Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

21 December 2008



Premesso che lo zenzero lo uso tutto l'anno, i biscotti allo zenzero invece, mi viene voglia di farli solo in questo periodo. Finalmente siamo all'ultima settimana prima delle sospirate vacanze di Natale, nonché spero anche l'ultima settimana in cui la finiscono di passare alla radio canzoni come "Last Christmas", "All I want for Christmas", "Step into Christmas", "This Christmas" ed ora ci mancava anche l'Hallelujah di Alexandra Burke, l'ultima sfornata dell'X Factor inglese. Francamente, ne ho veramente abbastanza di questi tormentoni!



Lo scorso anno in questi giorni partivo proprio per una vacanza a Londra. Quest'anno a Londra ci vivo ed ho anche comprato una casa. Mi sembra incredibile e mi stupisco ogni volta che la vita mi dà le risposte alle quali è difficile persino formulare le domande stesse. E' stato un anno incredibile, pieno di impegni, faticoso ed anche stressante per alcuni versi. Sono contenta di essere arrivata fino qui, mi auguro che il prossimo anno sia altrettanto positivo e che lo sia anche per tutti voi. Non so se riuscirò a postare qualcosa prima del prossimo anno, ma in ogni caso già da ora il mio per voi è un augurio per una vita serena, giorni felici trascorsi con le persone a voi più care, tanta salute e, perché no, anche tanta felicità.

Ingredienti per circa 30 biscotti
  • 175gr di farina autolievitante
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 75gr di burro
  • 100gr di zucchero di canna super fine
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di acqua fredda
  • 100gr di cioccolato bianco
  • 50gr di noci tritate
Mettete tutti gli ingredienti secchi nel mixer e mescolate per qualche secondo. Aggiungete il burro tagliato a tocchetti ed a temperatura ambiente ed infine l'uovo. Aggiungete 1 cucchiaio di acqua fredda e mixate fino a quando la pasta non si sarà amalgamata e non avrà formato una palla omogenea. Toglietela dal mixer, avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigo per 15 minuti. Stendete la pasta e ricavatene tanti biscotti che poi andrete ad infornare a 190 C per 8/10 minuti. Fate raffreddare i biscotti, poi sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria. Versate un paio di cucchiaini di granella nel cioccolato bianco stesso. Aiutandovi con un cucchiaino, spalmate metà di ogni biscotto con il cioccolato bianco ed infine versate un po' di granella di noci su ognuno effettuando una leggera pressione con i polpastrelli affinché la granella non si incolli al cioccolato. Fate raffreddare completamente prima di sovrapporli uno all'altro.

Sognando: sognare di andare in vacanza indica giorni sereni; sognare vacanze natalizie indica periodo favorevole.

A volte penso che pretendiamo troppo dal giorno di Natale. Cerchiamo di farci stare il troppo arretrato di gentilezza e umanità di tutto l'anno. A me piace prendere il Natale un po' alla volta, per tutto l'anno. E perciò mi lascio trasportare fino ad arrivare alle vacanze - lascio che mi colgano di sorpresa - svegliandomi un bel giorno e dicendo improvvisamente a me stesso: "Caspita, questo è il giorno di Natale!". (Ray Stannard Baker)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Ginger biscuits with white chocolate and ground walnuts


Ingredients for about 30 biscuits
  • 175gr self raising flour
  • 1/2 tsp sodium bicarbonate
  • 1 tsp ginger powder
  • 75gr butter
  • 100gr super fine raw cane sugar
  • 1 egg
  • 1 Tbsp cold water
  • 100gr white chocolate
  • 50gr ground walnuts
Put all dry ingredients in a mixer and blend together. Add diced butter and egg and finally a 1 Tbsp of cold water mixing until you get a smooth ball. Remove from the mixer, wrap it in cling film and refrigerate for about 15 minuties. Roll the dough and cut out the biscuits. Bake them at 190 C for about 8/10 minutes. Cool them. Meantime melt the white chocoalte at baigne-marie, add 2 tsp of ground walnuts and mix well. With the help of a teaspoon cover each half of the biscuits and top with a bit of ground walnuts, pushing lightly with your fingers to glue them together. Cool completely before putting them one on top of the other.

