Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

27 February 2006



Come ogni anno mia zia Cenzina mi chiama e dice "Oggi ho fatto le chiacchiere! Ma lí non é Carnevale?". E io dico "No zia, qui non esiste, peró se mi dai la ricetta due chiacchiere le faccio lo stesso". E la ricetta puntualmente l'ho sempre scritta su un foglio di carta, sulla mano, su un pezzo di carta da forno, che puntualmente ho sempre perso. Vediamo se l'anno prossimo mi toccherá richiamare la zia per richiederle la ricetta o se questo diario sará veramente servito a qualcosa.

Ingredienti: 250gr di farina bianca, 50gr di burro, 4 cucchiai di vino bianco secco, 1 uovo, 1 cucchiaino di sale, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di sale, olio per friggere, zucchero a velo

Lavorate la farina, l'uovo, il burro, il sale, la vanillina e lo zucchero. Aggiungete man mano il vino fino a formare una palla liscia ed omogenea. Dividete la pasta e passatela alla macchina per fare la pasta, fino ad assottigliarla al numero 5. Con l'apposita rotella rigata ricavate dalla sfoglia dei rettangoli piú o meno lunghi. Solitamente io rigo anche nel centro di ogni rettangolo, con un piccolo taglio centrale o due piccoli paralleli. Riscaldate l'olio e friggete le chiacchiere 10 secondi circa per ogni lato. Le chiacchiere si gonfieranno subito. É meglio usare una padella non troppo grande e friggerle a poco la volta per evitare che si brucino mentre girate le altre. Fatele raffreddare tra strati di carta assorbente e spolverizzate con zucchero a velo solo un momento prima di servire.

Sognando:
sognare carnevale con maschere indica pericolo di disonestà; sognare carnevale senza maschere indica malinconia e nostalgia; sognare di partecipare al carnevale indica scogli da superare; sognare un carnevale piovoso indica turbamenti sentimentali; sognare un carnevale allegro indica insofferenza; sognare di organizzare una festa di carnevale indica legami affettivi in pericolo; sognare una sfilata di carnevale indica mancanza di riflessione; sognare un veglione di carnevale indica incertezze da superare.

Vino: Moscato d'Asti (bianco dolce frizzante-Piemonte)

25 comments:

  1. Non so a te...;-) ma a me il tuo diario di ricette e servito, come ispirazione continua, scoperta di un sacco di cose nuove e soprattutto per aver avuto l'occasione di conoscere te cara Fiore! ;-)

    L'anno prossimo zia Cenzina si sentirà "triste" perchè non le chiedi più la ricetta delle chiacchere! ;-)

    Ti son venute benissimo! Anche la mia mamma sarebbe fiera di te!
    Ma Zia Cenzina e parentato vario seguono il blog? Vedono che ragazza e cuoca eccezionale sei?!

    Se sono in acolto un salutone anche a loro per aver cresciuto così bene sta fanciulla eccezionale!

    Buona giornata vecia mia!

    Terry

    ReplyDelete
  2. le ho sempre volute fare...quasi quasi ci provo! ma non ho la macchina per fare la sfoglia, con il materello pensi sia lo stesso?

    ReplyDelete
  3. Evviva le chiacchiere: quelle dolci e quelle che riusciamo a scambiarci ogni giorno attraverso i nostri blog! Buona giornata!

    ReplyDelete
  4. Che ricetta e che commenti che scaldano il cuore! In questo blog ci si sente davvero a casa!Buona giornata a tutte, un baciotto ed uno struccotto affettuoso.

