Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

8 February 2006



La ricetta arriva dalla Thailandia, anche se sono sicura che lì questa specie di arancini, hanno tutto altro sapore! E dire che a me il cocco non piace particolarmente, però non so come mai, me lo ritrovo sempre tra i piedi e alla fine mi dico "mica male!" Il latte di cocco utilizzato qui é quello in lattina ma se avete a disposizione una bella noce di cocco e riuscite ad aprirla senza procurarvi danni fisici, usate quello. La ricetta originale vede anche la presenza dei fagioli, che però qui ho omesso. I thailandesi inoltre, usano le foglie di banana per arrotolare questi pacchettini, ma io ho usato la carta stagnola e piú o meno é venuto fuori qualcosa di mangiabile.

Ingredienti
  • 1 o 2 banane
  • 150gr di riso per pudding
  • 200ml di latte di cocco o crema di cocco
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 4 pezzi di carta stagnola di forma quadrata
  • 1 pizzico di sale
Prendete un pentolino antiaderente e cuocete il riso con il latte di cocco, lo zucchero e un pizzico di sale. Coprite il pentolino e lasciate cuocere a fuoco basso per 15 minuti o fino a quando il riso non sarà morbido e il latte si sia assorbito. Girate se necessario, per evitare che il riso si attacchi. Fate raffreddare un po'. Prendete dei pezzi di carta stagnola quadrati, versate un po' di riso nel centro, abbastanza da contenere un pezzo di banana di circa 4 cm. Avvolgete la carta stagnola su se stessa a forma di fagottino e lasciate cosí fino a completo raffreddamento del riso. In questo modo la banana avrà modo di cuocersi un po' e di diventare morbida. Scartate gli arancini e tagliateli a metà.

Nota:
Se volete evitare l'avvolgimento nella carta stagnola (o nelle foglie di banana), potete fare lo stesso usando le formine per fare i budini, versando metá riso sul fondo, la banana nel centro ed ancora riso.

Sognando:
sognare cocco indica che riceverete un regalo inaspettato in denaro.

Vino: bianchi dolci: Moscato d'Asti (bianco dolce frizzante Piemontese), Riesling Tedesco di categoria "Spätlese" o "Auslese", in versione dolce.

23 comments:

  1. that's wonderful!
    e devo dire che il tocco di mettere l'arancino sul sasso è molto glamour;)
    Bbono il cocco con la banana SLURP

    ReplyDelete
  2. Non c'è dubbio che la qualità delle foto che esponi è tale da mettere l'acquolina in bocca a prescindere dalla reale bontà dei cibi.
    In questo caso, confesso che anche io non amo il cocco, diciamo che in dosi contenute lo "sopporto", però sappiamo tutti molto bene che il riso ha un ottimo potere "calmante" dei sapori.
    Ciao
    Roberto

    ReplyDelete
  3. non riuscirò mai a farli, ma li mangerei davvero volentieri. adoro sia il cocco che la banana. ed il riso, ovviamente...

    ReplyDelete
  4. Ciao,
    non sono un'assidua frequentatrice di blog, ma il tuo è proprio bello e ormai sta diventando un appuntamento quotidiano, un'abitudine... Ricette sfiziose e belle foto! Be', complimenti

    ReplyDelete
  5. La foto è cosí bella che ti perdono il fatto di averci messo la banana!(non si potevano mica riempire di Nutella, per esempio?). Baciotti

    ReplyDelete
  6. fiordizucca, ho appena trovato il suo blog dopo aver seguito un link da creampuffsinvenice.com.

    Le sue foto sono bellissime, e la sua ricetta per gli arancini dolci mi fa ricordare il mio dolce thailandese favorito: riso dolce con latte di cocco e mango.

    ReplyDelete
  7. Sei sempre piu' brava cara Fiore: non riesco ad immaginare il sapore, ma la foto stimola, nonostante l'influenza intestinale :)
    La foto e` bellissima...i sassolini, la conchiglina e quel bel sasso che sembra quasi un tagliere. :)

    ReplyDelete
  8. francy :) sono le pietre del devon, mi diverto ogni tanto a raccoglierne qualcuna, quelle piú strane, le piccole conchiglie o le piccolissime cozze! :)

    lavinium, indubbiamente ogni piatto va molto a gusto personale ma la foto decisamente aiuta a rendere gradevole anche quello che é semplice o meno appetibile. :)

    pimms, non dire cosí! il procedimento é simile a quello dei temari sushi solo che qui la banana sta dentro, lí il salmone sta sotto! (^_*)

    ciao alessia, benvenuta! spero che troverai qualche ricetta nuova da queste parti e che ripassi a trovarmi/ci :)

    canny! lo so, la nutella é un'idea! ma rob dice che lo devo mettere a dieta e allora...anche se poi la sua barretta quotidiana di cioccolato se la mangia lo stesso!

    ciao rob, welcome to you! thanks for stopping by :) you also have a cool blog there, i'll come and visit you soon! :)

    ciao ely! piccola ely! povera ely con l'influenza, porca paletta! appena ti riprendi te ne faccio due apposta per te! :) bacetti!