14 December 2008



Quando ho visto i bucatini nello shop turco sotto casa non ho resistito alla tentazione di provarli ed ho dovuto comprarli. Per la verità giacevano in dispensa da qualche settimana, ma ultimamente trovare il tempo per fare tutto ciò che mi piace è diventata una impresa non da poco. Infatti non vedo l'ora che arrivino le sospirate vacanze di Natale, anche se pochi giorni di riposo, almeno per me, saranno sicuramente rigeneranti.
Allora dicevo, questi bucatini sono di marca turca, forse anche un millimetro o due più larghi di un bucatino italiano, ma non sono un'esperta di bucatini quindi non saprei dire con esattezza. Ho scoperto che la pasta che arriva dalla Turchia non è per niente male, soprattutto se non ci si attiene ai tempi di cottura indicati. Bisogna sempre scolare la pasta almeno 2 o 3 minuti prima altrimenti si finisce con mangiarla alla maniera inglese. Una ricetta molto improvvisata ma con ingredienti di base con i quali è difficile sbagliare. Ho omesso di mettere l'aglio nella crema di melanzane ma potete osare a piacere e se alla fine vi avanza, potete consumare la crema mangiandola con delle verdure crude o su dei crosini di pane.

Ingredienti
  • 1 peperone rosso grande
  • 1 melanzana media
  • 1 cucchiaio di tahini
  • bucatini
  • olio, sale, pepe
Disponete il peperone intero su una teglia da forno. Tagliate la melanzana a fette spesse ed infornate insieme cuocendo a 200 C per circa 25 minuti o fino a quando il peperone non si sarà rosolato e pronto da spellare. Mettete la melanzana in una terrina insieme al tahini, condite con un po' di olio, sale e pepe e frullate fino ad ottenere una crema omogenea. Spellate il peperone e tagliatelo a strisce sottili. Cuocete i bucatini al dente e conditeli prima con la crema ed infinte mescolate con i peperoni rossi, un po' di olio d'oliva e un pizzico di pepe nero.

Sognando: sognare una buca delle lettere indica riuscita nei proponimenti; sognare di cadere in una buca indica buona salute; sognare di scavare una buca indica malesseri passeggeri.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Bucatini with aubergine cream and red peppers



Ingredients
  • 1 big red pepper
  • 1 medium aubergine
  • 1 Tbsp tahini
  • bucatini pasta or other shape
  • olive oil, salt, pepper
Preheat the oven at 200 C. Lay the pepper and sliced aubergine on a oven tray. Cook for about 25 minutes or until the pepper has turned brown and ready to be peeled. Put the aubergine aside in a bowl, mix with tha tahini, a bit of olive oil, salt and a pinch of ground pepper. Mix all together until you get a smooth cream. Peel the red pepper and cut it into thin stripes. Cook the pasta al dente and mix it with a bit of cream then finally add the red peppers stripes. Drizzle with more olive oil and ground black pepper before serving.

30 November 2008



Si potrebbe facilmente trascorrere le domeniche invernali sperimentando le svariate possibilità di cucinare con le pere. Se ci penso, da piccola il succo di pere per esempio mi faceva veramente rabbrividire e nonostante tutto, mia madre, per un oscuro motivo, continuava a comprare succhi di frutta alla pera. Che incubo! Adesso invece il succo di pera è tra i miei preferiti ed invece mi piace molto meno quello che allora era il mio preferito in assoluto, ovvero quello all'albicocca. Non so se sono cambiati i miei gusti o se sono cambiati i gusti di pere e albicocche, ma tant'è che così è. Qui a Londra è una giornata fredda, piovigginosa e grigia tanto che oramai il cielo è quasi perennemente bianco sporco. Con o senza il cioccolato sopra, questa torta è sicuramente deliziosa, adatta per la prima colazione o con il tè delle cinque.

Ingredienti
  • 4 pere Williams
  • 100gr di burro
  • 150gr di zucchero
  • 200gr di farina
  • 50gr di mandorle tritate finemente
  • 1 cucchiaio di lievito
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di soda
  • 2 uova
  • 100ml di latte
  • 3 cucchiai di rum o altro liquore a piacere
  • 70gr di pistacchi non salati
  • 100gr di cioccolato amaro fondente
  • zucchero a velo per decorare
Sbucciate le pere e tagliate a pezzetti. Mettetele in un recipiente insieme al latte e al rum e mescolate bene in modo che le pere non anneriscano. In un recipiente a parte mescolate la farina bianca, le mandorle, lo zucchero, il bicarbonato e il lievito. Aggiungete le uova, il burro sciolto ed il latte ed il rum utilizzato per le pere e lavorate bene con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi. Aggiungete le pere e i pistacchi ed amalgamateli bene. Imburrate uno stampo di circa 23x23cm, versate il composto livellando bene e infornate a 180 C per 35 minuti o fino a quando la parte superiore non sarà dorata. Lasciate raffreddare per un po', poi sciogliete il cioccolato a bagno maria e versatelo sopra la torta. Decorate con zucchero a velo prima di servire.

