Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

13 March 2006



Una delle mie salsine preferite da abbinare con il pesce é questa salsina cinese composta da pochissimi ingredienti, giusti ma essenziali per esaltare il gusto stesso del pesce. Ottimo per chi in questo periodo è a dieta, veloce da preparare ma di sicuro effetto. Insomma, se siete a dieta che almeno apprezziate i gusti ed i sapori, che quei piatti insipidi fanno impressione solo a pensarci. Se poi siete proprio a dieta stretta, potete ridurre o eliminare del tutto l'olio.
La stessa salsa va benissimo con altri tipi di pesce, quali il palombo o il pesce spada.

Ingredienti
  • 4 tranci di tonno
  • 2 cucchiai di salsa alle ostriche (oyster sauce)
  • 2 cucchiai di olio di semi di sesamo (o vegetale)
  • 1 cucchiaio e 1/2 di aceto di riso
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1 peperoncino rosso piccolo piccante
Bagnate un pezzo di carta da forno e strizzatelo bene. Riponetelo nel bamboo, adagiatevi sopra i pezzi di tonno e cuocete a vapore per 5 minuti circa o meno, a seconda della grandezza dei tranci. Il tonno non deve cuocere a lungo per non perdere la sua morbidezza, quindi fatelo cuocere giusto quanto basta. In una scodellina mescolate tutti gli ingredienti per la salsa e tagliuzzate un piccolo peperoncino rosso. Quando il tonno sará pronto, versate la salsa sopra e se volete servite con verdure cotte.

Vino: rossi: Syrah siciliani o altri rossi siciliani a base di uve locali come ad esempio i vini della zona dell’Etna.

SognandoSognando: sognare un tonno indica tendenza alla prodigalità; sognare tonno fresco indica orgoglio e impulsività; sognare tonno cotto indica gelosia e diffidenza; sognare tonno sott'olio indica intuizione rapida; sognare tonno in scatola indica individualismo e indipendenza; sognare di pescare un tonno indica nuovi legami sentimentali; sognare di mangiare tonno indica scatti di collera.


English please
Steamed tuna dressed with soy and chilli sauce



Ingredients
  • 4 pieces of tuna
  • 2 Tbsp oyster sauce
  • 2 Tbsp sesame oil
  • 1 Tbsp and a half rice vinegar
  • 1 Tbsp soy sauce
  • 1/2 tsp sugar
  • 1 small red chilli
Line steamer with baking paper or with some cabbage, whatever you like or prefer, so to avoid that the bamboo steamer gets dirty afterwards, it will be difficult to remove traces of fish. Although you can clean the bamboo steamer, it will be more hygenic to put something in between fish and steamer. Cook covered for about 5 minutes or until tuna is just cooked.
Put all other ingredients in a bowl and mix well, cut the red chilli in small pieces and add to the sauce. Serve tuna drizzled with chilli dressing and if you like with with steamed vegetables.

19 comments:

  1. Sempre buono il tonno! Al vapore è una novità per me che lo mangio sempre appena grigliato. Una curiosità: perchè ci va la carta da forno bagnata? Poi, se ti va, ti mando una ricetta sul tipo di questa ma di stampo mediterraneo. Ok?
    :)

    ReplyDelete
  2. ciao frank ! buona settimana e ben ritrovato :)

    la carta la si puó mettere anche senza bagnarla e strizzarla, ma é solo che cosí é piú facile da maneggiare e aderisce meglio al bamboo, altrimenti é un po' una lotta. serve solo per "ammorbidirla".

    la stessa salsina la puoi usare per il tonno grigliato.

    si si, manda pure la ricetta! :)

    ReplyDelete
  3. Grazie Fiore!!!! Mia salvatrice:))
    Il tonno lo posso cuocere a vapore senza bambù (non ce l'ho)? Oggi appena stacco vado subito a comprare gli ingredienti per la salsa! io naturalmente non ci metterò l'olio;P

    Frank: mandi ricettina?:))

    Un bacione e buona giornata!

    ReplyDelete
  4. Dieta???;-)
    E' la mia ricettina...allora!!!
    Brava FDZ!!!
    E che foto...da mangiarselo così su 2 piedi!!
    :-*
    Baci

    ReplyDelete
  5. non sono ancora riuscita a trovare l'oyster sauce, damn!

    ReplyDelete
  6. francy , ho pensato proprio a te! :) un po' di solidarietá che non guasta mai :)
    se non hai il bamboo cuocilo a vapore con la pentola che hai, non fa niente. senza olio viene comunque fuori una bella salsina gustosa :)

    pimms , se non riesci fammelo sapere, te la mando io :)

    sandrina , eh si, é un periodo di quaresima come dice cannella, siete a tutte a stecchetto, bisogna adeguarsi! :))

    ReplyDelete
  7. Necessita assolutamente giretto al negozio di specialità! Bisogna copiare assolutamente, poi da un pò di tempo a questa parte sono "salsa di soia-dipendente"!! Grazie dell'idea!
    Chissà mai che non decidiamo di metterci a dieta anche noi, se poi i piatti sono così gustosi!

