Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

21 February 2006



Un'altro esperimento tutto personale. Per la serie "ma non abbiamo piú vino bianco?". Ecco, se proprio lo devo dire, in questo caso é andata cosí. La vodka era lí che mi guardava ed ho pensato, perché no? Devo dire che non dá un grande sapore al tutto, ma la zucca si é cotta benissimo e le orecchiette si sono abbracciate a questa salsina arancione che é una bellezza! Le piccole rape non so bene come si chiamino in italiano, quindi se qualcuno mi suggerisce il nome esatto, saró ben lieta di cambiarlo. Quelle mi avanzavano da qualche giorno e sono un "plus" ma ci stanno bene.

Ingredienti:
350gr di orecchiette, 400gr di zucca, 1 bicchiere di vodka, 1 bicchiere di acqua, 1 cipolla media, 1/2 cucchiaino di peperoncino, 200gr di rapette, olio

Fate rosolare la cipolla in un po' di olio per qualche minuto. Aggiungete la zucca tagliata a pezzi, mescolate ed aggiungete la vodka e l'acqua. Cuocete per circa 20 minuti o fino a quando la zucca non risulterá morbida. Aggiungete il peperoncino, mescolate e con uno schiacciapatate, riducete la zucca in purea. Pulite le rapette, disponetele su una teglia da forno, versate un po' d'olio e sale e cuocete in forno ben caldo per circa 30 minuti a 240 C.
Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela lasciando poca acqua di cottura, versate nella padella con la zucca e saltate per qualche minuto fino a quando la pasta non si sará amalgamata con il resto degli ingredienti. Spolverizzate di peperoncino e guarnite con le rapette.

Sognando: sognare pasta di farina indica che avrete vita tranquilla

Vino: bianchi aromatici leggermente dolci: Malvasia dei Colli Piacentini, Moscato di Pantelleria in versione secca


English please: Orecchiette with pumpkin and vodka sauce and turnips

Ingredients: 350gr orecchiette, 400gr pumpkin, 1 glass of vodka, 1 glass of water, 1 medium onion, 1/2 tsp red dried chilli peppers, 200gr small turnips, 1 Tbsp extravirgin olive oil

Fry the onion with a bit of oil for a few minutes until it softs. Add the flesh of the pumpkin cut into cubes. Mix well then add the vodka and the water. Cook for 20 minutes or until the pumpkin is soft and well cooked. Add the dried chilly and mash the pumpkin as you would do with potatoes. Clean the turnips, put them on a baking dish, dress with a bit of oil and salt and cook in hot oven (240 C - 450 F - 8 G) for about 30 minutes.
Cook the pasta in salted water. Drain it leaving just a little water in the pan. Pour it into the saucepan where the pumpkin is and toss it until all the ingredients are mixed well. Sprinkle with dried hot chilli pepper and guarnish with roasted turnips.

23 comments:

  1. Una meraviglia! Peccato che mio marito non sopporti la zucca!
    Inutile dirti che la foto è spettacolare! Complimenti!

    ReplyDelete
  2. Ma che belle ste orecchiette!!!
    Vodka e matrioskine...troppo forte!!! Con la mini matrioska che va all'attacco delle orecchiette! GNAM!!! ;-)

    Ovvio e superfluo chiedere se le orecchiette le hai fatte tu! (o magari il pastaio inglese ;-p)

    Ma ste rapette sono quelle palline bianche nella foto?...non le distinguo granchè! Come le chiami in inglese?!

    Baci e Do Svidanja!

    Terry

    ReplyDelete
  3. terry le rapette le chiamo turnips in inglese. puoi vedere una foto qui io non ho fatto in tempo a fotografarle. sembrano dei piccoli rapanelli bianchi ma non sono rapanalli, sanno piú di cime di rapa! :))

    graziella mi viene in mente, non so, che potresti provare con una salsa di carote, il colore c'é! :) ma dipende tanto dai gusti. baci!

    ReplyDelete
  4. Da noi al mercato le chiamano rape bianche...

    ReplyDelete
  5. Si mi sa che come dice Alessia son le rape bianche! Mai mangiate io....buone però se san da cime di rape...mmmm buoneee!!!

    Un ortaggio che ho mangiato solo lì in England e che qui non trovo sono le Parsnips..tipo carote bianche sul dolciastro, non male!

    baciozzi!

    ReplyDelete
  6. Ah...Ma questa è un'opera d'arte!
    Domani preparerò questa specialità al mio amore, che rompe sempre del tipo...
    "questo non mi va...Quest'altro no...Vorrei mangiare qualcosa ma..."
    poi ti parò dire!
    ciao

    ReplyDelete
  7. Sto di nuovo leccando lo schermo,fiore..Sono a letto,con il computer..E mille bolle..Con qs specie di rosolia..Bleah!!:-(
    Mi ci vorrebbe un piatto delle tue 'ricchiett!!
    Baci

    ReplyDelete
  8. La foto e` spettacolare come sempre e la vodka mi piace tantissimo nelle salse...che te devo di'? Brava! :)

    P.S. confermo che sono rape bianche, il sapore e` infatti molto simile alle cime di rapa, ma a differenza di queste ultime, prediligono i climi freddi.

