Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

31 May 2007



Visto che le bruschette con le ciliegie sono piaciute cosí tanto, ecco a voi una fetta di crostata di ciliegie e ricotta. Una specie di cheesecake (il cheesecake Nelly, non la cheesecake!) all'italiana, decisamente di stagione. L'idea mi é parsa dinanzi sfogliando una famosa rivista di cucina italiana (eh si finalmente mi posso comprare anche le riviste di cucina italiana, oltre a quelle inglesi).



Ho modificato un po' le dosi di zucchero e ciliegie ed ho preso la base per la crostata da una delle tante ricette postate in passato. Il gioco di colori e l'effetto dell'interno a sorpresa sono in effetti molto piacevoli. Il gusto é delicato, ma come per i cheesecake l'importante é non esagerare. Una fetta é abbastanza per soddisfare i palati piú ghiotti. Un dolce importante, molto domenicale.

Ingredienti per la pasta:
  • 400gr di farina bianca
  • 200gr di burro a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di acqua fredda
Ingredienti per il ripieno:
  • 400gr di ricotta romana
  • 300gr di ciliegie
  • 150gr di zucchero
  • 1 uovo
  • la scorza grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di canella
Preparate la pasta della crostata mescolando tutti gli ingredienti con un mixer elettrico. Mixate fino a quando non si sará formata una palla compatta, aggiungete 2 cucchiai di acqua fredda se necessario. Avvolgete la pasta nella pellicola trasparente e lasciate in frigo per 30 minuti.
Snocciolate le ciliegie e mettetele in un pentolino con 100gr di zucchero e la cannella. Cuocete per circa 10 minuti e lasciate raffreddare.
A parte lavorate la ricotta con l'uovo, la scorza di limone e i restanti 50gr di zucchero, fino a che non avrete ottenuto una crema omogenea.
Riprendete la pasta dal frigo e stendetene 3/4 in una teglia rotonda di circa 23cm imburrata o foderata. Versate il composto di ciliegie e livellate con una spatola. Coprite con la crema di ricotta ed infine coprite con le striscioline che avrete formato con l'ultimo quarto di pasta.
Infornate a 180 C per circa 40/45 minuti. Fate raffreddare completamente prima di servire e conservate in frigo.

Sognando: sognare ricotta fresca indica speculazioni sbagliate; sognare ricotta salata indica sosta forzata negli affari; sognare ricotta acida indica curiositá soddisfatta; sognare di mangiare ricotta indica volubilitá; sognare di comprare ricotta indica gelosia e turbamento.

Haiku: Fior di ciliegio - le ornano il volto - e mi sorride (Frank)


Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Cherries and Ricotta Tart



Ingredients for the dough:
  • 400gr white flour
  • 200gr soft butter
  • 2 eggs
  • 2 Tbsp cold water
Ingredients for the filling:
  • 400gr ricotta romana
  • 300gr cherries
  • 150gr sugar
  • 1 egg
  • rinds of 1/2 lemon
  • 1 pinch cinnamon
Mix all the ingredients for the dough with an electric mixer until they all come together. Add cold water if needed. Take it out from the mixer, give it the shape of a ball, wrap it into cling film and put into the fridge to rest for about 30 minutes.
Stone the cherries and put them in a suacepan with 100gr sugar and cinnamon. Cook for about 10 minutes then leave to cool.
Work together ricotta, egg and lemon rinds, with the remaining 50gr sugar, until you get a creamy mixture.
Spread the dough in a 23cm round tart pan saving some if you want to decorate it with the strips on top. Cover the pan with oven paper or lightly butter it. Pur the cherries and spread nicely with a spatula. Cover with the creamy ricotta mixture and finally decorate with strips of dough. Cook at 180 C for about 40/45 minutes or until goldish on top. Cool completely before serving. Store in the refrigerator.

29 May 2007



Non so da voi, ma qui a Vasto é stato un week end burrascoso, pieno di vento e ancora vento. La bufera non é ancora passata ma in compenso l'aria si é rinfrescata molto, infatti sembra di essere tornati in Inghilterra, se non fosse per il piatto di oggi. Non é una ricetta originale, lo ben comprendo, ma é uno di quei piatti che per molto tempo ho sognato di poter preparare e cucinare ed é bastato aspettare qualche anno per poterlo fare, ma alla fine ci sono riuscita!



La parte migliore degli scampetti per me, risiede nella testa. Del resto é un po' così anche con le persone, o almeno dovrebbe esserlo.
Le teste quindi le ho cotte a parte e divorate dopo. Se siete sensibili di stomaco evitate di servirle e limitatevi ad usarle per ottenere un ottimo brodo di cottura che potrete utilizzare per condire la pasta o per farci un bel brodino a chi invece la pasta non la mangia.