Sognando: sognare un freddo pungente indica litigi con fratelli; sognare di avere freddo alle gambe indica depressione nervosa; sognare di avere freddo alle mani indica discreta fortuna; sognare di ripararsi dal freddo indica disavventura di viaggio.

Se guardi il cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore. (Kahlil Gibran)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Pear cake with pistachios and chocolate



Ingredients
  • 4 pears Williams
  • 100gr butter
  • 150gr sugar
  • 200gr flour
  • 50gr ground almonds
  • 1 Tbsp baking powder
  • 1 tsp bicarbonate of soda
  • 2 eggs
  • 100ml milk
  • 3 Tbso rum or other liqueur
  • 70gr unsalted pistachios
  • 100gr dark chocolate
  • icing sugar to decorate
Peel the pears and dice them. Put them in a bowl and toss with milk and rum and leave to stand. In another bowl mix flour, ground almonds, sugar, bicarbonate and baking powder. Add egss, melted butter and the milk and rum used for the pears. Mix well with a spoon until you get a smooth mixture without lumps. Fold in the pears and pistachios and spoon everything into a lightly buttered baking tray of about 23x23cm. Bake at 180 C for about 35 minutes or until golden on top. Let it cool for a while then melt the chocolate and spread it on top. Let it cool again and decorate with icing sugar before serving.

23 November 2008



Quando mia sorella è nata io avevo già 10 anni. Ricordo come se fosse oggi il giorno in cui è nata ed ho raggiunto mia madre all'ospedale insieme a tutti gli altri. Neanche mio padre lo sapeva che sarebbe nata prematuramente quel giorno di febbraio e soprattutto nessuno si aspettava che sarebbe stata una femmina, soprattutto dopo che il medico di mia madre con i potenti mezzi degli anni ottanta, ci aveva preannunciato la nascita di un bel maschietto. Evviva! Il corredino tutto azzurro fu così utilizzato ugualmente anche se rimpiazzato in tutta fretta da un po' di rosa qua e là. Che non si dicesse in giro che questa creatura tutta vestita d'azzurro fosse un maschio, bisognava rimediare!
Ricordo bene quando mia madre mi chiedeva di andare in cucina per prepararle la pappetta. Io ci andavo più che volentieri perché era un intruglio di latte condensato in scaglie che a me piaceva persino da sciogliere in bocca. Mia madre mi chiamava dall'altra stanza perché io impiegavo il mio tempo per fare tutto ciò e tornavo con il piattino con la pappetta che poi finivo comunque per divorare quando alla pupetta non le andava giù.
Così improvvisamente mi è tornato in mente lo stesso odore delle pappette preparate più avanti con il semolino e che invece oggi ho utilizzato per preparare questo dolce tutt'altro che da poppante. Però ha un no so che di confortevole, fa tanto "stai a casa a coccolarti che tanto fuori è un mondo freddo". Il cioccolato poi è sempre una garanzia. Le mie dosi per 1 persona le ho calcolate ad occhio quindi regolatevi di conseguenza nel caso aveste necessità di preparare il dolce per 2 persone. Utilizzate pere ben consistenti e fresche per evitare che si spappolino durante la cottura.

