Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

23 February 2006



Come quasi ogni settimana, anche la scorsa mi ha portato la cassetta di frutta e verdura biologica. La cassetta la ordino via internet ogni settimana, perché ogni settimana é diversa e se ho ancora tanta roba che mi avanza in frigo, preferisco rimandare a quella dopo. La scorsa settimana dunque ho ordinato insieme alla cassetta una cosetta chiamata "Marmelade Kit", che io pensavo fosse un kit per fare la marmellata, ma non la frutta. Invece mi é stato recapitato un sacchetto di arance di Seviglia, con ricetta allegata. Per la serie "hai voluto la bicicletta e mo' pedala". Il fattorino che me la porta mi ha detto sogghignando "You are going to be busy, uh?" Io gli ho sorriso chiedendomi che avesse voluto dire. Sopresa gradita peró, perché queste arance non le avevo mai provate prima e la marmellata di arance amare é l'unica mia preferita e quella che mangio sempre volentieri perché le altre sono troppo dolci per i miei gusti. Questo tipo di arance esce sul mercato verso la fine di gennaio, si trova fino alla fine di febbraio ed é assolutamente impossibile mangiarle crude perché sono amare ed aspre. Ma la marmellata é venuta una bontá! Grazie anche a Rob per avermi aiutato a tagliare le striscioline. Se ne vedete qualcuna piú cicciotta, quella é sua!

Ingredienti: 1.5kg di arance di Seviglia, 2.8lt di acqua, il succo di 2 limoni, 2.7kg di zucchero

Lavate le arance e tagliatele a metá. Spremetele con uno spremiagrumi e raccoglietene il succo in una pentola. Tenete i semi da parte raccogliendoli in un sacchetto di tela. Svuotate le arance con un cucchiaino raccogliendo la polpa, semi compresi. Tagliate le bucce delle arance con un coltello ben affilato. Si possono tagliare a quadrettini oppure a striscioline, a secondo dei gusti e della pazienza. Raccogliete il succo e le scorze in una pentola antiaderente. Legate il sacchetto di tela alla pentola, in modo che resti sul fondo della pentola. Coprite con l'acqua e fate cuocere per 2 ore. Rimuovete il sacchetto con la polpa di arance e schiacciatelo con un cucchiaio per farne uscire il succo in eccesso. Versate lo zucchero e il succo di due limoni. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando lo zucchero non si sará sciolto completamente. Portate ad ebollizione e schiumate. Fate cuocere per circa 5 minuti ancora e poi spegnete. Mescolate bene per distribuire le scorze omogeneamente e invasate subito in barattoli di vetro sterilizzati. Chiudete con il coperchio e capovolgete i barattoli coprendoli con una coperta fino a quando la marmellata non si sará raffreddata. In questo modo si effettua una specie di autosterilizzazione. Se ne fate in quantitá enormi conviene sempre fare il bagno maria, altrimenti cosí invasata si conserva tranquillamente per almeno 6 mesi. Mettete il vasetto in frigo una volta aperto.

Sognando: sognare di vedere o mangiare marmellata significa che avrete piacevoli sorprese e che farete nuove scoperte. Sognare di fare la marmellata indica che avete una vita felice.



English please: Seville's oranges marmalade



As every week, also last week I received my box of organic vegetables and fruit from Riverford Organic. Each week I choose if I want a small or big box, accordingly to what I have left in my fridge. Last week I also ordered an extra product called "Marmalade kit" which I though it would give me a kit to make marmalade, but I didn't think I would get fruit! So that is what it was. A bag of beautiful Seville's Oranges with the recipe to make this delicious marmalade. It was a great surprise for me because this, is the only marmalade I really like to eat, the others are always too sweet for my tastes. This kind of oranges are only to be found in January and February, so this is the best time to look for them. Unlike other oranges, a true Seville has a very rough skin and has a beautiful deep orange color. These are impossible to eat as they are very bitter, so Marmalade is the best way to make use of them.