Ingredienti per 4 persone:
  • 400gr di fusilli
  • 500gr di scampetti
  • 2 zucchine medie tagliate a fiammifero
  • 2 cucchiai di pomodori pelati o 2 pomodori freschi tagliati a pezzetti
  • 1/2 cipolla tritata finemente
  • prezzemolo tritato per guarnire
  • olio quanto basta
  • sale e pepe quanto basta
Eliminate le teste dagli scampetti e mettetele da parte. In una padella capiente, soffriggete la cipolla, aggiungete i pelati ed infine le teste degli scampetti. Salate e pepate quanto basta. Coprite con acqua e cuocete per una ventina di minuti in modo che le teste insaporiscano il tutto. Spegnete e lasciate da parte.
In una padella capiente, soffriggete le zucchine e bagnatele con il brodo preparato precedentemente per farle cuocere ed insaporire. A parte cuocete la pasta, scolatela al dente, versatela nella padella con le zucchine ed infine aggiungete li scampetti. Saltate la pasta aggiungendo tanto brodo quanto serve per amalgamare il tutto e per far cuocere gli scampetti. Guarnite con prezzemolo tritato ed olio crudo e servite subito.

Sognando: sognare la testa di un uomo indica buoni affari; sognare la testa di una donna indica piccoli contrasti; sognare la testa di un bambino indica scoperta improvvisa; sognare una testa grossa indica grande fortuna; sognare una testa piccola indica amore segreto.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Fusilli with scampi and zucchini



Ingredients for 4 people:
  • 400gr fusilli pasta
  • 500gr small scampi
  • 2 medium chopped zucchini
  • 2 Tbsp canned tomatoes or 2 chopped fresh tomatoes
  • 1/2 chopped onion
  • chopped parsley to garnish
  • olive oil
  • salt and pepper
Remove the heads from the scampi and put them aside. In a saucepan, stir fry the onion and tomatoes, then add the heads of the scampi and adjust with salt and pepper. Cover with water and cook for about 20 minutes. Put aside.
In a big saucepan (such as a wook) gently stir fry the chopped zucchini. Add a bit of the broth you just prepared and cook for a few minutes until they get the flavour. Cook the pasta in another pan, drain it al dente and add it to the zucchini pan. Finally add the small scampi and keep mixing using the broth until all the flavours come together. Garnish with chopped parsley and a drizzle of olive oil.

24 May 2007



Avete mai fatto indigestione di ciliegie voi? No? Nemmeno io. C'è una persona invece che una volta ne ha mangiate 5kg, tutte d'un botto. Esperimento da non ripetersi assolutamente, anche perché lí al polo nord mi pare difficile che se ne trovino di così buone, vero Nelly?!
Anche io prevedo di fare grandi scorpacciate di ciliegie quest'anno e ovviamente di ricette che seguiranno, ma indigestioni a parte, in questo blog si é parlato troppo poco di ciliegie durante questi (quasi) due anni di vita, infatti me la ricordo ancora quella volta che ho fatto una crostata di ciliegie e tofu. Le ciliegie erano in scatola, quello passava il convento. Difficile trovare ciliegie buone in Inghilterra, come la grande maggioranza della frutta in generale, costa molto e sa di poco. Ma questo s'era già detto a proposito anche delle fragole e lo stesso dicasi per le albicocche. Poi non lo ripeto più!
L'idea di ridurre tutto in bruschetta é venuta da un po' di pane duro avanzato e dalla voglia di divorare le ciliegie senza dissacrarle troppo. Un abbinamento insolito, nonostante che le albicocche le avessi già abbinate con una ricetta salata qualche tempo fa, con i peperoni grigliati. Provate anche voi ad eliminare o aggiungere ingredienti inventando nuove varianti.