Ingredienti per 4

Per il semolino:
  • 250ml di latte
  • 75gr di zucchero
  • 50gr di semola
  • una noce di burro
  • 1 pizzico di sale
Per le pere sciroppate:
  • 2 pere williams o decana
  • 75gr di zucchero
  • la scorza di un’arancia
  • 1 pezzo di cannella in corteccia
  • ½ baccello di vaniglia
Per la crema:
  • 100gr di cioccolato fondente 70%
  • 60ml di latte
  • 40ml di panna da montare
  • 1 cucchiaino di miele
  • ½ baccello di vaniglia
Sbucciate le pere, dividetele a metà ed eliminate i torsoli. Mettetele in una padella e coprite con acqua, poi aggiungete lo zucchero, la scorza d’arancia, la cannella e la vaniglia. Coprite, portate ad ebollizione e cuocete per 10 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare le pere nello sciroppo stesso.
Nel frattempo preparate il semolino scaldando il latte con un pizzico di sale e lo zucchero. Versate la semola e sempre mescolando portate a cottura fino a quando non si sarà addensata ma non troppo. Togliete dal fuoco e mantecate con una noce di burro. Prima che si raffreddi distribuitelo nei piatti da portata dandogli la forma che preferite a seconda della decorazione che sceglierete. Più si raffredda e più è difficile da lavorare quindi effettuate questa operazione abbastanza velocemente.
Preparate la crema portando ad ebollizione il latte con la panna, il miele e la vaniglia. Aggiungete il cioccolato ed amalgamante fino a quando non si sarà sciolto. Decorate quindi il semolino con il cioccolato ed infine con le pere tagliate per il lungo disponendole a ventaglio o della decorazione che preferite.

Sognando: sognare di comprare semolino indica scarso spirito di iniziativa; sognare di cuocere il semolino indica pensieri tristi; sognare di mangiare semolino indica confidenza prematura.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Pear and chocolate semolina dessert



Ingredients for 4 people

For the semolina:
  • 250ml milk
  • 75gr sugar
  • 50gr semolina flour
  • knob of butter
  • 1 pinch salt
For the pears:
  • 2 pears williams or decana
  • 75gr sugar
  • rids of 1 orange
  • 1 cinnamon stick
  • ½ vanilla bean
For the chocolate cream:
  • 100gr dark chocolate 70%
  • 60ml milk
  • 40ml single cream
  • 1 tsp honey
  • ½ vanilla bean
Peel the pears, cut them in half and remove the seeds. Put them in a saucepan and cover with water. Add sugar, orange rinds, cinnamon and vanilla bean. Cover, bring to a boil and cook for 10 minutes. Remove from the heat and let it cool in the pan.
For the semolina, heat milk with a pinch of salt and sugar. Add the semolina flour and keep stirring until it thickens. Remove from the heat and add a knob of butter. Lay on the serving dish using the decoration you prefer but do this rather quickly as the semolina tends to thickens more as it gets colder and colder.
Prepare the cream by boiling milk and single cream, with honey and vanilla. Add chopped dark chocolate and stir until it melts. Decorate the semolina with a layer of chocolate and sliced pears using the decoration you prefer the most.

16 November 2008



Una ricetta che volevo provare da un un bel po' di tempo ed il pretesto di una giornata fredda, grigia ed uggiosa (praticamente come quasi sempre) mi ha permesso di tirare fuori la farina di mais che avevo in dispensa da un bel po'. L'acidità dello yogurt si sposa bene con qualcosa di piccante o speziato. Io l'ho abbinato ad una zuppa di peperoni, peperoncino, cipolla, burro e pelati, che si prepara in pochissimo tempo e si accosta benissimo con il pane. Ho usato di nuovo la farina auto lievitante perché mi viene comoda ma se avete a disposizione un buon lievito istantaneo sostituite con farina bianca normale e la quantità di lievito indicata. Eliminando la cipolla dall'impasto si ottiene un pane un po' più neutro ed adattabile anche ai dolci, per esempio tagliandolo finemente e spalmandolo di cioccolato o marmellata. E' tutto!

Ingredienti
  • 200gr di farina di mais
  • 150gr di farina bianca auto lievitante (o farina normale + 2 cucchiai di lievito)
  • 1 cipolla piccola
  • 50gr di burro
  • 400gr di yogurt naturale
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
Soffriggete la cipolla nel burro per qualche minuto e mettete da parte. In una terrina capiente mescolate le due farine, aggiungete sale e zucchero poi versate il soffritto di cipolla, le uova, lo yogurt e lavorate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Imburrate uno stampo a cerniera e cospargetelo con un po' di farina di mais eliminando quella in eccesso. Versate il composto ed infornate a 200 C per circa 40 minuti o fino a quando non sarà dorato.

Sognando: sognare polenta al burro indica contrasti nel lavoro; sognare polenta con il sugo indica progetti concreti per il futuro; sognare di fare la polenta indica solidità economica; sognare di mangiare polenta indica interventi amichevoli.

Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia. (Jean Cardonnel)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Cornbread



Ingredients
  • 200gr fine corn flour
  • 150gr self raising white flour (or normal white flour + 2 Tbsp baking powder)
  • 1 small onion
  • 50gr butter
  • 400gr natural yogurt
  • 2 eggs
  • 1 tsp salt
  • 2 tsp sugar
Gently fry the chopped onion with the butter for a few minutes. In a bowl mix the 2 flours, salt and sugar. The add the liquid ingredients and work well until you get a soft and smooth mixture. Lightly butter a cake stamp, then add a bit of corn flour and remove the one in excess. Pour the mixture previously made and bake at 200 C for about 40 minutes or until golden on top.

9 November 2008



"C'è da fare, c'è sempre qualcosa da fare..." I preparativi per la casa procedono, a rilento, ma procedono. Il lavoro incombe, il tempo libero lo trascorro visitando centri commerciali alla ricerca di spunti ed idee per la nuova casa. Per non parlare dell'autunno, che m'ispira una letargia pazzesca, le giornate corte più che mai e la luce che va via alle 4 del pomeriggio. Ora come ora se potessi mi addormenterei per risvegliarmi a cose fatte, verso la fine di gennaio. Ma a cosa fatte, che gusto ci sarebbe?
A parte questo, mi sono stufata di vedere queste capesante e quindi in una domenica senza pretese mi sono concessa una colazione disimpegnata. Niente di particolare ma semplice da realizzare, poco impegnativa e veloce anche per chi ha voglia di alzarsi dal letto a mezzogiorno. Proprio come me, oggi.

Ingredienti per 4 muffin
  • 70gr di zucchero
  • 70gr di farina auto lievitante
  • 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiai di yogurt naturale
  • 1 uovo
  • 1 pera Williams
  • 1 noce di burro per imburrare
  • cioccolato amaro fondente per decorare a piacere
Mescolate farina, cacao, zucchero, aggiungete lo yogurt e l'uovo e lavorate con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Imburrate gli stampi per muffin, spolverizzate il fondo con un po' di zucchero e riempiti con 2 terzi con la pera tagliata a pezzettini. Coprite con l'impasto preparato precedentemente ed infornate a 180 C per 20 minuti o fino a quando non saranno cotti bene all'interno. Servite con cioccolato fuso a piacere.

Sognando: sognare pere sull'albero indica comunicativa e simpatia; sognare pere acerbe indica sorpresa dolorosa; sognare pere mature indica grande gioia; sognare pere cotte indica inganni e calunnie; sognare di coglierle pere indica benessere fisico; sognare di mangiare pere indica legami felici.

In bocca chiusa non cade pera. (Proverbio siciliano)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Mini Pear Muffins



Ingredients for 4 muffins
  • 70gr sugar
  • 70gr self raising flour
  • 1 Tbsp cocoa powder
  • 2 Tbsp natural yogurt
  • 1 egg
  • 1 Williams pear
  • butter to grease
  • dark chocolate to decorate
Mix flour, cocoa, sugar together, add yogurt and the egg whisk until you get a smooth mixture. Lightly grease the muffin pan and sprinkle the buttom with a little sugar. Fill 2 third of each stamp with chopped pear then cover with the choco mixture. Baket at 180 C for about 20 minutes or until coocked through. Serve with melted chocolate to taste.

16 October 2008



Non so neanche da dove cominciare, ultimamente ho giusto il tempo di grattarmi in testa e tra una cosa e l'altra mi sono accorta che siamo arrivati ad Ottobre, che tra i tanti è il mio mese preferito! Dicono che il mese in cui si nasce poi è proprio quello che si preferisce e di conseguenza la stagione a cui esso appartiene. Ed io adoro l'autunno ed i suoi colori, le sfumature, la malinconia che trasmette insieme alla tenerezza, all'abbandono, alla voglia di lasciarsi andare ed ai cambiamenti. Quelli di certo a me non mancano ed infatti mi pareva che quest'anno non avessi ancora traslocato almeno 2 volte!


