Labels

Labels

Categories

Categories

Pages

Advert

Advert22

Blog archive

Blog Archive

Featured Posts

Advert


Stats

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

Insalate

8 November 2005


Finalmente ho trovato il polpo!! Incredibile ma vero. Trovare il polpo qui, in un posto di mare, è stato un miracolo! Tanto piú trovarlo fresco e al supermercato. Polpo della Cornovaglia, mi hanno detto. Tanto meglio. Ma per me poteva anche venire dal Giappone. Erano secoli che non ne vedevo uno sui banchi del pesce, tra i soliti cod, altri cod e ancora cod!! Me lo sarei comprato tutto (ce n'erano solo 3), ma alla fine ho optato per uno solo. Il più grande!! I want it now, I want it all!!! Ah! Cosa non darei per un polpo al giorno! Metà me lo sono mangiato in insalata, semplice con limone, prezzemolo, aglio e olio, l'altra metà è finita come potete ben vedere...

Ingredienti
  • 200gr di polpo
  • 1 lattina di pomodori pelati
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico
  • olio, pepe, prezzemolo
Se vi spaventa comprare il polpo perché non sapete come pulirlo, chiedete al vostro pescivendolo di fiducia di farlo per voi. Io me lo sono fatto pulire più che altro per comodità. In ogni caso pulire un polpo è molto semplice. Un po' come pulire le seppie. Bisogna svuotare la testa e sciacquarla bene sotto l'acqua corrente. Eliminate gli occhi aiutandovi con un paio di forbici. Staccate il sacchetto nero ed eliminate la pelle. E' un operazione di pochi minuti, una volta che sapete cosa fare è tutto più semplice.
Per cuocere il polpo portare ad ebollizione una pentola di acqua non salata. Prendete il polpo dalla parte superiore dei tentacoli e quando l'acqua bolle, immergetelo per 4 o 5 volte fuori e dentro l'acqua. Vedrete il polpo ritirarsi. Dopodiché potete metterlo in acqua e farlo cuocere per 40 minuti circa. Considerate una ventina di minuti per ogni mezzo kilo di polpo. É un rito che ho sempre visto fare a mia madre. Pare che in questo modo il polpo venga morbido! E funziona! Scolatelo e fatelo raffreddare. Tagliatelo a pezzettini e mettetelo da parte.
In una padella fate rosolare la cipolla e l'aglio tritati. Aggiungete il polpo, rosolate per qualche istante, poi versate l'aceto e fate evaporare velocemente. Versate subito i pomodori pelati tagliati a cubetti, il sale, il pepe e qualche foglia di prezzemolo. Fate cuocere a pentola coperta e a fuoco basso per 10 minuti. Cuocete la pasta in acqua salata. Linguine o spaghetti vanno bene entrambe. Condite con il sugo et voilà! Servite con prezzemolo tritato fresco e un filo d'olio.

Sognando: sognare un polpo significa che vi state mettendo nei guai, o in situazioni comunque difficili. Significa inoltre che siete delle persone molto possessive, specie nei rapporti con l'altro sesso. Sognare un polpo vivo significa che avete un temperamento avventuroso; polpo morto denota pene e rotture; sognare di vedere un polpo addosso denota gravi preoccupazioni; uccidere un polpo significa che avete desiderio di giustizia

Vino: bianco: bianchi siciliani a base di uve inzolia; rosato: Salice Salentino (Puglia), Cirò (Calabria) o altri rosati pugliesi o calabresi; rosso: Cerasuolo di Vittoria (Sicilia) o altro rosso siciliano a base di uve locali come nero d’avola, perricone, frappato oppure rossi calabresi a base di uve gaglioppo

13 comments:

  1. Che fame mi fai venire!:)

    ReplyDelete
  2. Diavoletta tentatrice!
    Il polipo mi piace un sacchissimo!
    ....avrei voluto veder la tua sorpresa quando li hai visti sul banco del pesce ;-p....bellissimo racconto!
    I miei primi 8 anni di vita li ho fatti in Puglia anch'io, a Taranto, posto dove torno appena posso....son cresciuta a cozze e polipo alla luciana (mamma così lo chiamava)...orecchiette...mozzarelle....etc...ed ogni volta che torno giù mi faccio di quelle scorpacciate!!!! (ho la bava perfino adesso)!!!

    Proverò sicuramente le tue linguine, ...per fortuna qui a Venezia il polipo lo trovo facilmente!!! ;-)

    Baci

    Terry

    ReplyDelete
  3. ciao Terry, ciao Francy ;)

    si, avresti dovuto vedermi! penso di aver urlato. continuavo a dire "il polpo il polpo il polpo c*** un polpo!!!

    il pescivendolo ingelse mi ha guardata come se fossi una pazza, ma non si e' scomposto piu' di tanto.

    i pugliesi sono vaccinati di pesce crudo sin dalla nascita. mio padre prendeva le vongole dal mare e le serviva direttamente con una spruzzata di limone, oppure le cozze. io mangio le teste di seppia anche cosí. lo so, fa un po' ribrezzo ma non ci posso far niente!

    ecco, a venezia non credo soli trovo il polipo ma penso anche tante altre prelibatezze che pero' io non ho ancora avuto modo di assaggiare perché a venezia non ci sono mai stata! se non qualche mese fa all'aereoporto per andare in trentino. l'ho vista dall'alto. ma quello non conta :)

    baci baci!