E' questo il caso in cui la ricetta é stata molto piú veloce da realizzare dell'azione fotografica. Spendo due parole a proposito di fotografia e per chi mi chiede spesso come si fa a fare delle belle foto. Bene, uno dei miei segreti é quello di farne tante e poi scegliere la migliore o le migliori. A volte ce n'é piú di una, altre volte, incredibile ma vero, ce n'é una a malapena. In questo caso gli scatti effettuati sono stati circa 120. Parto da una esposizione alta poi mano a mano aggiusto sottoesponendo o sovraesponendo a seconda dei colori del piatto. Inoltre cerco di non fossilizzarmi su una sola inquadratura o su un solo sfondo in modo poi da poter scegliere anche in base a quello che l'occhio gradisce di piú. Con il digitale per fortuna non ci sono sprechi di pellicole quindi provare provare provare é il motto giusto per una buona riuscita.
Da oggi, una new entry: potete scaricare le ricette in formato .pdf. Il link lo trovate in basso dopo i Sogni nella sezione Archiviando. Grazie a Davide per avere incoraggiato l'idea, si accettano altri suggerimenti. Se non avete Adobe Acrobat per visualizzare il file, scaricatelo gratuitamente qui, oppure scaricate Foxit, una versione un po' piú light di Acrobat.
Infine, mi dispiace sempre quando non riesco a rispondere a tutti i commenti che lasciate. Spesso é davvero una questione di tempo ed altre volte ci si mettono gli inconvenienti. Tipo ieri, quando ho scritto un commento lunghissimo, poi ho schiacciato un tasto che non dovevo schiacciare e ho perso tutto! In ogni caso cercherò di recuperare durante i prossimi giorni. Grazie a tutti!

Ingredienti per 4 bruschette:
  • 4 fette di pane
  • una manciata di ciligie snocciolate tagliate a metá
  • 4 albicocche snocciolate tagliate a pezzettini
  • mezzo cucchiaio di cipolla tagliate fine
  • la scorza di 1/2 limone grattugiato
  • 1 mozzarella tagliate a fette
  • 1 cucchiaio di olio
  • sale quanto batsa
  • pepe quanto basta
  • foglioline di menta per guarnire
Tagliate il pane, spennellatelo con un po' di olio e tostate sotto il grill. Soffriggete la cipolla nell'olio per qualche istante, aggiungete le ciliegie, le albicocche ed un po' di limone grattugiato, tenendone da parte un po' per la guarnizione. Fate insaporire per pochi attimi, salate, pepate e spegnete subito. Mettete la mozzarella sulle fette di pane, aggiungete un cucchiaio di frutta per ogni fetta e guarnite con limone grattugiato e foglioline di menta. Servite subito.

Sognando: sognare di raccogliere spinaci indica notizie attendibili; sognare di lavare spinaci indica posizione di privilegio; sognare di cuocere spinaci indica acume negli affari; sognare di mangiare spinaci indica debolezza fisica.

Archiviando: clicca qui per scaricare questa ricetta in formato .pdf



English please: Cherries and apricots bruschetta



Ingredients for 4 bruschette:
  • 4 bread slices
  • a handful of pitted cherries cut into half
  • 4 pitted apricots cut into small pieces
  • 1/2 Tnsp chopped onion
  • rinds of 1/2 lemon
  • 1 mozzarella cut into slices
  • 1 Tbsp olive oil
  • salt as much as needed
  • pepper as much as needed
  • mint leaves to garnish
Cut the bread, brush it with a bit of olive oil and toast it under the grill until brownish, not burned. Gently fry the onion until soft, then add apricots, cherries and lemon rinds, keeping some for the garnish. Stir for a few seconds, adjust with salt and pepper and remove from the gas. Lay the mozzarella slices on top of the bread, add a Tbsp of cherries and apricots for each slices of bread and garnish with mint and more lemon rinds. Serve warm.

22 May 2007



Non che ne abbia bisogno, ma quando mi voglio davvero rilassare faccio la pasta fatta in casa. Le orecchiette in particolare mi fanno quest'effetto perché non essendo velocissima come mia madre o come lo era mia nonna, mi ci va almeno un'ora buona per farne mezzo kilo, durante la quale sto lí a pensare a niente. Ecco, un'altra cosa che in Inghilterra mi mancava erano i pomodori saporiti, che quando li annusi profumano di pomodoro e non di piselli freschi, cioé di niente.
Ora che ci penso, sono poche le cose che mi mancano dell'Inghilterra a livello culinario. Tant'é che prima di tornare pensavo che avrei avuto grande nostalgia di curry, spezie, cucina indiana e quant'altro, invece mi sto comodamente adattatando alla cucina mediterranea che é una bellezza. Almeno per ora, e per un bel po', credo che questa sará la mia linea d'onda.

Ingredienti
  • orecchiette
  • pomodorini pachino o miami
  • fagiolini
  • olio
  • sale
  • basilico fresco
Lavate i pomodori e tagliateli a metá. Adagiateli su una teglia da forno, salate la superficie, irrorate con olio d'oliva ed infornate a 200 C per circa 20 minuti o fino a quando non si sará formata una crosticina. Pulite e lavate i fagiolini, tagliateli a metá e cuoceteli in acqua bollente salata. A metá cottura versate le orecchiette ed ultimate. Riportate tutto in padella, versate i pomodori, un filo d'olio e basilico fresco.