    Che fame! ed io che ho mangiato una frittatina veloce!

    ReplyDelete
  9. Beeelllo!!! Mi è rivenuto in mente quel tuo grandioso post sulle orecchiette! La salsina è da provare subito prima che se la spazzoli la matrioska; ha ragione Alessia, è una rapa bianca, in spagnolo "nabo", che è anche l'organo genitale maschile (ci mancava 'sto tocco linguistico di alto livello!!). Baciotti

    ReplyDelete
  10. di solito condisco le orecchiette e zucca con una spolverata di mandorle a filetti, ma sicuramente sono da provare anche con le rape! sei sempre eccezionale!
    ps. da cattiva pugliese sono negata con le orecchiette...non ci riesco proprio!

    ReplyDelete
  11. Che te ne pare? La tua escalation culinario/fotografica è ormai inarrestabile. Semplicità e fantasia, orecchiette e zucca, vodka e matrioske, rape e peperoncino....sono un vero piacere! Un appuntamento quotidiano con il buon gusto.
    Grazie.
    Frank

    ReplyDelete
  12. ma che bella foto..con quella matrioskina...
    complimenti!!!!
    veramente carina l'idea

    ReplyDelete
  13. terry i parnips hai ragione, sono la versioen albina delle carote! :) certo che ce ne sono di vegetali strani eh!

    rosso fragola fammi sapere com'é andato l'esperimento :)

    sandrina ! si dice che quando una persona e' super attiva come te che non ti fermi mai, il corpo si ribella e s'inventa qualche strana reazione che ti costringe a riposarti! speriamo che ti passi in fretta, peró almeno ti sarai riposata un po'! :)) baciotti!

    elisa infatti un'altra consolazione é quella di fare le rapette con le recchiette. il sapore ricorda le cime e per un giorno ti sembra di essere tornata a casa! :)

    canny non capisco molto l'attinenza del nabo con la rapa!! :)) quando si dice..testa di nabo!

    zora interessante con le mandorle. non hai seguito il corso geisha-pugliese? :))

    frank sei troppo buono (oggi)! :)

    ciao tulip grazie! :) le matrioskine le ho acquistate in un negozio di antiques a Plymouth, che sarebbe qui nel Devon. Uno di quei negozi che vendono un po' di tutto, dai vasi cinesi alla Singer. Arrivano direttamente dalla Russia e sono fatte a mano. :)

    ReplyDelete
  14. ribadisco che, ANCHE in cucina, ANCHE l'occhio vuole la sua parte! molto brava.
    io poi adoro le matrioske, rispecchiano bene l'idea di molteplicità moltiplicativa che è insita nella Donna ;-)

    ReplyDelete
  15. ma si trova ancora la zucca???

    ReplyDelete
  16. io ho ancora un po' di zucca nel congelatore...che credo poi di dover sbrigarmi a consumare.
    Bell'esperimento Fiore, e le madrioske sono proprio carine! Da piccola (e anche da grande si intende) le ho sempre adorate e per questo Natale le ho regalate alla mia nipotina di 4 anni

    ReplyDelete
  17. ciao juliette ben arrivata! :) concordo sulle molteplicitá, associazione molto acuta :)

    lucy si, la zucca si trova qui. questa che ho usato si chiama sweet mama squash ed é una delle tante (credo) varietá di zucca. questa é verde all'esterno e come sempre arancione all'interno. infatti ora vedo se riesco a trovare le foto che ho fatto e le metto online :)

    francy in effetti per certe cose potrei benissimo essere una bambina di 4 anni anch'io. a me piace molto l'artigianato, m'incuriosivano molto. poi come dice juiliette mi affascina molto questo gioco delle molteplicitá. anche se non sono un'amante delle bambole per esempio, né amo tanto i suppellettili, queste matrioske fucsia hanno attirato la mia attenzione! :))

    ReplyDelete
  18. Mi associo anch'io con le papille e le pupille a questo piatto e con la mente all'acuta osservazione di Juliette.
    Quanto alle zucche, tradizione vuole che si consumino entro carnevale ma ormai si trovano tutto l'anno, magari non tutte le varietà, magari a prezzi assurdi ma si trovano. Devo ammettere che il "mio" fornitore più affidabile è ... La Standa. Kat

    ReplyDelete
  19. dev'essere la giornata delle orecchiette...pure io! ma i purtroppo non so farle e devo ricorrere ad amici e madri di amici! mi limito a gnocchi, ravioli e canederli....
    foto spaziale!

    ReplyDelete
  20. Soddisfatta dei vostri apprezzamenti me ne torno a Le visioni di Juliette.
    Baci.

    ReplyDelete
  21. mi sta venendo una fame nera...e sono solo le 16:40!

    ReplyDelete
  22. Oh they are so tremendously cute!!! I want to kiss them ... I want to eat the food as well ...

    ReplyDelete
  23. ivonne lol! kiss the orecchiette or the matrioska? :))

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...