Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

28 April 2006



Se dalla zia Cenzina ho preso la passione per le cose nuove ed innovative, quella per i dolci e per le cose piú strane, dalla mamma ho preso la passione per il rustico, per la tradizione e per i piatti terra terra o "sciué sciué", come direbbe lei. Una delle cose che mi stupisce sempre quando vado dai miei é la quantitá di cibo selvatico che riescono a recuperare camminando per la campagna, per non parlare di quella che coltivano loro stessi. La rucola selvatica é uno di quei prodotti della natura che se non sai cos'é non ti viene in mente di raccoglierlo e di farci due strascinati e via. Questa verdura cresce in Puglia allo stato selvatico ma si puó anche coltivare.
Certamente quella selvatica é particolare, molto piú piccante e soprattutto gratis. Presenta dei piccoli buchi su ogni foglia ed é facilmente riconoscibile.
Anche con questo tipo di rucola si puó fare il pesto, guarnire la pizza, fare delle belle insalate con i pomodori, oppure come spesso si fa da noi, con gli strascinati e i pomodori pelati casalinghi, cosparsi di ricotta dura stagionata. La ricetta non ha bisogno di essere presentata, ma anche per questa, andate ad occhio!

Vino : rosati pugliesi.

Sognando: sognare terra rossa indica ansietà e timori; sognare terra incolta indica preoccupazioni economiche; sognare terra seminata indica vantaggi lavorativi; sognare di lavorare la terra indica buone soluzioni.

Naturalmente: La rucola (Eruca sativa) è una pianta che è sempre cresciuta spontanea nei campi e lungo le strade, ma una volta scoperto il particolare e gustoso sapore delle foglie, si è iniziato a coltivarla negli orti. La rucola selvatica mantiene uno spiccato gusto piccante. Alla rucola si risconoscono proprietà aperitive, diuretiche, emollienti e grazie al buon contenuto di vitamina C, anche antiscorbutiche. Risulta un aiuto nello stimolare l'organismo in caso di astenia, convalescenza e debolezza psicofisica.
Una buona tisana calmante e digestiva la si può fare con un pugno di foglie di rucola fresca, qualche foglia di menta e di santoreggia.

14 comments:

  1. Una cosa. tra le tante, che mi dispiace di non aver ancora imparato è proprio quella di raccogliere, come dici tu, il cibo selvatico. Anche se dalle mie parti ci sono parecchie ricette che si ispirano alle erbe di campo (carletti, bruscandoli, schioppettini, ecc.), li ho sempre dovuti comperare al mercato, a prezzi salatissimi! Mi faresti un corso accellerato? A pagamento, si intende :-))
    Mai mangiati gli strascinati, sono tipo orecchiette?
    Ciao.

    ReplyDelete
  2. frank per il corso non ci sono problemi. ti mando da mio padre lui ti fa una capa tanta che quando avrai finito non ne vorrai piú sapere di cibo selvatico! :))
    gli strascinati , sono diversi dalle orecchiette. come dice la parola stessa, essi si "strascinano", voce del verbo trascinare, mentre le orecchiette si capovolgono su un dito (ma c'é chi usa vari metodi). sono piú semplici da fare, piú veloci ma ugualmente buone. quando mangi questa rucola ti rendi conto di quanto poco originale ci sia in quella comprata. o forse sará che io ho sempre mangiato questa selvatica anche in insalata, e sará che mi piace il gusto piccante di questa, che quando la compro non sa di niente :)
    qui in Inghilterra ci sono altre verdure selvatiche, non facili da riconoscere. io mi sono attrezzata con un bel libro di wild food , ma bisogna stare attenti a quello che si trova. molte verdure sono simili, quasi identiche, ma una velenosa e l'altra no! :)
    baci!