Secondo il bellissimo sito di Pomodori Italiani, questa specie di pomodori si chiamerebbe Miami. "Miami ricorda la classica varietà Roma, particolarmente conosciuta al Centro-Sud fino agli anni Sessanta. Di consistenza farinosa, è molto versatile in cucina, trova impiego sia a crudo che a cotto. Ideale per le classiche salse da conservare in bottiglia."



Forse cara Sandrina mi chiedevi se ero stata a Punta Aderci, oltre che a Punta Penna? Entrambe sono molto belle, ma questa é la mia spiaggia preferita, per ora.

Sognando: sognare orecchie lunghe indica slealtá di un amico.



English please: Orecchiette with tomatoes and french beans



Ingredients
  • orecchiette
  • small red tomatoes
  • french beans
  • olive oil
  • salt
  • basil leaves
Wash the tomatoes and cut them in half. Put them on a oven tray, sprinkle with salt and olive oil and cook for 200 C for about 20 minutes or until golden brown at the top (not burned). Wash the french beans and cut them in half. Cook them in salted boling water for a few minutes, considering that you will have to cook the pasta together, so calculate the amount of time accordingly. Pour the pasta and keep cooking until this is ready. Drain well, put everything back into the pan and add the tomatoes. Drizzle with olive oil and garnish with fresh basil leaves.

    18 May 2007



    Ci ho preso gusto con queste crepes, nonostante che questa non sia la crepe piú fotogenica del mondo, ma come si dice "Non tutte le crepes riescono col buco", o come direbbe mia madre "Tand, semb 'mmok o da schej", ovvero tanto alla fine é sempre in bocca che andrá a finire. E invece no, anche l'occhio vuole la sua parte, non fotogenicisissima ma buona si, non tanto per essa in se, ma per il contenuto.



    Le fragole continuano a girarmi intorno insistentemente e pure ad un buon prezzo, cosí ho deciso di ridurle in composta, facilmente utilizzabile poi in altri modi, con lo yogurt per esempio, su un gelato alla vaniglia o sulle fette biscottate la mattina a colazione.



    Simile alla stessa composta di frutti di bosco preparata qualche tempo fa, ma diversa perché questa é al profumo e al sapore di rose tunisine, le stesse rose recapitatemi da Daniela ed utilizzate per i quadretti al limone. Tanto per dire, quante cose si possono fare con un singolo ingrediente! Grazie ancora a Daniela per questo bellissimo dono.



    Se non avete queste roselline dal profumo accattivante ed afrodisiaco, sostituitele con della lavanda fresca, sempre del genere commestibile, non di quella per profumare gli armadi, aggiustando le dosi a seconda del vostro gusto personale. Infine, le dosi di zucchero e miele sono calcolate in base al mio gusto personale, considerando che bevo caffé amaro ed uso lo zucchero solo per fare i dolci. Regolatevi quindi di conseguenza nel caso abbiate un dente piú dolce. Buon fine settimana a tutti!

    Ingredienti per 4 crepes: 4 uova, 2 cucchiai di farina, 2 bicchieri di latte, 1 pizzico di sale
    Ingredienti per la composta: 500gr di fragole, 2 cucchiai di zucchero, il succo di 1/2 limone, 1 cucchiaio di miele, 8
    rose secche sbriciolate (commestibili), in alternativa 2 cucchiani di lavanda

    Per le crepes procedete come con quelle agli spinaci e ricotta.
    Per fare la composta invece, lavate le fragole con il picciolo, scolatele, privatele del picciolo e tagliatele a pezzetti. In una padella mettete lo zucchero, le fragole, il succo di limone, il miele e le rose sbriciolate. Portate ad ebollizione poi abbassate la fiamma e fate addensare per qualche istante, considerando che una volta fredda la composta risulterá piú densa. Togliete dal fuoco, fate raffreddare bene prima di servire.

    Sognando: sognare fragole di bosco indica difficoltá nel lavoro; sognare fragole sulla pianta indica fortuna inaspettata; sognare fragole nei cestini indica protezioni equivoche; sognare fragole nel piatto indica tranquillitá e sicurezza; sognare fragole mature indica buone relazioni; sognare fragole acerbe indica complicazioni inattese; sognare fragole con panna indica mancanza di obiettivitá; sognare di mangiare fragole indica sorpresa da parenti.