    ReplyDelete
  8. Ciao Fiore, ho pensato la stessa cosa di Frank riguardo la carta da forno...io ho uno di questi contenitori di bamboo, ma non l'ho mai usato...pero' mi chiedo: i cinesi non credo usino la carta da forno o almeno non credo la usassero in passato...sostituisce per caso un panno di cotone? io nella mia ignoranza lo avrei usato senza nulla :)))

    Stecchetto? what's stecchetto? mi sono fatta fuori (quasi) la cioccolata che mi ha portato Acilia e sto divorando lo zenzero candito che ho comprato con lei in un negozio di te'...che incontro Fiore, che incontro...tra poco tocca pure a te :)))

    ReplyDelete
  9. ciao graziella ! :) minimalismo puro ma con grande gusto. eh, gli orientali sono dei maestri in questo. anche a me piace molto la salsa di soia e la uso da moltissimo tempo anche per condire le insalate, insieme ad un cucchiaio di mirin e aceto di riso. piú leggero (anche se io adoro l'olio sempre e comunque), ma gustoso, proprio adatto per chi sta a dieta.
    anche se non é usando (solo) olio che si ingrassa secondo me! :)

    ciao ely , io personalmente non uso nessuna carta quando cucino le verdure, ma se cucino carne o pesce preferisco usare la carta piú per una questione igienica, perché nonostante poi il bamboo si possa lavare, trovo che alcuni residui vadano a finire nel legno ugualmente, per cui preferisco usare la carta per tenerlo piú pulito possibile. Mentre con le verdure il problema non sussiste in quanto quello che ne viene fuori é per lo piú acqua.
    certo poi ognuno lo usa come meglio crede ma non credo che la carta tolga qualcosa alla cottura :)

    Com'era giá? cioccolata alle violette? non mi ricordo piú! :)

    ReplyDelete
  10. Elisa, provato sui miei cestelli: se non metti qualcosa a proteggerli, l'alimento che cuoci si attaccherà inesorabilmente, ci vorrà un lungo ammollo per toglierne le tracce :(
    L'idea della carta forno è buona, io avrei messo delle foglie di verza o lattuga :)

    ReplyDelete
  11. Io uso le foglie di verza!!
    E vanno bene, così non si attacca nulla..Brava Consy!!
    ;-)

    ReplyDelete
  12. Uè! Ma oltre che a farmi invidia con i tuoi piatti me la vuoi fare anche con i tuoi servizi di piatti e tazze?!
    Il servizo Jap è perfetto....ma le tazze sulle sfondo...sono ancora meglio....le voglio nella mia collezione!

    Ciaooo Veciaaaa!

    Terry

    ReplyDelete
  13. consy , si, hai ragione stavo per scriverlo anche io delle foglie di lattuga o di verza, cosí si prendono due piccioni con una fava :)

    terry , sono uno dei miei ultimi acquisti preferiti! ma non diciamo a Rob che sennó rompe con la storia che ne ho troppi!! :) peró di questo sono riuscita a recuperare tutto il servizo, mi manca solo la teiera, che guarda caso invece ho visto su un giornale di cucina inglese, é per questo che so che esiste! :)

    ReplyDelete
  14. Mi piacciono queste ricette così semplici :-)))

    ReplyDelete
  15. ciao fiore,
    ricevuta la mail? al "mio" giapponese fanno il tonno scottato sulla griglia dopo averlo lasciato marinare nella tamari, così resta morbido quando cuoce ma non perde il suo sapore, l'ho provato anche con il salmone ed è molto buono!

    ReplyDelete
  16. ah...domanda veloce: tu sai cosa sia la nigella? non capisco bene che tipo di spezia sia...magari lì la trovi!
    thanx!

    ReplyDelete
  17. Ciao Gaia...qui al lavoro dall'alba..:-(...vedo questa tua richiesta e ti rispondo, visto che ho usato l'olio di nigella varie volte, la nigella sativa è chiamata anche cumino nero, non so se si usa come spezia, penso di sì essendo della famiglia del cumino, io l'ho usato come olio per il corpo, è un rigenerante per la pelle, ricco di acidi grassi polinsaturi, idrata molto! inoltre in erboristeria l'olio lo consigliano anche da bere, come aiuto a chi soffre da allergie, in via preventiva per rinforzare le difese.

    Ciao a te e alla padrona di casa;-)

    Buona giornata

    Terry

    ReplyDelete
  18. ciao gaia , si ho ricevuto la tua email, grazie per la ricetta, ti avevo risposto anche nel precedente post :)

    a parte la famosa Nigella Lawson, che non c'entra molto con i semi in questione a parte il nome :)), i semi di nigella vengono da un fiore chiamato appunto nigella. i semi sono neri e rotondi e si usano nella cucina indiana. io non li ho mai usati e non credo di averli visti al supermercato, altrimenti sono sicura li avrei giá comprati! :))

    come dice terry esiste anche l'olio di nigella che dalle mie ricerche risulta venisse usato da Cleopatra per farsi bella.
    quindi terry, te lo dicevo io che sei bellissima, ora ho capito il segreto!! :))

    ciao dany ! :)

    ReplyDelete
  19. hai capito!! tra tutti questi ingredienti per la cucina si trovano anche ottimi spunti per farsi belle! eheh Questo connubio bellezza-cucina lo esplorerò meglio:)

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...