Ingredients: 1.5kg (3lbs) Seville oranges, 2.8 litres (5 pints) water, juice of 2 lemons, 2.7kg (6lbs) sugar

Scrub the oranges and cut them in half. Squeeze the juice and pips into a basin. Cut up the peel into thin strips or chunks, as preferred.
Put the peel, any soft pulp and the water in a large heavy-based pan. Strain in the juice. Put the pips in a muslin bag and tie it to the pan handle so that it hangs well down in the water. Cook the fruit gently for 2 hours, or until the peel is tender.
Lift out the bag of pips and squeeze it between two spoons over the pan before discarding. Add the lemon juice andsugar, and stir until the sugar has completely dissolved.
Bring to the boil, and boil rapidly until setting point is reached. Remove from the heat and skim the scum, cool for 5-8 minutes and then stir well to distribute the peel.
Pot and seal as you would with any jam or fruit jelly. I personally fill the jars, previously sterilized in hot water, seal them well and put them upside down. Cover with a blanket until the marmalade is cold.

35 comments:

  1. Ciao FdZ, anche a me è l'unica marmellata che piace! Ma non l'ho mai fatta in casa. Quanto zucchero, pero. Forse con il fruttosio si possono ridurre le dosi della metà.
    Che ne dici?
    Baci
    Frank

    ReplyDelete
  2. frank forse con il fruttosio peró non avrebbe lo stesso sapore. non te lo so dire perché ho sempre usato lo zucchero, magari qualcun'altro qui potrá risponderti in merito :) in ogni caso come tutte le cose, se si prendono in piccole dosi non fanno male :) anche a me ha impressionato molto la quantitá quando l'ho letta, ma la cosa sconvolgente é proprio quella, cioé che la marmellata nonostante tutto resti molto amara :)

    ReplyDelete
  3. ogni volta che vedo le tue foto di cibi la prima cosa che mi viene in mente è "bellissimi" e poi "buonissimi":)
    IO ancora non sono riuscita araggiungere lo stato zen in cui mangi in piccole dosi...!!:(

    ReplyDelete
  4. Ciao Fiore, tecnicamente hai fatto una gelatina (con scorzette), non una marmellata. Però che invidia, io le arance amare non le ho trovate. E mi piace la marmalade di arance gialle, mentre con le rosse preferisco fare le gelatine, magari miste arancia-limone, o arancia-mandarino-limone. Che viene di un colore così bello e solare!
    Complimenti per la bellissima foto :)

    ReplyDelete
  5. sono una maniaca delle marmellate fatte in casa. Quando ritorno giù faccio il giro delle mie zie per fare razzia di confetture: albicocche, ciliege, fragole , la cotognata, non importa...tutto fa brodo! Mi ruberei anche la tua!

    ReplyDelete
  6. Consy, io direi che ha fatto proprio quella che in UK si chiama "marmelade", diversa da quella che comunemente chiamiamo "marmellata", ma in realta' e` una "confettura", la jam inglese :))

    Fiore, con il fruttosio il sapore non cambia e che io sappia ha un potere edulcorante di 4 volte superiore allo zucchero. Non so pero' se si possa usare ad alte temperature e se il potere conservante sia lo stesso.

    Baciotti

    ReplyDelete
  7. Facciamo un BBM 4 marmelade??
    Se parti considerami già iscritta per questa meraviglia che arriva da Sevilla!!! Wow!!!:-)
    Arance amare..Che buona, fiore!!
    L'indirizzo lo hai già vero?;-)

    ReplyDelete
  8. ely, consy non ho ben capito che cosa ho fatto ma di sicuro non é una gelatina :) almeno nel procedimento intendo, la gelatina in genere si ottiene filtrando il succo.

    andiamo per votazioni allora! marmellata, confettura, gelatina, conserva? :))

    francy mi hai fatto ridere! ti diró che non é semplice dire di no ad una goduria cosí ma qualcuno lo deve pure fare! :)) non credere che io non mi ci sia buttata nel vasetto! :)

    sandrina vedo che ti sei ripresa! :)) bentornata!

    zora la cotognata é un'altra delle mie preferite, porca paletta! mia madre la fa buonissima, qui come sempre mi manca l'ingrediente principale! :)

    ReplyDelete
  9. ah mi sono dimenticata di dirti una cosa, che ho pensato questa mattina in motorino mentre arrivavo in ufficio:
    oggi porto dei pantaloni dello stesso verde del tuo blog, quello più esterno;))
    pensa che pensieri ho di pirma mattina!
    da me ci sono le foto di Berlino...ed anche io:))

    ReplyDelete
  10. lol francy ma com'eri presa stamattina? :))) ti ho vista! sei bellizzima ma non vedo i pantaloni color fiordizucca! :)) baci!

