Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog Archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

22 December 2005


Ho sempre un po' di titubanze nell'attribuire l'origine certa di alcuni piatti, compresi i loro nomi. É accaduto con alcuni piatti giapponesi e capita anche in questo caso, quando non so definire bene se questo é un curry, se un piatto tipicamente thai, o se un'accozzaglia di entrambe. Siccome io personalmente non sono mai stata da quelle parti e sono quasi sicura, se non addirittura certa che lì é tutta un'altra storia, allora mi limito a chiamarlo thai style, tanto per dare un'idea. Tutto ciò per esempio anche per sottolineare il fatto che una pizza quattro stagioni in Italia contiene mediamente, carciofini, funghetti, prosciutto e magari una verdura. Ok. Non dappertutto sarà così, ma vi assicuro che non é così specialmente in Scozia dove credo di aver mangiato una delle peggiori pizze quattro stagioni della mia vita. La pizza in se non era male, ma il topping faceva ridere parecchio. Peperoni a striscioline, cipolla bianca a fette, funghetti (e qui ci siamo), e dulcis in fundo, un tocco veramente esotico: l'ananas. Più quattro stagioni di così si muore. E lì ho proprio pensato che magari un thailandese si sarebbe fatto due grasse risate se avesse letto che la zucca che non so nemmeno se lí si trova, é stata fatta come la farebbe lui. Preferisco evitare :)



Il wild rice é un tipo di riso nero a grani lunghi. Può essere usato in vari modi ma si usa spesso per accompagnare piatti importanti. Noto anche come "il caviale dei grani", deve essere cotto per almeno 45 minuti permettendogli letteralmente di esplodere. Il granello di riso, perderà quindi la sua corazza nera rivelando l'interno bianco comune a tanti altri tipi di riso. Ricco di vitamine, contiene più proteine del grano, ma ha un contenuto di grassi molto basso. Le foglie di kaffir sono foglie di un albero di limoni che cresce principalmente in Asia. Queste foglie vengono usate per preparare piatti Thai, Indonesiani, curry e zuppe. Somigliano alle nostre foglie di alloro secche ma profumano di limone.

Ingredienti
  • 800gr di zucca
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • il succo e la scorza di 1 limone
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 peperoncini rossi
  • 4 spicchi d'aglio
  • 1 pezzo di zenzero da 1cm circa
  • 2 cucchiai di olio vegetale
  • 2 cipolle rosse
  • 400ml di latte di cocco
  • qualche foglia di kaffir lime
  • una manciata di coriandolo fresco tritato
In una ciotolina versate la soia, il succo e la scorza di limone e lo zucchero. Mettete da parte. Riscaldate l'olio e soffriggete la cipolla tagliata a dadini. Aggiungete la zucca sempre tagliata a dadini e soffriggete ancora qualche minuto. Versate i peperoncini tagliuzzati, lo zenzero tritato, il composto di soia e limone, le foglie di kaffir ed il latte di cocco. Cuocete tutto per 20 minuti fino a quando la salsa non avrà preso un po' di consistenza e la zucca non si sarà cotta. Aggiungete il coriandolo tritato prima di servire e mescolate bene. Servite con riso basmati o wild rice.

Sognando: sognare riso rappresenta successo, prosperitá, fortuna e fertilitá. Sognare riso crudo indica progre progressi con il lavoro; sognare riso cotto indica spirito brillante; seminare riso indica ottima salute; raccogliere riso indica superamento di ostacoli; comprare riso indica contrarietà momentanee; cuocere riso indica amore per la casa; mangiare riso indica malessere di un familiare; spargere riso indica pericolo di rotture

Vino: bianchi aromatici leggermente dolci: Alto Adige Gewurtztraminer, Malvasia dei Colli Piacentini Abboccata

10 comments:

  1. ...ed anche oggi ne ho imparato di nuove....le foglie di kaffir lime...che sicuramente lì trovi come il pane! ;)
    Tu rompi le scatole al commesso per l'agar agar ...ed io giro come una pazza a cercar tutti gli ingredienti strani che mi fai conoscere tu...e cerca il coriandolo fresco ...e cerca il tè matcha ....ora anche ste foglie...lol...sei forte Fiore!

    Il riso wild però l'ho visto in giro...phew...almeno quello! ;)

    Te!

    ReplyDelete
  2. ti diró cara Terry, non come il pane, ma come il prosciutto crudo. le ho prese un giorno senza sapere neanche cosa fossero, mi son detta che prima o poi l'avrei scoperto a che servivano. ed eccole. credo che le sperimenteró anche in altri piatti meno esotici, cosí ad occhio le vedo bene anche nel sugo di carne, ma é da provare :)

    la sezione foreign qui nei supermercati é diventata molto vasta, ormai si trova di tutto di piú. (tranne ancora le cose italiane!)

    credo che gli inglesi sappiano sfruttare questa multietnicitá invece che sopprimerla o perdere tempo a fare leggi anti immigrazione. dopo tutto siamo tutti un po' stranieri.