    ReplyDelete
  3. Fiore questo non me lo dovevi fare, per una pugliese espatriata questo è un colpo al cuore.Ti invio ugualmente un bacetto

    ReplyDelete
  4. Tu in Puglia ci devi andare più spesso, perché poi torni fedele alla tradizione, come piace a noi qui in famiglia ;))).Non so decidere se voglio gli strascinati, la rucola selvatica (MMMMM) o la ricotta dura...manda un po' di tutto, va'!Baciotti grossi grossi!

    ReplyDelete
  5. tess , ma dove stai di casa? :) lo so come ti senti, non credere che a me faccia un bell'effetto mangiare certe prelibatezze una volta l'anno. forse poi sono tali proprio per il fatto che non le mangio tutti i giorni. a me viene l'acquolina solo a pensare ai pomodori e alla passata che fa mia mamma in casa ogni anno. tutta un'altra storia :) bacetti alla rucola anche a te! :)

    canny , c'hai ragione mi sa. dopo che le scorte pugliesi saranno finite, ritorneró a cucinare i "soliti" piatti etnici. meglio che ti godi questi tradizionali ora perché ben presto qui sará tutto del tuo colore preferito verde matcha :)))) baci!

    ReplyDelete
  6. e' bellissimo il tuo blog! soprattutto le spiegazioni che dai sotto "sognando"!

    ReplyDelete
  7. rughetta selvatica cresce da sempre anche nel giardino dei miei a Lavinio al mare, e mia madre la usa sempre per la pizza ;P

    ReplyDelete
  8. Spero che avrai altre ricette di questo tipo a proporci .Io sono dall altra parte della manica a Parigi,ciao fiore

    ReplyDelete
  9. Fiore! cresce pure tra Lazio e Abruzzo! io ce l'ho nel giardino della casa di montagna...piu' piccante e amarognola dell'altra...buona con gli straccetti (straccetti e rughetta...si chiama cosi' a Roma ;)

    ReplyDelete
  10. EBBhè ma qui si parla della mia terra.
    Dei miei colori, dei miei sapori.
    L'odore della rucola è straordinario: sa di campagna, di erba bagnata, di terra solcata da una bicicletta :-)
    Hai onorato un Signor Piatto con questo post, carissima mia conterrOnea. Brava.
    Mi ricorda la nonna Maria, l'unica in famiglia che sa ancora fare bene gli strascinati (soprattutto con i "marasciul"): il giovedì e la domenica eravamo sempre a pranzo da lei con tutti gli zii e i cugini. Ed era bello.

    ReplyDelete
  11. La Rucola Selvatica mi è nuova....che dici la cerco anche qui in Illinois?

    ReplyDelete
  12. ciao kishko , grazie e benvenuta :)

    ciao francy :) fortunata nel giardino, cotta e mangiata :))

    tess ! siamo piú vicine di quanto immaginassi. non sono mai stata a Parigi, ma prima o poi.. :) se mi affaccio e faccio ciao con la manina mi vedi? :)

    ciao ely , immagino cresca un po' ovunque ma io non ho mai potuto verificarlo :) straccetti e rughetta boni pure quelli! :))

    acilia , le nonne! pilastri importanti di ogni famiglia, dovrebbero durare in eterno le nonne, anche per come sanno fare gli strascinati! :) bacetti

    Pib , ci puoi provare certo, stai attento a non fare la mia fine con gli spinaci di mare :)) baci

    ReplyDelete
  13. Fiore che dire...le tue ultime ricette sono una più invitante dell'altra!!!
    E ti garantisco che anche se qui certe cose possiamo mangiarle tutti i giorni, ogni giorno è come se fosse la prima volta!
    Un appuntino ino ad Acilia: ci sono anche io in famiglia che so fare gli strascinati!!!

    ReplyDelete
  14. Ciao Fdz.
    Ho indicato questa ricetta in un mio articolo sulla rucola :-)
    La rucola, grande assente negli orti dei conventi.
    Brava come al solito ed anche di più!

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...