    English please: Crepes with strawberries and roses compote



    Ingredients for 4 crepes: 4 eggs, 2 Tbsp flour, 2 glass milk, salt, pepper
    Ingredients for the compote: 500gr strawberries, 2 Tbsp sugar, juice of 1/2 lemon, 1 Tbsp honey, 8 (edible) dry roses (or 2tsp lavander)

    For the crepes, proceed like the ones with ricotta and spinach.
    For the compote, wash the strawberries and drain well. Cut them into quarters and put everything in a saucepan with the lemon juice, sugar, honey and roses. Give it a good stir and bring to a boil. Cook then slowly until it reaches the desired consistency bearing in mind that once cooled it will be more thick. Let it cool completely then before using it. Keep the compote in the fridge for about 2 days.

    16 May 2007



    Traduco per gli inglesi flying squid (o Broadtail Shortfin Squid), ma io questi meravigliosi totanetti non li ho neanche mai intravisti in Inghilterra. Intanto me lo immagino andare da un pescivendolo inglese (a trovarne uno!) e chiedere: "Good morning, may I have a pound of Broadtail Shortfin Squid please?". Cara Nelly, forse tu che sei ancora lassú ci potresti provare con il pescivendolo di S. Mary Church e farci sapere che reazione epilettica ha avuto e soprattutto quante volte ti ha chiesto di ripetere il nome di questo strano essere, a che punto ti ha mollato un foglietto di carta affinché tu glielo disegnassi e se alla fine ti ha buttato fuori dal negozio dicendoti "I am sorry love, I don't understand".
    Invece qui basta indicare col dito "Mezzo kilo, per favore" e te ne torni a casa con mezzo kilo e qualche altra manciata di totanetti (Ommastrephes sagittatus) freschi freschi. La nuova pescivendola scoperta sotto casa, me li aveva persino giá puliti, perché io da brava massaia, si mi alzo presto, ma vado a fare la spesa quando ho tempo e quindi alle undici del mattino c'é giá stata razzia di pesce e gli "avanzi" costano meno e sono a volte giá puliti. Poco male per me, anzi ancora meglio per risparmiare tempo, nonostante che pulire il pesce, mi rilassi almeno quanto fare le orecchiette.
    Tanto per infierire sulla cara Nelly che sta ancora in Inghilterra, volevo comunicare che le pescherie scoperte sotto casa, nel raggio di 600mt, non sono 3, bensí 6. Molte pescherie hanno delle insegne poco visibili, cosicché ogni giorno camminando ne scopro di nuove. C'é solo l'imbarazzo della scelta! I am so sorry my love!

    Ingredienti: 800gr di totani, 300gr di spinaci, 1 patata grande, 40gr di pinoli, 1/2 bicchiere di vino bianco, 1 spicchio d'aglio, olio, sale, pepe, aceto balsamico a piacere

    Lavate e pulite i totani. Soffriggete l'aglio con un po' di olio, aggiungete i totani e sfumate con il vino bianco. A parte sbollentate la patata tagliata a dadini grandi. Aggiungete questa ai totani ed alla fine gli spinaci lavati e scolati precedentemente. Fate in modo che gli spinaci restino croccanti, facendoli cuocere soltanto pochi istanti. Tostate i pinoli nel forno o sul gas e guarnite l'insalata con olio ed aceto balsamico a piacere. Aggiustate di sale e pepe se necessario. Servite calda o fredda.

    Sognando: sognare di condire insalata indica buon accordo in famiglia; sognare di mangiare insalata indica salute da controllare.



    English please: Flying squid salad with spinach and potatoes




    Ingredients: 800gr flying squid or broadtail shortfin squid, 300gr spinach, 1 large potato, 40gr pinenuts, 1/2 glass white wine, 1 garlic clove, olive oil, salt, pepper, balsamic vinegar if you like

    Wash and clean the flying squid. Gently fry the garlic in a pan with a bit of olive oil. Add the flying squid, cook for a couple of minutes then pour the white wine. In another pan boil the potato and dice it. Add it to the pan and finally the spinach previously washed and drained. Don't overcook the spinach but make sure they remain crunchy by just cooking them for a few instants. Toast the pine nuts into the oven or in a pan. Garnish the salad with them, adjust with olive oil, salt, pepper and balsamic vinegar. Serve warm or cold and refrigerate to store it.