    ReplyDelete
  11. Ok, allora quella che faccio io è la jam, e invece la chiamavo marmalade :)

    ReplyDelete
  12. E brava Fiore!!!
    Questa è proprio una fichissima marmelade!!!

    Mi hai ridere quando ha scritto che t'aspettavi un Kit per Marmelade....beh in effetti più kit di così!!!

    Anche a me piace molto....quanti vasetti ti son venuti...e soprattutto quanti te ne son rimasti?!?! ;-p

    L'arancia amara è un frutto strepitoso....ci fai la marmelade e poi dalla scorza ne estraggono l'olio essenziale di arancia amara e dai fiori l'olio essenziale di Neroli....che è meraviglioso....sia olfattivamente che per le proprietà!

    Baci e complimenti per il lavoraccio...(anche la foto sul blog inglese è molto bella....wow....con i petali di rosa m'hai fatto venire in menta che una volta ho mangiato una gelatina di rose...buonaaaa!!!)

    Ora vado a pisolare che oggi ho fatto alzataccia!
    Ho appena finito chat con Bisk....lui va a lavorare ora....io a nanna...che sincronia! ;-)

    Baci

    Terry

    ReplyDelete
  13. AAAHHHH....guarda che ti devi iscrivere anche te al Club della Mortadella fondato con Graziella e Cannella! ;-)

    Riciaoooooo

    Terry

    ReplyDelete
  14. è una delle poche marmellate che mi piave da matti!
    Tempo fa feci una buonissima crostata con questa marmellata e del cioccolato sopra

    ReplyDelete
  15. terry é che io pensavo un kit per fare la marmellata. si, non la frutta appunto, ma che ne so, atrezzini e cosette cosí! comunque é sempre sbagliando che s'impara e adesso tra qualche settimana lo riordino e vediamo che mi arriva! :))
    vasetti ne sono venuti una decina ma 4 sono giá andati. la cosa brutta é che non avevo vasi tanto piccoli, e quindi uno da un kilo se ne é andato in un botto solo e gli altri sono proprio mignon. poi quelli che ho giá regalato erano i medi. insomma quello da 1 kilo non lo posso dividere piú ormai. :( cmq mo' vedo :))

    aggiornamento meteo : nevischia!

    lucy , il cioccolato sopra dove? :) peró che ideaaa. smack!

    ReplyDelete
  16. Pastafrolla23/2/06 5:21 pm

    FdZ: se ti puo' aiutare, credo che anche qui in Inghilterra puoi trovare le mele per la cotognata. Dovrebbero essere quelle che si chiamano Quince apples e che si trovano abbondanti in stagione, adesso non so (sono gialle e di forma un po' allungata/strana, le si trova nei mercati e supermercati, io le ho viste spesso e anche sotto forma di marmellata gia' fatta). Non so se sono l'ingrediente principale per la cotognata italiana che intendi tu visto che io non faccio marmellate, anche se vorrei, soprattutto per una mia personale e stupida fobia di non essere certa di sterilizzare bene vasi e contenuto...
    ciao,
    pastafrolla

    ReplyDelete
  17. Adoro fare le marmellate!
    Buonissima e bellissime foto - anche sul tuo blog in inglese!
    Buona serata a tutti!

    ReplyDelete
  18. Gollum!
    Questo è il rumore della mia gola. La parola che mi è uscita quando ho visto la foto la posso usare solo in fabbrica ;-)

    Si potrebbe provare a fondere del cioccolato, stenderlo sulla carta forno e quando si è raffreddato coprirlo con un velo di marmellata.
    Gollum, gollum gollum
    Remy

    ReplyDelete
  19. Ciao Fiordizucca,

    Sai non ho mai assaggiatto un'arancia di Seviglia ... pero' la marmellata sembra deliziosa!