    ReplyDelete
  9. Bellissime...
    le pietre :-)

    indovina chi sono?

    ReplyDelete
  10. Oggi siamo andate in Thailandia cara Fiore!
    Slurp....buoni questi arancini!

    La foto è bellissima....così apaerti sembrano quasi 2cristalli anche loro (i mezzi arancini)....se non fosse per la banana che tradisce ;-)
    Mi se che se vengo lì mi riempio di sassolini anch'io...quelli più grandi perfetti da decorare! ;-)
    Ma è un sasso anche quello marrone dove appoggia l'arancino? Sembra quasi una tavola di legno!

    Beh Brava Brava!

    Un augurio forte ad Elisa di pronta guarigione!

    Terry

    ReplyDelete
  11. :) ciao bella. la pietra sotto gli arancini é pietra appunto, una di quelle piatte. peró é vero che sembra legno!
    vediamo domani dove mi faccio trascinare! :)) tanti baci

    ReplyDelete
  12. Mamma mia fiore!!
    Le foto... che foto..La ricetta!!!
    Io che non amo le banane!!!
    Ne mangerei due a colazione domani mattina...
    UPS??? C'è la fai???
    ;-)
    Notte fiorellino...

    ReplyDelete
  13. Hai scelto la ricetta perfetta per me ... amo il cocco!!!

    ReplyDelete
  14. Anch'io come altri a prima vista ho avuto l'impressione che fossero dei cristalli! Golosissimi però!

    ReplyDelete
  15. :) graziella. non ci avevo pensato ai cristalli, ma ora che me li fai guardare ben bene, ci potrebbero stare. sará che io da questa parte so come sono stati fatti. é sempre interessante guardare le cose da un punto di vista diverso dal tuo, si scoprono un sacco di lati diversi! :))

    ivonne, troveró qualcuno a cui piacciono insieme banane e cocco!? :))
    a sandra niente banane, a me niente cocco, a remy poi assolutamente niente cocco! :)) va beh, la prossima volta seguo il consiglio di cannella, arancini imbottiti di nutella per tutti!! $^_*$
    ora trovatemi una persona a cui non piace la nutella!

    ReplyDelete
  16. Mi piace mi piace...Ma se la mangio sto male!!! Ti ricordi da bambini quando si diceva "niente nutella perchè ti viene l'acetone!" ?? A me viene ancora adesso, con la nutella!!;-(
    Baci

    ReplyDelete
  17. eccomi. amo cocco e banana, non mi piace la nutella.

    ReplyDelete
  18. LOL! lo sapevooooooo! sapevo che avrei trovato qualcuno! e forse anche piú di uno!

    confesso che dopo aver scoperto la cioccolata biologica fondente, proprio ieri sera ho esclamato "altro che nutella!" peró dai, come fa a non piacerti, nemmeno un po'!? :D

    allora a te senza nutella, a sandra senza banane, magari proviamo col mango, a cannella assolutamente con nutella! :)

    ReplyDelete
  19. La nutella è una gran furbata, ma lì è la nocciola la vera star, poi ci sono aromi e tante belle altre cosette che la rendono gustosa, ma è comunque un prodotto industriale.
    La cioccolata fondente, magari anche biologica, è un prodotto di qualità superiore.
    Baci
    Roberto

    ReplyDelete
  20. Grazie Fiore e Terry, sto gia' meglio ragazze, anche se mi contengo nel mangiare: riso in bianco, al max passato di verdurine e te'...niente nutella che, concordo, e` un prodotto industriale...ho assaggiato una crema spalmabile della novi, beh, fantastica!

    Sul concetto di "biologico" legato al cioccolato ho qualche dubbio...mi spiego: gia' in Italia al biologico non ci credo tanto e mi sembra che spesso lo si applichi a molti alimenti perche' attira potenziali clienti, anche se poi i controlli seri non si fanno. Il biologico legato al cioccolato non lo capisco perche' non e` che le cabossidi vengano coltivate con l'utilizzo di pesticidi, che io sappia. Se parliamo, invece, di cioccolato inquinato con grassi vegetali idrogenati ed altra robaccia sono d'accordo, ma parlerei piu' di prodotto artigianale come pochi maestri cioccolatieri sanno ancora fare.

    Baci!

    ReplyDelete
  21. A voi che piace la nutella o qualsiasi altra crema spalmabile alla nocciola invito a fare un giretto in fabbrica dove la producono... Niente a che vedere con certi prodotti di Lindt, Baratti&Milano o
    Gobino

    Saluti
    Omar

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...