Per il mio compleanno, che cade giusto fra due giorni, mi sono fatta un piccolo regalo. Anzi due. Con il primo regalo me ne vado a festeggiare il compleanno in compagnia delle persone che amo di più, quindi in Italia e con il babbo e la mamma e compagnia bella, che tra l'altro mi aspettano per rifare le olive alla calce dell'anno scorso e per fare scorpacciata di funghi cardoncelli (per chi fosse interessato la Sagra del Fungo Cardoncello a Minervino Murge si tiene il 25 ed il 26 Ottobre) e di olive nere soffritte che se ci penso già non vedo l'ora di essere lì.
Il secondo regalo è stato inaspettato perché non credevo neanch'io che sarei riuscita a decidermi di fare un passo del genere in un così breve lasso di tempo, ma ne sono molto contenta ed entusiasta. Se tutto va bene entro la fine dell'anno mi sposterò nella mia nuova casa! Chissà se averne comprata una riuscirà a farmi affondare qualche radice in più in questa città e mi impedirà di spostarmi nuovamente. Io già ne dubito, ma per ora è sicuro che non vedo l'ora di metterci piede e tutto il resto. Che avere una casa propria sarà tutta un'altra storia e forse potrò finalmente rimpatriare tutti i miei piattini e bicchierini che giacciono dormienti in uno scantinato in Puglia.


A parte queste piccole novità, lo scorso weekend mi sono concessa una giornata al sole nel Parco di Richmond, l'ennesimo Royal Park di Londra, situato nella contea del Surrey, il più grande tra i tanti parchi royal e per alcuni versi anche il più interessante dal punto di vista paesaggistico tra quelli visitati fino ad ora. Con tanti saliscendi, il fiume che lo attraversa, i cervi che non sono riuscita ad incontrare questa volta e tante foglie cadenti ed altrettanti colori accesi che a volte sembrano fuoco che arde. La zona di Richmond è molto bella ed anche molto posh. Le case viste da fuori sembrano enormi ed i prezzi non sono da meno. Non a caso non è difficile incontrare attori come John Hannah a spasso con prole e moglie.


Ecco, vi lascio con queste immagini che sono un omaggio all'Autunno, a questa bella e cara stagione che mi sta regalando un bel periodo anche se pieno di impegni. Della ricetta c'è poco da dire tranne che da qualche settimana ho preso l'abitudine di andare a fare la spesa al mercato locale al sabato mattina, dove tra frutta e verdura, vendono anche tanto pesce e carne al banco. Impanate con la farina di mais formano una crosticina più spessa e sono più saporite anche al palato. I peperoni, se avete tempo li potete cuocere in forno, spellare e poi frullare così restano più digeribili ed anche più saporiti.


Ne approfitto per ringraziare come sempre tutti quelli che mi scrivono e ai quali non ho avuto ancora modo di rispondere per questo e quell'altro motivo. Spesso rispondo a scoppio ritardato ma a volte non riesco ad andare indietro nel tempo per rispondere a tutti. Cercherò di fare del mio meglio al mio ritorno! A presto!











































Ingredienti per 4
  • 8 capesante
  • 2 peperoni rossi
  • 1 cipolla piccola
  • 2cm di zenzero fresco
  • farina di mais per impanare
  • olio di oliva
  • sale, pepe
Tagliate i peperoni eliminado la parte interna dei semi e sbollentateli in una pentola con acqua bollente per 5 minuti. In una padella soffriggete la cipolla insieme allo zenzero. Aggiungete i peperoni precedentemente scottati e rosolate per qualche minuto. Togliete dal fuoco e con il frullatore ad immersione frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea. A parte impanate le capesante nella farina di mais e rosolate in una padella antiaderente con un filo d'olio da ambo i lati. Servite con la purea di peperoni e un pizzico di pepe.

Sognando: sognare una foglia verde indica gioie familiari; sognare una foglia secca indica pensieri agitati e penosi; sognare una foglia caduta indica malattia di un familiare, sognare una foglia ingiallita indica fastidi e preoccupazioni; sognare una foglia d'alloro indica facilitazioni e vantaggi; sognare una foglia di fico indica vittoria su nemici.

E' discesa la sera, è una musica il vento, si apprestano le foglie, le molle foglie, al ballo: è il loro carnevale. (Gyila Gyorgy)

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf

English please
Fried Scallops with ginger red peppers puree



Ingredients for 4
  • 8 scallops
  • 2 red peppers
  • 1 small onion
  • 2cm fresh ginger
  • corn flour
  • olive oil
  • salt, pepper
Cut the peppers and discard the internal seeds. Boil them in unsalted water for about 5 minutes. In another pan, gently fry the onion and the ginger then add the drained peppers and toss for a few minutes. Remove from the heat and mix everything together until you get a smooth puree. Aside roll scallops thoroughly in a plate with a bit of corn flour. Heat a bit of olive oil in a pan and gently saute the scallops both sides until crispy and golden. Serve with the red peppers puree and sprinkle with a bit of pepper.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...