    ReplyDelete
  5. terry non so, vediamo come butta l'anno prossimo. magari sono in italia l'anno prossimo e me le vado a comprare in qualche pasticceria! :) La zia Cenzina le fa anche con la nutella e con la marmellata, versioni un po' moderne, ma quelle sono le prime a finire, chissá come mai. Poi lei ne fa in quantitá industriali! Purtroppo nessuno di loro legge il blog, ma lo hanno visto qualche volta che mia sorella é andata giú. Quindi quando andró io a trovarli glielo faró vedere per bene. A mia zia piacerebbe sicuramente. É una delle mie spacciatrici di ricette preferite, lei poi si ricorda tutto a memoria, io invece non ricordo e devo scrivere, soprattutto le dosi di alcuni piatti particolari :)

    zora ma allora questo corso geisha-pugliese non lo hai proprio frequentato eh!? :)) con il mattarello certo ci si riesce ma ovviamente il tempo che impieghi é il doppio. non so come te la cavi tu con il mattarello ma io sono un po' una chiavica soprattutto perché non ho abbastanza spazio e poi mi spazientisco :) Cmq se vuoi provare con 250gr di farina, la dividi bene in 4 parti e piano piano anche se non ti vengono proprio sottilissime, puoi provare. la macchinetta per la pasta é una cosa che peró devi comprare, fa parte del corredo! fammi sapere :)

    graziella quattro chiacchiere anche con te e per te. credo che se ci vedessimo sarebbero molte di piú! :)

    cannella buona giornata e buona settimana anche a te! e tu le fai le chiacchiere in Spagna?
    che cos'é uno struccotto !? :))

    ReplyDelete
  6. Fiore, non e` che zia Cenzina ti passerebbe la ricetta delle "carteddate"...io l'avevo ai tempi "pugliesi", ma come te te scrivo le ricette su carta e le perdo. Chissa' se la pasta e` un po' come quella delle frappe che poi si arrotola e si butta nel vin cotto...io ne vado matta!

    Smack

    ReplyDelete
  7. bello il tuo carvenale!!:)
    cpme mai lì non si festeggia il carnevale?
    qui (roma) piove ormai da 5/6 gg. non ce la faccio più!! umido ovunque, mi sembra di stare a venezia con la pioggia;)

    ReplyDelete
  8. come sempre sai rendere speciale anche la cosa più semplice.
    Una curiosità: da noi li chiamano cenci di carnevale.
    Ciao!

    ReplyDelete
  9. Ma pensa che il mio papino si chiama Vincenzo, ma la nonna lo ha sempre chiamato cenzin!!!
    Ciao Fiore...che meraviglia queste chiacchere...
    Con il BBM mandaci anche qs!! Oltre alle ricchiett!!
    Baci
    S

    ReplyDelete
  10. Brava Fiore!
    Un pò di allegria in questa giornata uggiosa.
    Mia suocera voleva farmi tirare le chiacchiere col mattarello !!!
    Lei ha imparato così a Bologna.
    Ciao
    Mari

    ReplyDelete
  11. Che allegria il Carnevale...peccato che lì non esista...
    Mari, in effetti qui a Bologna le tiriamo col mattarello, sottilissime, la signora che mi ha insegnato diceva che erano pronte quando ci potevi leggere sotto il giornale...

    Buona giornata a tutti

    P.S. Qui le chiamiamo sfrappole

    ReplyDelete
  12. Cara Fiore uno " struccotto" è un'abbraccio forte forte almeno nel veneziano, magari la Cannella-padovana intende qualcos'altro, ma è sempre un gesto affettuoso! Struccotti!

    ReplyDelete
  13. il corso di geisha-pugliese non l'ho proprio seguito!!! Fortunatamente non lo è stata nè mia madre nè mia nonna! In quanto al corredo, non essendo ufficialmente sposata, non l'ho ancora avuto! ho solo "ereditato" gli asciugamani del corredo di mio padre, che puntualmente mia madre non ha mai utilizzato! dovresti vederli sono orribili!!
    con il matterello... non sono malaccio, poi ho un valido sostituto appena mi stanco ;)