    ReplyDelete
  4. Se torni...fai un fischio.....anche se passi solo per l'aeroporto......perchè io ci lavoro! ;-)

    Venezia merita e anche le sue specialità gastronomiche! ;-)

    Ariciao

    Terry

    ReplyDelete
  5. Terry, dubito che a Venezia tu abbia trovato dei polipi visto che sono dei coralli :)

    il polpo, invece, il gasteropode, e` quella cosa buonissima che s'e` magnata Francesca :))

    A proposito: Francesca, ma quanto l'hai pagato quel polpo della Cornovaglia (che luogo meraviglioso!)

    Per Terry: bellissima anche Venezia, ci sono stata quattro volte ed ho fatto anche molte foto B/N visto che ti piacciono tanto...con una reflex e l'uso di un filtro arancio in modo tale che le foto B/N non siano delle misere scale di grigio.

    Baci, Elisa

    ReplyDelete
  6. Ciao Elisa!
    WOW...immagino le tue foto di Venezia in Black&White siano bellissime.....uno dei miei sogni è proprio aver una reflex.....per il momento mi accontento della mia digitale che fa anche foto in B/N!
    Ma prima o poi....;-)

    Non ero così informata sui polipi....però ti garantisco che dal mio pescivendolo di fiducia lo trovo! Magari non è pescato lì a Venezia....come molto altro pesce che viene venduto....ma appena lo trovo, lo compro e me lo mangio! :-)

    Ciao Ciao

    Terry

    ReplyDelete
  7. ciao Elisa!

    l'ho pagato pochissimo considerando i prezzi inglesi. la misera somma di 4 sterline al kilo. (6 euro). penso sia un buon prezzo (?) ma non so i prezzi in italia.

    bacissimi

    ReplyDelete
  8. oooppppssss....ma forse tu intendevi correggermi nel mio aver aggiunto una "i" di troppo?!....
    non conoscevo questa differenza.....io lo sempre chiamato polipo....come l'ho trovato scritto anche in varie ricette, in libri e siti web....anyway....non si finisce mai di imparare! :-)

    Tks Tks

    Terry

    ReplyDelete
  9. Cara Francesca,

    pochissimo si, qui costa almeno il doppio (sia a Milano che a Roma); a quel prezzo si trova forse quello decongelato!

    Terry, si` era una bonaria ironia, senza malizia o cattiveria ;)
    Se nelle ricette lo trovi spesso come "polipo" e` perche`, in tutte le lingue, un modo di dire popolare entra a far parte dell'uso comune e il web accelera ancor di piu` la diffisione degli errori linguistici proprio perche` non vengono corretti; anche il De Mauro lo inserisce, ma solo come modo di dire.
    Il polipo, invece, come ti dicevo, e` questo bellissimo esserino qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Celenterati

    Cmq, anche io ho detto una baggianata, del resto lo studio di certe materie e` abbastanza lontano ormai: i gasteropodi sono lumache, chiocciole, etc.; il polpo e` un cefalopode ottopode. Chiedo scusa :)

    Terry, tu a Venezia, il polpo quanto lo paghi?

    Tanti baci ad entrambe :**

    Elisa

    ReplyDelete
  10. Ah, Terry, dimenticavo...il mio sogno e` farmi una reflex digitale, ma costano ancora un po' troppo...per la reflex analogica spesi una cifra enorme, non voglio ripetere l'errore.

    Scusa, Francesca, per aver usato il tuo spazio per commenti che esulano un po' dalla tua ricetta, ma lo sai...sono una chiacchierona (solo con la parola scritta pero` ;)

    Baci!

    ReplyDelete
  11. figurati Elisa. questo e' uno spazio pubblico e negli spazi pubblici si parla un po' di quel che si vuole, compreso le macchine fotografiche che poi sono anche di interesse mio :))

    baci!

    ReplyDelete
  12. Senti un po'..fiordizucca!
    Il caso ha voluto che tu pubblicassi (o preferivi "postassi"?) la tua ricetta proprio il giorno che son tornato a casa con un polpo vivo vivo di mezzo chilo. Poiché era la prima volta che mi cimentavo in cucina con una piovra, sono andato a documentarmi e ho letto, appunto, la tua ricetta appena pubblicata.
    Per farla breve, il quesito che ti pongo è il seguente: dopo la bollitura la bestia era tenerissima, ma dopo aver subito il trattamento della preparazione del sugo è diventata alquanto dura. Naturalmente era già tagliata a pezzetti.
    Che mi puoi dire in proposito?
    Non ti dico però quanto erano buone le linguine...ed anche il profumo di mare mediterraneo che la bestiola emanava sia prima che dopo la bollitura.
    E dire che non l'avevo neanche pulita, spellata, ecc. (dimenticanza dovuta all'emozione della ... prima volta?).
    Fammi sapere, ciao.

    ReplyDelete
  13. Ciao sono ben felice che abbia trovato il polpo. Se mi permetti vorrei giusto darti un piccolo consiglio. Immergere il polpo 4--5 volte lo si fa quando si prepara l'insalata. Se devi farci il sugo allora devi prendere il polpo verace (2 file di ventose sul tentacolo) e poi metterlo in una pentola di coccio con i pomodori da sugo e chiudere, preferibilmente sigillando con la stagnola. Considera un 25 min per ogni chilo a fuoco basso. Questa preparazione a napoli si chiama alla luciana, proprio perchè preparata a borgo santa lucia (una zona proprio a ridosso del mare e da sempre zona di pescatori).

    P.S.: ho scritto polpo ma in realtà a napoli lo si chiama praticamente solo polipo.

    Ciao

    ReplyDelete

Grazie - Thank you!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...