    ReplyDelete
  20. ho la cantina piena di marmellate di more, arance, albicocche, mirtilli e visciole e mele cotogne (forse cotognata più che marmellata)...
    mia madre ne fa ogni qualvolta cogliamo dalle piante kg e kg di frutta: e siccome sprecare è peccato, ecco che gli scaffali delle cantine si riempiono di barattoli di marmlellata!
    ottima questa di arance e secondo me quella fatta in casa è di gran lunga migliore delle altre in commercio.
    baci

    ReplyDelete
  21. ciao ragaz
    io non davo pazza per la marmellata, la confettura ecc ecc ma messa nella crostata mi fa impazzire....
    n bacio a tutti
    lalla

    ReplyDelete
  22. no, ape...non mi dire così....posso venire a rubarti la marmellata di visciole e anche quella di more! Attenta ho appena visto che sei umbra, io lo sono di adozione!

    ReplyDelete
  23. sei umbra di adozione???vieni a farmi visita!!
    ma attenta: l'Umbria è bella da visitare, se ci vivi, insomma...
    La marmellata di more è una prelibatezza, come la cotognata sul provolone!...le visciole è meglio farle in "visciolata" che a marmellata, mentre per le amarene, che dirti, una crostata di amarene è sublime!

    ReplyDelete
  24. mai quanto il gelato con la colata di amarene sopra....mmmm che buono

    ReplyDelete
  25. Ehi Fiore in tv, stanno facendo la pasta con le rape come la tua! Copioni!

    ReplyDelete
  26. graziella :) ma in che tv? e come sono venute? :))

    ReplyDelete
  27. Su Rai1, poi ne hanno fatto dei ravioli!
    Secondo me dovresti chiederne i diritti d'autore!

    ReplyDelete
  28. Bellissima foto anzitutto, cara la mia meringhetta :-)
    Ho assaggiato tempo fa un tè nero all'arancia amara sai...aveva un gusto molto particolare. Buono.
    Quanto alle marmellate, mi incuriosiscono moltissimo (anche se non ho ancora mai varcato la frontiera di quelle fatte in casa).
    Ultimamente, al mercatino biologico, ne ho comprata una assolutamente deliziosa: arancia e zucca! Ideale con un panino al sesamo.

    ReplyDelete
  29. Remy che pensiero godurioso!! mi avete fatto venire tutti voglia di arance e cioccolato. assieme! beh, colpa vostra. l'avete voluto voi. tra qualche post il risultato! :)

    acilia arancia e zucca sounds really good! porta i panini tu, al resto ci penso io, cara la mia stelluzza :))

    graziella ma no.. le ricette sono un po' come le poesie, sono di chi le fa, non di chi le scrive :) (ndr troisi)

    ivonne se sapevo ne facevo a quintalate di questa marmellata cosí ne potevo mandare a voi tutti! :( sigh

    ReplyDelete
  30. pastafrolla qui in inghilterra vuol dire che abiti anche tu qui? :))
    non ho mai preso le quince peró se le trovo ci provo, grazie! :)

    ReplyDelete
  31. pastafrolla24/2/06 5:34 pm

    si' da parecchio, negli ultimi anni a Cambridge, un po' lontano da dove vivi tu (niente food blog per me al momento, ma il tuo e molti altri mi tengono compagnia visto dovrei partorire il mio secondo figlio/a giusto domani! e' solo la mia due date quindi ogni giorno, o meglio ora potrebbe essere quella decisiva!)
    auguri con le quince il prossimo autunno!
    pastafrolla

    ReplyDelete
  32. pastafrolla ma che bello! un grande in bocca al lupo allora!! facci sapere com'é andata. come lo chiami? :) un abbraccio!

    ReplyDelete
  33. marcoesposito@solidimage.it30/3/06 9:56 am

    posso utilizzare la ricetta di marmellate di arance amare come marmellate di chinotto ?

    ReplyDelete
  34. ciao marco , non l'ho mai fatta e non vorrei dire cavolate ma credo di si. puoi sempre provare utilizzando metá ingredienti.

    poi fammi sapere. mi piacerebbe uno scambio tra le due :)

    in bocca al lupo :)

    ReplyDelete
  35. This comment has been removed by a blog administrator.

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...