    14 May 2007


    Confesso di adorare le crepes dolci, ma di non averle mai fatte prima d'ora in casa, né quelle dolci, né quelle salate. Devo dire invece che oltre ad essere leggere, (in fondo solo un uovo a persona) sono anche molto divertenti da realizzare, anche se non si ha l'apposita pentola per crepes. Infatti io ho usato una pentola antiaderente larga e bassa, senza i bordi alti altrimenti poi é difficile far scivolare la crepe sul piatto per poterla cuocere dall'altro lato.
    Ricotta e spinaci sono un connubio perfetto, vanno a braccetto in molte occasioni. La ricotta in particolare mi é molto mancata durante i miei anni all'estero, dove si trova per lo più confezionata ed assomiglia piuttosto ad un formaggio morbido artificiale, che a ricotta.

    Ingredienti per 4 crepes 

    4 uova
    2 cucchiai di farina
    2 bicchieri di latte
    sale
    pepe


    Ingredienti per il ripieno

    300gr di ricotta
    200gr di spinaci
    formaggio grattugiato
    1 pizzico di noce moscata
    sale
    pepe

    Sbattete le uova con una forchetta, aggiungete farina, latte, sale, pepe fino ad ottenere un composto senza grumi. Mettete in frigo e preparate il ripieno. Con una frusta a mano riducete la ricotta in crema. Lessate gli spinaci, strizzateli e tagliuzzateli con un coltello. Mescolate spinaci e ricotta, aggiustate di sale e pepe, aggiungete formaggio grattugiato e noce moscata. Imburrate leggermente una padella apposita per crepes o una larga antiaderente. Versate un piccolo mestolo di pastella e fate cuocere fino a che non vedete che la crepes si stacca dal fondo. Avendo cura di non farla rompere, rovesciatela su un piatto e rimettetela a cuocere in padella per un altro minuto abbondante. Ripetete l'operazione altre 3 volte. Versate un po' di ricotta e spinaci su un lato della crepes ed arrotolatela con cura. Arrangiate le crepes in una pirofila da forno imburrata, cospargete di formaggio grattugiato e qualche tocchetto di burro e lasciate nel forno a 150 C fino a che il formaggio non si sará sciolto. Servite calde a piacere con insalata.

    Sognando: sognare di raccogliere spinaci indica notizie attendibili; sognare di lavare spinaci indica posizione di privilegio; sognare di cuocere spinaci indica acume negli affari; sognare di mangiare spinaci indica debolezza fisica.



    English please: Crepes with spinach and ricotta

    Ingredients for 4 crepes
     
    4 eggs
    2 Tbsp flour
    2 glass milk
    salt
    pepper


    Ingredients for the filling
    300gr ricotta
    200gr spinach
    grated parmiggiano reggiano cheese
    1 pinch nutmeg
    salt
    pepper

    Beat the eggs with a fork. Add flour, milk, salt and pepper until you get a mixture with no lumps. Put in the refrigerator and prepare the filling.
    With a whisk or a fork, break the ricotta cheese until creamy. Cook the spinach then squeeze them hard in order to get all the water in excess out, and cut them with a knife. Mix ricotta and spinach, add some grated cheese, adjust with salt and pepper and a pinch of nutmeg.
    Lightly butter a crepes pan or a non stick pan. Pour a bit of the mixture and cook both sides about 2 minutes each. Repeat with the remaining mixture.
    Put a bit of the filling on the side of each crepe and carefully roll it. Put the crepes into an oven proof dish, sprinkle with some grated cheese and butter and cook at 150 C until the cheese has melted. Serve warm with a salad of your choice.

    11 May 2007

    Un venerdí un po' pigro per quel che mi riguarda. 28 gradi qui a Vasto, sono tanti, giá pregusto l'odore dell'estate che in Inghilterra non senti neanche a Ferragosto. Meglio starsene all'ombra peró, queste temperature mi danno alla testa... e non solo a me!

    Ne approfitto per rispondere al meme lanciatomi dal mio amico Mr. K : I cinque libri piú importanti della mia vita. Mr. K, se non ve ne foste ancora accorti, ha un bellissimo blog, Desktop Tales, nel quale presenta le sue simpaticissime vignette dove un Mac ed un PC se la cantano di santa ragione!

    Cinque libri sono pochi e forse quasi nessuno di questi mi ha cambiato la vita, ma da ognuno ho tratto insegnamenti, pillole di vita o di saggezza, conoscenza del nuovo e approfondimento del vecchio. Leggere é sempre una grande scoperta, un grande viaggio tutto intimo ma condiviso con altri milioni di persone. Questa é solo una piccola selezione dei libri che piú rappresentano i miei gusti, i miei interessi ed anche un po' me.