    ReplyDelete
  14. ely gliela ri-chiedo per l'ennesima volta. quella manca anche a me in archivio. allora direi che é arrivato il momento di fare anche quelle anche se non ho il vino cotto a portata di mano :)) oppure puoi aspettare pasqua quando finalmente saró in Puglia e te le faccio fare direttamente dalla zia ! :))

    francy il carnevale é una festa cattolica, l'inghilterra é un paese a religione protestante quindi non hanno il carnevale :)

    fragolina grazie sei molto gentile. mi piace questa cosa dei nomi diversi ad ogni regione persino nello stesso paese! :)

    sandrina non sono sicura che queste sopravvivano fino al BBM e considerate le poste italiane io dubito persino che arriverebbero! :))

    mari ho visto a volte tirare la sfoglia dalle esperte ed é una cosa che richiede tanta pazienza e pratica, nonché un sacco di forza nelle braccia! :)

    alessia la festa in se é molto bella, le usanze carnevalesche invece quelle le ho sempre detestate. quando abitavo nel mio paesello il carnevale era un incubo per me. tornavo a casa con la schiuma da barba in testa quando andava bene e con le uova, quando andava male!! :)

    graziella io pensavo fosse il nome di un dolcetto di carnevale! ahahah

    zora e poi se anche il sostituto si dovesse stancare, sta per tornare a casa la zia Acy!!! :))

    tanti struccotti a tutti allora ne? :)

    ReplyDelete
  15. Ma hai visto Fiore che stai imparando anche un pò di veneto!;-)

    Quindi per restare in tema di chiacchere...qui da noi le chiamiamo "Galani" ...con la "L" quasi inesistente però!

    Basi&Struki!
    (ovvero baci e abbracci...questa lo insegnata anche a Bisk e gli piace un sacco! ;-))

    ReplyDelete
  16. il carnevale è una festa cattolica.... dici davvero?! bhè, dopo 34 anni lo scopro ora!!!!!
    :DDDDDD incredibbbbile;P

    ReplyDelete
  17. grazie dagli Usa ti ho scoperto per caso e ogni tuo post mi mette allegria..nonche acquolina.

    ReplyDelete
  18. La foto, come sempre...
    Mi piace immaginare che la maschera sia a grandezza naturale e, le chiacchiere, di conseguenza...
    Remy

    ReplyDelete
  19. Yummie! I can even decrypt it now ;-)

    ReplyDelete
  20. Questo è un blog fantastico, complimenti! E da pugliese a pugliese, visto che sono molto meno conosciuti delle Cartellate, posso suggerirti di postare la ricetta degli Sporcamuss'?
    Ciao a tutti!

    ReplyDelete
  21. ciao pib benvenuto/a :)

    remy ingordo! :) bella questa idea peró :)

    andrea grazie e benvenuto! se ce l'hai tu la ricetta io li faccio volentieri perché a me non risulta :( ma chiederó alla zia per vedere se da noi li chiamiamo diversamente. sono una specie di bigné alla crema?

    ReplyDelete
  22. Non proprio... si tratta di un piccolo sandwich di due strati di pasta sfoglia con in mezzo crema pasticcera, spolverato con zucchero a velo (da qui il nome). Da mangiare rigorosamente CALDI!!!
    Ah, ci sono anche delle versioni alternative con crema al cioccolato o con la nutella. Vanno benissimo accompagnati con il "Padre Peppe".

    ReplyDelete
  23. Sembra proprio che sognare il carnevale non sia buona cosa, cara Fior. Non c'è neanche un modo che significhi qualcosa di positivo: pericolo di disonestà, malinconia, ostacoli o incertezze da superare, insofferenza, turbamenti, affetti in pericolo. Gasp! Meno male che non l'ho mai sognato! :D
    Roberto

    ReplyDelete
  24. andrea se hai la ricetta e me la vuoi passare, saró ben lieta di provare. solo a pensarci mi é venuta l'acquolina! :)

    ciao lavi non ci pensare. magari concentrati sulle chiacchiere! :)

    ReplyDelete
  25. Ma scusa... nessuno si è accorto che manca lo zucchero fra gli ingredienti? :P
    azz, le stavo per fare e ho visto che nel procedimento c'è lo zucchero, ma negli ingredienti no... quanto ne metti?

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...