poi risalivo a casa e mia nonna mi ci metteva su amarene e sciroppo... che ricordo, l'avevo rimosso.

    ReplyDelete
  5. Io le amarene 'live' non le ho nemmeno mai viste tant'è che credevo fossero un'invenzione della Fabbri!

    Mi piace il piattino col bordo blu :)

    ReplyDelete
  6. Hehehehe... anch'io ne ho mangiata di neve!!! :-D
    E che bei ricordi, le estati nelle quali riuscivamo a trovare al mercato dei rami di visciole: le toglievamo una ad una (mangiandone anche diverse, a dir la verità) e le mettevamo nei barattoloni di vetro ricoperte con lo zucchero. Passavo le giornate a guardare quei barattoli con lo zucchero che al sole si scioglieva e dava vita ad un succo rosso... che non vedevo l'ora di assaggiare :-D !!!!!

    ReplyDelete
  7. anna , la mamma dice che di notte si tengono fuori e di giorno si tengono dentro, ma siccome ha fatto molto caldo lei le ha tenute sempre dentro, a macerare nel contenitore di vetro. :)

    pimms, jajo , anche io ho ricordi lecati alla prima neve, con la nonna che ne raccoglieva un po' nel bicchiere. non lo faccio più da anni ormai! nevicherà quest'anno? :)

    frank , il piattino fa parte della collezione di mamma, è una new entry :))

    fil , dove andrai di bello? (contenta che ti sia piaciuta la zuppa e che tu l'abbia comunque riadattata, c'è più gusto!) :)

    stella , in effetti uno si domanda perchè dovrebbe comprarsi quelle cose dolci e basta quando potrebbe benissimo farsele in casa. per esempio con la menta o con le mandorle amare :) da provare!

    baci e abbracci a tutti! (ma non troppi che fa caldo)

    ReplyDelete
  8. Fior di zucchina30/7/07 5:05 pm

    chissà quale sarà la fine dello sciroppo di amarene che ci hai lasciato e che noi abbiamo lasciato a Simon:D

    hai messo un po' di amarene da parte per me? cattiva, adesso ti tocca portamene un po' sabato:)
    non vedo l'ora di ri-riabbracciarti:D

    ReplyDelete
  9. che buone le amarene sciroppate pensa che io ho un'intero albero di questi ormai introvabili frutti, solo che si acrica ad anni alterni e purtoppo questo è stato l'anno no

    ReplyDelete
  10. Fiore,
    quest'anno faccio delle vacanze lunghe, una settimana in costa azzurra con i mei e la fidanzata e due settimane a Tenerife solo con la fidanzata..te?
    se non vuoi essere assalita di paparazzi come una vera diva rispondimi pure via e-mail.
    è difficile che seguo una ricetta passo passo, metto sempre qualcosa di diverso e un tocco in piu che la rende unica da tutte le altre.
    un bacio
    ciao
    filippo

    ReplyDelete
  11. Mi hai fatto tornare in mente le amarene che preparava mia nonna (Rumena) Lei le metteva intere in boccali di vetro coperte di zucchero e lascia che il boccale si riempisse di sciroppo, poi lo travasava e aggiungeva altro zucchero. quando le amarene avevano smesso di dare sciroppo, le copriva di acqua vite. Lo sciroppo naturalmente era ottimo, ma non hai idea dello splendido gusto che avevano le amarene in acqua vite! erano tutte raggrinzite intorno al nocciolo, ma erano così buone che quando si apriva il barattolo (con ospiti) si finivano subito. Naturalmente anche l'acqua vite di amarene era ottima. E' importante lasciare il nocciolo proprio per l'aroma, devono solo rimanere interi(perchè le loro mandorle sono velenose) e credimi non era affatto un problema rosicchiare i noccioli.

    ReplyDelete
  12. ciao marinella , devono essere state buonissime! riferisco a mia madre così magari l'anno prossimo le proviamo! :) grazie, baci

    fil , costa azzurra e tenerife, solo? ahahah
    io medito di andare in luoghi sperduti e lontani, ma non ho ancora deciso, il mondo è così grande mi toccherà tirare a sorte :) per ora continuo a lavorare, credo andrò via a settembre :)

    coco , bello! dove abiti? così l'anno prossimo vengo ad aiutarti a raccoglierle :))

    fdzucchina , quelle che ho fatto in UK non erano amarene ma mirtilli selvatici, molto diversi, infatti il gusto ricordava l'amaretto. sicuramente Simone si ubriacherà alla prima occasione, anzi secondo me l'avrà già finito insieme alle russe :D

    ReplyDelete
  13. gocciadilimone1/8/07 2:46 pm

    Leggendo di quello spaventoso incendio dalle tue parti ti ho pensata. Tu hai avuto qualche problema? Baci

    ReplyDelete
  14. dario brodo2/8/07 10:20 am

    certe volte pur di rincorrere il sapore delle amarene mi compro il "croccante" (penso dell'algida)
    guarda un po' come sono ridotto...
    buone vacanze!

    ReplyDelete
  15. Scusa, trovo buffo il termine "preservante" e posto di "conservante", ricuramente un retaggio dell'Ingelse parlato così a lungo :)

    ReplyDelete
  16. meravigliosa ricetta, mi sembra davvero un'idea rinfrescante in questi giorni di afa!io adoro le amrene e la mia nonna fa un fantastico sciroppo casalingo, quindi non ho scuse, devo mettermi all'opera! grazie, come sempre!:)

    ReplyDelete
  17. Quante, quante ne ho mangiate delle stesse che descrivi tu!
    Yuhmmm...!
    Di quelle che, vista la tua precedente ricetta, potremmo definire "veraci".

    Buon appetito, FDZ!

    SoSe

    ReplyDelete
  18. Just browsing the internet, your blog is very, very interesting.

    ReplyDelete
  19. Ciao! ho provato a preparare la tua granita di amarene sciroppate e non posso che farti i complimenti! Io sono un grande appassionato di gelati e granite ed ho aperto un blog apposito con tante ricette! Se ti va,puoi passare a trovarmi!
    Ciao...e complimenti!!!

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...