    Giá che ci siamo, per chi fosse nei pressi di Torino, segnalo la bellissima Fiera del Libro in corso in questi giorni, a Torino Lingotto Fiere dal 10 al 14 maggio 2007. Un appuntamento imperdibile!


    Asana Pranayama Mudra Bandha - Swami Satyananda Saraswati

    Piú che un libro, una bibbia. Si sfoglia, si legge, si risfoglia e si rilegge. Un importante referenza per chi pratica ed ama questa disciplina: lo yoga. Ristampato almeno 13 volte, é una guida per gli studenti e per gli insegnanti. Illustrato, 553 pagine, posizione per posizione, indicazioni passo dopo passo e spiegazioni sugli effetti benefici e sulle controindicazioni per ognuna di essa.

    Vox - Nicholson Baker

    Un libro dai toni forti ed accesi, in tutti i sensi. Gli oggetti piú semplici prendono vita in questa storia al fine di piacere e dare piacere. Una intera conversazione telefonica narrata in 180 pagine. Un dialogo incessante, qualche pausa, l'eccitazione, tanti sospiri, mai banale.


    Briciole. Storia di un'anoressia. - Arachi Alessandra

    Un libro quasi autobiografico ma che poi é l'autobiografia di molte ragazze, donne o uomini che intraprendono la via dell'anoressia e conseguentemente quella della bulimia. Un libro che mi ha somigliato per molti anni e che purtroppo continua a somigliare a molte donne. Un tema sempre attuale, sempre molto triste specialmente per chi sa cosa significa. In fondo basta una briciola di sentimento per uscirne, la stessa briciola che ha salvato me.

    11 Minutes - Paulo Coelho

    Un romanzo che appassiona gli appassionati, la storia di una ragazza costretta a lasciare il suo paese per lavorare e che poi si ritrova a fare il lavoro piú vecchio del mondo. Un viaggio all'interno della spiritualitá, della coscienza e della consapevolezza.


    The Art of Happiness - Dalai Lama & Howard C. Cutler

    Un libro che tengo spesso sul comodino a portata di mano. Un'intervista al Dalai Lama, pillole di saggezza sulla semplicitá della vita quotidiana o su quanto potrebbe essere tale, se solo...


    Passo il testimone a tutti coloro che ne hanno voglia, nessuno escluso. Buon weekend a tutti!

    9 May 2007



    E' vero che durante queste mie prime settimane di vita italiana ne ho sperimentate di cotte e di crude a livello di educazione spicciola e di burocrazia locale, ma é anche vero che poi ti basta prendere un treno ed in poche ore sei in una delle cittá piú belle d'Italia, ovvero Firenze. Ci ho messo parecchi anni, tutta la mia vita fino ad ora, prima di andarla a visitare, ed era finalmente ora!



    Forse certi posti hanno bisogno di una certa etá per essere apprezzati, che magari se ci vai in gita a 15 anni pensi solo che durante il tragitto in autobus potrai finalmente conquistare il ragazzino seduto qualche fila piú avanti di te, e del posto in cui andrai non t'importa piú di tanto.



    Beh io non ci sono neanche mai andata in gita scolastica perché mia madre aveva sempre paura che mi succedesse qualcosa. Una sola volta mi ci ha mandato a vedere la Reggia di Caserta, ma come detto pocanzi, di essa non ricordo nulla.



    Credo che ognuno di noi dovrebbe visitare un posto nuovo almeno una volta l'anno. Certo io non faccio molto testo visto che mi sposto piú veloce di Superman, ma lo consiglio a tutti. Due o tre giorni fuori dalla solita routine, imparando e osservando cose nuove, rigenerano il corpo ed anche lo spirito.



    Firenze é una cittá che si lascia camminare facilmente, se amate camminare come me. Io l'ho girata in lungo ed in largo, tutta a piedi, ed ho premuto il tasto della mia macchina fotografica almeno 1900 volte.



    Se anche voi siete in partenza per una gita fuoriporta, una focaccia ripiena é una buona alternativa ai panini del bar, quantomeno molto piú cheap.
    La focaccia in questione l'ha preparata mia madre, onore al merito. La pasta base contiene piú zucchero del solito, una patata e due uova. Il risultato é una specie di pasta brioche, molto morbida e dolciastra, che si abbina bene sia ai salati che ai dolci. Con la stessa pasta infatti ci si possono fare delle briochine ripiene di marmellata o di cioccolato. Ottime in entrambe le versioni, anche riscaldate.