    tanto per dirne un'altra, penso tu lo saprai benissimo, c'é anche tutto un reparto per i celiaci, che comprende tra le altre il Christmas pudding. per dire. hai visto mai un panettone per celiaci?

    bacetti

    ReplyDelete
  3. Si mi ero accorta di questa "ricchezza"...l'ultima volta mi sono persa nel food department di Marks&spencer....c'era di tutto...una valanga di piatti esotici, etnici, ingredienti di ogni genere ...insomma una scopre un sacco di cose nuove, altro che quà....e come dici tu anche l'attenzione per chi ha intolleranze alimentari...qui si trova poco, in negozi specializzati in genere(tipo bio/naturali) ed ovviamente cari!
    Speriamo che le cose cambino un pò anche qui...sembra che qualche supermarket stia iniziando a vendere anche prodotti per celiaci.
    Lets hope!

    Devo fare la lista della spesa delle cose da cercare per quando vengo lì....tra cui i mitici cranberries (che prima non ho citato!) ;)

    ReplyDelete
  4. Qui e' facile trovare le foglie di kafir lime. E' il prosciutto crudo che manca !!
    Comprare il prosciutto e' un'esperienza che va raccontata.
    Prima di tutto bisogna fare almeno 50 km per trovare un negozio specializzato che lo venda.
    Ti avvicini al banco e chiedi due etti di "Parma ham". Cosi' lo chiamano qui. Lui sicuramente ti chiedera' quante libbre?. Tu cerchi di fare il calcolo ma nel frattempo pensi "brutto stronzo, siamo in Europa. Che cos'e' una libbra?" e quindi gli dici "due.. due.. due libbre. Circa"
    Lui prende un foglietto di cellofanino trasparente, e inizia a tagliare. La prima fetta e' spessa 1 cm. Allora cambia e taglia la seconda. E' cosi' sottile che si sbriciola. Deve tagliarne almeno altre cinque o sei per arrivare allo spessore giusto. Ogni fetta viene deposta esattamente su quella precedente a formare una montagnetta. Finito di tagliare, prende la montagnetta, la piega, prima in due poi in quattro e la schiaccia ben bene con la mano. Come se cercasse di riappiccicarle insieme. La montagnetta e' diventata un mattoncino. Con lo scotch chiude la carta e pesa il mattone. La bilancia e' bilingue, pesa sia in libbre che in grammi. Ne' deduci che il commesso deve essere bi-stronzo. 2 libbre giuste giuste, circa 1 kg. Piu' o meno duecentomila lire. (sono emigrato prima degli euri). Ti passa il mattoncino di prosciutto chiedendoti "anything else?". Tu sei troppo educato per rispondergli e te ne vai piangendo.

    ReplyDelete
  5. Sacrilegio al prosciutto crudo!!! Che triste epilogo per quel povero "parma ham"....e per il povero portafoglio di Rob!

    Ma almeno era buono?!?

    ReplyDelete
  6. Che bello il tuo pacchetto della felicità! credo di averlo sfogliato in una delle tante librerie in centro e l'ho trovato molto interessante.
    In questi giorni sarò latitante, per cui se non riesco a tornare in rete colgo l'occasione per fare a te Francesca, e a tutti/e i frequentatori abituali del tuo blog/forum Tanti Tanti dolci auguri di Buon Natale!!!!
    Hugs,kisses&panettoni a tutti!
    gaia&Sky

    ReplyDelete
  7. ciao gaia, buone feste anche a te e al tuo bellissimo sky :)

    ReplyDelete
  8. Ciao Fiore, ieri sera ha visto questa ricetta mio marito e le è piaciuta molto... ora dovrò girare per trovare i tuoi ingredienti non proprio da supermercato (almeno qui:))!
    Rob: ti capisco sul prosciutto, è proprio terribile un trattamento del genere. A casa nostra i salumi freschi e soprattutto buoni sono immancabili, mio marito vive per i salumi:D

    ReplyDelete
  9. Ciao a tutti! Dovremmo scrivere un libro a 10 mani per raccontare le nostre esperienze (sempre tragiche!) nei supermercati di mezza europa! Nel racconto di Rob col prosciutto mi sono immedesimata io fino al collo, è il mio pane quotidiano.E vi invito a venire ad assaggiare la pizza col "chorizo" (salame con l'aglio), altro che Scozia.
    Comunque cara Fiore non pensare che vada di corsa a comprare le foglie di kaffir, ché prima mi devi dire che ci faccio con la tonnellata di azuki che mi sono avanzati dalla famosa crema (accetto suggerimenti da Ivano, Terry, Gourmet e tutti gli altri del club dell'azuki). Vi mando un bacione infronte e tanti, tanti, tanti auguri.Con affetto!!!(Auguri Terry, uso questo post per farteli).

    ReplyDelete
  10. Rob, sei troppo simpatico...sto ridendo da sola come una scema davanti al monitor :))

    un milanese simpatico...piu' unico che raro, mi chiedo se sia una tua peculiarita' o ti abbia "migliorato" il calore di una donna del sud :)

    Un abbraccio ad entrambi

    Elisa

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...