    Ingredienti: 350gr di farina bianca, 1 cubetto di lievito di birra fresco, 1 patata lessa, 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di olio, 1 pizzico di sale, 2 uova intere e 1 rosso d'uovo, 1 rosso d'uovo per dorare in superficie
    Ingredienti per il ripieno: 1 scamorza, 200gr di mortadella a fette

    Impastate tutti gli ingredienti per la pasta. Aggiungete latte se dovesse risultare troppo asciutta, ma non dovrebbe, viceversa aggiungete farina. Formate due sfoglie e riempitele con la scamorza tagliata a pezzi e la mortadella. Mettete la focaccia a lievitare in un luogo caldo per circa 3 ore. Dopo la lievitazione spalmate con un rosso d'uovo ed infornate a 150 C per circa 30 minuti o fino a quando la superficie non si sará dorata.

    Sognando: sognare una focaccia calda indica prossime entrate di denaro; sognare una focaccia bruciata indica rapporti instabili; sognare una focaccia nel forno indica promesse e speranze; sognare di fare una focaccia indica forte personalitá; sognare di mangiare una focaccia indica rivalitá nascoste.

    Haiku: Corpi di marmo - osservo estasiato - le nude membra (Frank)



    English please: Sweet focaccia with scamorza and mortadella filling



    Ingredients: 350gr white flour, 15gr fresh yeast, 1 boiled potato, 2 Tbsp sugar, 2 Tbsp olive oil, 1 pinch salt, 2 whole eggs and 1 egg yolk, 1 egg yolk to brush
    Ingredients for the filling: 1 scamorza, 200gr mortadella

    Melt the yeast in half glass of warm water. Mix all the ingredients until you get a soft dough. Add milk if the dough gets too dry. Cut the dough in two pieces and fill it with the filling at your choice. Put them in a oven tray and in a warm place let it raise for about 3 hours. Brush with 1 egg yolk and cook in the oven at 150 C for about 30 minutes or until goldish on top. The same dough recipe can be used to be filled with jam or marmalade.

    4 May 2007



    Sotto casa c'é un signore che ogni fine settimana vende una cassetta di fragole a 5 Euro, fanno circa 2.5kg di fragole, ma non le ho pesate, quindi forse anche di piú. In Inghilterra non ricordo mai di averle pagate cosí poco e soprattutto la maggior parte delle volte sapevano di piselli, cioé di quasi niente.
    La scelta del gluten free é stata molto casuale perché non avevo piú farina bianca in casa, ma se usate la farina senza glutine sapete giá che con questa i dolci vengono straordinariamente morbidi e molto leggeri.
    Se vi piacciono le fragole ed avete la fortuna di averle ad un prezzo decente, potete deliziarvi con un tiramisú alla fragole e cioccolato bianco, con dei ghiaccioli alla fragola (nonostante il tempo piovigginoso degli ultimi giorni), o con un cocktail di fragole e vodka.

    Ingredienti: 150gr di farina senza glutine, 120ml di latte, 120gr di burro fuso, 1 uovo, 2 cucchiaini di lievito per dolci vanigliato, 100gr di zucchero, 400gr di fragole, 1 pizzico di cannella

    Sbattete l'uovo con lo zucchero ed aggiungete il latte e il burro fuso. Sempre mescolando, versate la farina, il lievito e la cannella fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Incorporate le fragole tagliate a pezzetti e versate il tutto in una terrina a scelta. Io ho usato una quadrata di circa 23cm di lato. Infornate a 200 C per circa 30 minuti o fino a quando la torta non si sará arrossata in superficie. Lasciate raffreddare nel forno spento e semi aperto.

    Sognando: sognare fragole di bosco indica difficoltá nel lavoro; sognare fragole sulla pianta indica fortuna inaspettata; sognare fragole nei cestini indica protezioni equivoche; sognare fragole mature indica buone relazioni; sognare fragole acerbe indica complicazioni inattese; sognare fragole con panna indica mancanza di obiettivitá; sognare di mangiare fragole indica sorpresa da parenti.

    Haiku: Le calde sere - tra fragole e baci - a primavera (Frank)



    English please: Gluten free Strawberries cake



    Ingredients: 150gr gluten free flour, 120ml milk, 120gr melted butter, 1 egg, 2 tsp baking powder, 100gr sugar, 400gr strawberries, 1 pinch cinnamon

    Beat egg with sugar and add milk and melted butter. Keep mixing and add flour, baking powder, cinnamon until you get a mixture without lumps. Cut the strawberries into small pieces and incorporate them into the mixture. Pour it all into a oven pan. I have used a 23cm on the side squared one. Cook at 200 C for about 30 minutes or until it gets goldish on top. Let it cool into the oven with the door slightly open.
    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...